Impostazioni cookie

Ti trovi in:

Valorizzazione della ricerca

L’Inail promuove la valorizzazione dei risultati delle ricerche e il trasferimento tecnologico alle imprese.

Nel quadro del vigente regolamento di organizzazione, la Direzione centrale ricerca opera in coordinamento con i Dipartimenti scientifici e le altre strutture dell’Istituto per la tutela, la gestione e la valorizzazione dei risultati generati dalla ricerca e conseguiti anche in collaborazione con altri enti e istituzioni di ricerca.

Sul piano attuativo, la valorizzazione della ricerca si svolge attraverso molteplici canali, ciascuno dei quali segue logiche operative proprie e richiede interventi specifici, con il supporto di elevate professionalità e competenze, nonché con la sistematica interazione con altri soggetti esterni, esperti e practitioners, provenienti dal settore pubblico e privato, nazionale e internazionale.

L’Inail è infatti partner dell’associazione NETVAL, la community dei professionisti del TTO management per la valorizzazione della ricerca pubblica italiana ed è presente sulla piattaforma Knowledgeshare -dedicata alla condivisione dei risultati della ricerca generata dalle università, IRCCS e gli EPR- realizzata dall’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi con il Politecnico di Torino e NETVAL.

L’Istituto, al pari degli altri enti ed istituzioni di ricerca, adotta le seguenti misure di divulgazione, contestualizzazione e applicazione dei risultati delle proprie ricerche: 

  • pubblicazioni scientifiche (articoli, monografie, fact-sheet, opuscoli informativi, ecc.); 
  • progetti di informazione e alta formazione, condivisione di buone prassi; 
  • networking, la ricerca in collaborazione con soggetti pubblici e privati; 
  • l’adesione a strutture di intermediazione e di supporto al trasferimento tecnologico; 
  • gestione della proprietà intellettuale, attraverso brevetti, marchi, licenze d’uso.

Le azioni di valorizzazione comprendono anche gli atti dispositivi, attraverso contratti di cessione o licenza, e sono relative alle diverse tipologie di diritti di proprietà intellettuale di cui è titolare (o contitolare) l’Inail (marchi, brevetti, disegni e modelli, know-how e opere dell’ingegno). In conformità ai principi di pubblicità, trasparenza e imparzialità, sono attivate procedure selettive per l’individuazione dei soggetti a cui cedere i diritti di IP nelle forme ritenute più opportune e rispondenti all’interesse dell’Istituto e alle migliori condizioni di sfruttamento.