INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Macchine e attrezzature di lavoro

Lo sviluppo di criteri e metodi per la progettazione, la costruzione e l’utilizzo sicuro di macchine messe a disposizione dei lavoratori e in generale di attrezzature di lavoro, al fine di definire strumenti e soluzioni tecniche per l’eliminazione o la riduzione dei rischi per la sicurezza di tipo meccanico, è di fondamentale importanza per la prevenzione dei rischi lavorativi, in particolar modo nei settori dell’industria, dell’agricoltura e dell’artigianato, poiché questi interventi di miglioramento agiscono a monte dei processi finalizzati alla gestione della sicurezza di un’organizzazione.

Il Dipartimento Innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici sviluppa e valida metodiche e procedure dedicate alla fase di progettazione, costruzione e utilizzo in sicurezza di macchine, trattori, impianti, apparecchi e attrezzature di lavoro, con particolare riguardo ai settori industriale, civile, agricolo-forestale e agro-alimentare; sviluppa soluzioni tecniche di salvaguardia dagli infortuni mettendo a punto specifici dispositivi di protezione (es. schermi, ripari), equipaggiamenti elettrici e sistemi di comando e controllo, in relazione alla loro destinazione d'uso e allo specifico ambiente di utilizzo; effettua attività sperimentale e modellistica di analisi su aspetti emersi in fase di valutazione del rischio, con particolare attenzione alle implicazioni di carattere ergonomico e di correlazione al fattore umano; partecipa alla elaborazione di proposte in sede normativa e di regolamentazione tecnica nazionale e internazionale.
 
Nello specifico, il Dipartimento è impegnato nelle seguenti attività:

  • studi di fattibilità di soluzioni tecniche e predisposizione di metodiche e procedure per limitare i rischi connessi alla movimentazione (in fase di lavoro e dislocazione) di trattori agricoli e forestali, macchine semoventi e altre tipologie di macchine.
  • studi per il superamento delle criticità evidenziatesi all’interfaccia uomo-macchina (manomissioni, manipolazioni, elusioni e uso scorretto ragionevolmente prevedibile) al fine di mitigare gli infortuni gravi e mortali.
  • studi di fattibilità per l’individuazione e l’impiego di metodologie alternative a quelle basate sulla logica deterministica per le manutenzioni e le verifiche interne di macchine, apparecchi, impianti complessi, silos, fosse, camini ecc. che detengono o lavorano sostanze e miscele pericolose (es. tossiche, infiammabili, comburenti ed esplosive, gas endogeni) che presentano caratteristiche di ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento.
  • analisi tecnico/scientifica delle condizioni di rischio degli operatori del settore delle tecnologie additive (processi che aggregano materiali al fine di creare oggetti partendo da modelli matematici tridimensionali, solitamente per sovrapposizione di layer: cosiddette stampanti 3D).
  • definizione ed applicazione di misure tecniche e procedurali valide per ridurre il fenomeno infortunistico nel settore agricolo-forestale, anche con riferimento al rischio di esposizione ad agenti fisici, chimici e biologici del conducente di macchine agricole semoventi e/o degli utilizzatori di altre macchine operatrici.
  • studi per la riduzione dei rischi professionali nell’esercizio di parchi/macchine eoliche con riferimento ai sistemi di sollevamento in quota e all’eventuale presenza di ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento.
  • studi per la riduzione dei rischi nell’uso di macchine alimentari, anche con riferimento ai rischi derivanti da infezione, malattia e contagio che le stesse possono trasmettere.
  • analisi per la valutazione dell’efficacia dei ripari o di altri sistemi di protezione adottati sulle macchine contro la proiezione di pezzi in lavorazione o parti di utensile.
 
Contatti: dit.macchine@inail.it
 

Ultimo aggiornamento: 10/02/2016