INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Cosa stai cercando?

Le risposte alle domande più frequenti.

Per affinare la ricerca, di seguito puoi specificare la categoria tematica, l'argomento e l'oggetto su cui stai cercando informazioni o servizi.

Annulla

DOMANDE PIU' FREQUENTI

  • Gli studenti rientrano tra i soggetti assicurati all'INAIL?

    in:

    Gestione del Rapporto Assicurativo > Informazioni e normativa > Soggetti assicurati

    Poichè gli studenti sono una particolare categoria di soggetti e non sono titolari di un rapporto di lavoro, essi sono assicurati in via eccezionale, solo per gli infortuni che accadano nel corso delle esperienze tecnico-scientifiche e delle esercitazioni pratiche (sono assimilabili [...] a queste tipologie le attività di scienze motorie e sportive)e di lavoro, con esclusione degli infortuni, come quelli in itinere, non connessi alla specifica attività per la quale sussiste l'obbligo di legge.
  • Un insegnante di scuola pubblica che utilizza il registro elettronico di classe è tutelato contro un infortunio o malattia professionale?

    in:

    Prestazioni a tutela del lavoratore > Informazioni e normativa > Infortunio sul lavoro

    Sì. In coerenza con quanto previsto dalla circolare 28/2003 sussiste l'obbligo assicurativo degli insegnanti se per lo svolgimento della loro attività fanno uso di macchine elettriche (videoterminali, computer, fotocopiatrici, videoregistratori, mangianastri, proiettori ecc.) [...] ovvero se frequentano un ambiente organizzato ove sono presenti le suddette macchine.

    Tuttavia, ai fini della tutela, è necessario che tale attività sia svolta dal lavoratore in modo abituale e non occasionale e ciò si verifica proprio nel caso in cui l'insegnante provvede sistematicamente ad elaborare il registro elettronico di classe, mediante l'utilizzo del personal computer (sentenza Cassazione S.U. n. 3476/94).

    La progressiva estensione dell'utilizzo della tecnologia informatica consentirà in proseguo la generalizzazione dell'obbligo assicurativo e della conseguente tutela contro infortuni e le malattie professionali agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado (L. 135/12).

  • Vige l'obbligo di reperibilità e di rispetto delle fasce orarie in caso di infortunio sul lavoro o malattia professionale?

    in:

    Prestazioni a tutela del lavoratore > Informazioni e normativa > Infortunio sul lavoro

    L'Inail non effettua controlli domiciliari e, quindi, non esistono fasce orarie di reperibilità che devono essere rispettate nei confronti dell’Istituto. 
    Ai sensi dell’art. 12 L. 67/1988, le competenze in materia di accertamento, [...] certificazione ed ogni altre prestazione medico legale sui lavoratori tecnopatici ed infortunati spettano all’Inail secondo le modalità vigenti.
    In tal senso si è recentemente espressa la Presidenza del Consiglio dei Ministri in risposta ad una richiesta di chiarimenti in merito alla permanenza o meno dell’obbligo di reperibilità del personale dipendente (sia pubblico che privato) assente a seguito di infortunio sul lavoro, precisando che tale circostanza non è direttamente riscontrabile dall’Inps, rientrando piuttosto tra le competenze dell’Inail.
     
    L'Inail può, però, chiamare a visita il lavoratore infortunato inviando apposite cartoline di convocazione presso le proprie Sedi territoriali. L'assicurato, a fronte di tale convocazione, ha l'obbligo di sottoporsi alle visite di controllo che l'Istituto intende eseguire (art. 87 del DPR n. 1124/1965: "l'infortunato non può, senza giustificato motivo, rifiutare di sottoporsi alle cure mediche e chirurgiche che l'Istituto assicuratore ritenga necessarie.").
     
    Tuttavia – come stabilito dalla sentenza 15773 del 9 novembre 2002 - i CCNL possono prevedere l'obbligo di reperibilità nelle fasce orarie anche per le assenze dei lavoratori dovute a infortunio o a malattia professionale. Il mancato rispetto di tale obbligo, se accertato dai medici ASL o INPS, autorizza il datore di lavoro ad applicare la sanzione disciplinare, eventualmente prevista dal CCNL, ma non comporta la perdita delle indennità INAIL da parte del lavoratore. 
     
  • Vorrei sapere come vengono analizzati i dati dei questionari per la valutazione approfondita (ad es. scoring).

    in:

    Ricerca e Tecnologia > Assistenza Servizi Online > Piattaforma stress lavoro correlato

    Alle risposte date ai singoli item viene attribuito un punteggio che va da 1 a 5 o da 5 a 1 (nel caso siano item reverse), i punteggi ottenuti vengono quindi confrontati con i valori del database italiano di riferimento prendendo in esame i percentili 20°, 50°, [...] 80° sia rispetto ai singoli item che alle relative dimensioni.
    Dal confronto col database, ai valori ottenuti viene attribuito un codice colore che definisce il livello di rischio relativo al gruppo omogeneo individuato.

INAIL sede centrale: P.le Pastore 6, 00144 Roma (RM) - P. IVA 00968951004