Impostazioni cookie

Ti trovi in:

Access Point EESSI

Il progetto EESSI (Electronic Exchange of Social Security Information) si inserisce nell'ambito del progetto comunitario di dematerializzazione degli scambi di dati e informazioni in materia di sicurezza sociale tra gli stati membri, le istituzioni e gli organismi di collegamento dell’Unione europea attraverso l’introduzione delle nuove tecnologie informatiche.

Il progetto EESSI prevede scambi telematici di documenti elettronici strutturati (Sed – Structured Electronic Document), sostitutivi dei precedenti formulari, e l’introduzione di nuove tecnologie informatiche nelle comunicazioni tra gli stessi per lo scambio, l’accesso e l’elaborazione dei dati (Regolamento CE n. 883/2004-Regolamento di applicazione CE n. 987/2009) e si applica anche ai paesi appartenenti allo spazio economico europeo See (Islanda, Norvegia e Liechtenstein) ed alla Confederazione Svizzera.

Finalità

  • Introdurre un sistema telematico di comunicazione europea tra Stati membri, Istituzioni e Organismi di collegamento
  • Sostituire i formulari cartacei e i moduli finora utilizzati (E-form E107, E123, E125, …) e prevedere scambi online attraverso documenti elettronici strutturati denominati Sed all’interno di singoli Buc (Business Use Case) che consistono in «casi di uso aziendale di lavorazione»
  • Accelerare i processi decisionali
  • Ridurre i tempi per il calcolo e la liquidazione delle somme da erogare.

Access Point

Il sistema EESSI prevede per ogni Stato membro, l’istituzione di specifici punti informatici di coordinamento (Access Point o AP) per la trasmissione dei documenti elettronici.

Gli Access Point attivati in Italia sono:

  • Ministero del lavoro e delle politiche sociali – Autorità competente
  • Ministero della salute – AP per tutte le Istituzioni competenti in materia di cure mediche (Asl)
  • Inail – AP per il settore degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali operativo per tutte le Istituzioni che erogano prestazioni dello stesso tipo
  • Inps – AP per le prestazioni pensionistiche a sostegno del reddito di natura previdenziale ed assistenziale e per tutti gli enti pubblici e privati che erogano prestazioni dello stesso tipo.

Come funziona EESSI?

Tutte le comunicazioni tra le istituzioni nazionali sulle pratiche relative alla sicurezza sociale transfrontaliera sono effettuate tramite EESSI: le istituzioni di sicurezza sociale scambiano documenti elettronici strutturati e seguono procedure concordate. Tali documenti sono inoltrati, mediante EESSI, all’istituzione destinataria presso un altro Stato membro.

EESSI in Inail

Per il settore degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali sono previsti 58 Sed inseriti all’interno di 26 Buc le cui linee guida contengono informazioni e/o documentazione.

Oltre ai Sed specifici del settore degli infortuni e delle malattie professionali vi sono:

  • Sed “Horizontal ” da utilizzare per lo scambio di informazioni varie (richiesta cambio di residenza, richiesta certificati, invio documentazione, ...)
  • Sed “Administrative” per facilitare e veicolare la gestione complessiva dei flussi (invalidazione del Sed, chiarimento contenuto del Sed, ...)
  • Sed “Recovery” da utilizzare per il recupero di premi, contributi o prestazioni indebite.

Institution Repository

Il personale interessato alle procedure di mobilità transfrontaliera in servizio presso le istituzioni di sicurezza sociale può trovare la destinazione corretta in un altro paese dell’Unione Europea, cui inoltrare una richiesta, utilizzando un’anagrafe elettronica delle Istituzioni nazionali competenti per quel procedimento.

La Institution Repository si compone di 11 schermate che elencano le istituzioni competenti, fornendone tutti i riferimenti, ne definiscono inoltre la data di inizio competenza e di eventuale cessazione, le procedure gestite sia come case owner (titolari delle procedure) sia come counterparty (controparte), il livello gerarchico nella struttura amministrativa nazionale ed i certificati di sicurezza, soltanto per citare alcune tra le principali informazioni presenti.

Benefici

  • Scambio di messaggi più rapido ed efficiente tra le istituzioni di sicurezza sociale: consente di gestire i singoli casi più rapidamente e facilita il calcolo e il pagamento delle prestazioni
  • Scambio di dati più accurato tra le autorità nazionali:
    • utilizzo, in tutta l’Unione Europea, di documenti elettronici standardizzati tradotti nella propria lingua, con conseguente miglioramento della comunicazione multilingue
    • introduzione di misure di salvaguardia per garantire che i dati scambiati siano corretti e completi, aiutando le istituzioni a combattere le frodi e gli errori.
    • ottimizzazione della gestione dei casi, con l'introduzione di procedure elettroniche standard per le istituzioni, con conseguente miglioramento della applicazione corretta delle regole di coordinamento della sicurezza sociale.
  • Gestione sicura dei dati personali:
    • uso di un’infrastruttura sicura comune per lo scambio di dati transfrontalieri tra le istituzioni di sicurezza sociale
    • scambio di messaggi tra le istituzioni nazionali, senza la creazione di un database per archiviare centralmente messaggi e dati personali; il contenuto dei messaggi è disponibile solo per le istituzioni competenti; gli Stati membri sono responsabili sono garantire di un livello elevato di protezione dei dati, in linea con le norme dell’Unione Europea
    • EESSI adotta gli standard in materia di sicurezza IT.