INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Sicurezza sul lavoro, all’Inail l’incontro tra il direttore generale Tardiola e i sindacati delle costruzioni

Tra i temi di comune interesse che sono stati discussi in occasione della Giornata mondiale del 28 aprile, i rischi legati alle condizioni climatiche estreme, particolarmente rilevanti nel settore edile, il rafforzamento della salute e sicurezza nei cantieri di tutta la filiera, subappalti compresi, e il trasferimento tecnologico delle attività di ricerca

ROMA - In occasione della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, il direttore generale dell’Inail, Andrea Tardiola, ha ricevuto a Roma, presso la sede dell’Istituto di piazzale Pastore, i rappresentanti delle segreterie nazionali dei sindacati delle costruzioni, Stefano Costa (FenealUil), Cristina Raghitta (Filca-Cisl) e Giulia Bartoli (Fillea-Cgil).
 
“La promozione di azioni di contrasto degli infortuni e delle malattie professionali – spiega Tardiola – è il filo rosso dell’attività dell’Inail nel 2023. Alla fine dell’anno scorso abbiamo confezionato il Piano triennale della prevenzione, un documento che contiene tutte le misure che nel nostro Paese vengono adottate a fini preventivi, dalla ricerca sui nuovi dispositivi di protezione a quella che riguarda le patologie professionali emergenti, fino al sistema di finanziamento che consente alle imprese di dotarsi di assetti tecnologici più moderni e, quindi, più sicuri”.

Dall’incontro con le organizzazioni sindacali sono emersi diversi temi di comune interesse, come i rischi legati alle condizioni climatiche estreme, particolarmente rilevanti nel settore edile, che l’Istituto sta affrontando attraverso la piattaforma previsionale di allerta Worklimate, e la necessità di agire sulla prevenzione anche attraverso gli strumenti e le soluzioni tecnologiche messe a disposizione dalla ricerca, lavorando per favorire il loro trasferimento dai laboratori ai luoghi di lavoro.

“Con i sindacati – sottolinea Tardiola – c’è la volontà comune di cooperare per rafforzare la salute e sicurezza nei cantieri in tutte le aziende coinvolte, subappalti compresi. I protocolli d’intesa che abbiamo sottoscritto con importanti gruppi industriali coinvolti nella realizzazione delle grandi opere previste dal Pnrr, coinvolgendo anche le organizzazioni dei lavoratori, vanno proprio nella direzione di diffondere la cultura della prevenzione in tutte le realtà che compongono le nostre filiere produttive, incluse le tante piccole e medie imprese”.

Altri punti che vedono una sostanziale unità di intenti tra l’Inail e i sindacati sono quelli che riguardano il rafforzamento dell’attività di formazione, che “deve partire dalla scuola – spiega Tardiola – ed essere effettiva e non solo formale, considerando anche la formazione dei lavoratori stranieri”, e la promozione di iniziative di comunicazione per sensibilizzare sull’importanza di prevenire le cause ricorrenti degli infortuni sul lavoro.

“Con il Forum della prevenzione ‘Made in Inail’, che ha preso il via alla fine di marzo e proseguirà fino al prossimo ottobre – ricorda a questo proposito il direttore generale dell’Istituto – stiamo promuovendo in tutto il Paese un confronto con istituzioni, enti locali e parti sociali sulle strategie di azione più efficaci per aiutare lavoratori e imprese”.

Ultimo aggiornamento: 28/04/2023


© 2024 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

PNRR 2021-2026 - Next Generation EU (DL 77/2021) - Progetto "Digitalizzazione dell'INAIL"


POC Legalità 2014-2020 - Progetto "Antifrode e Internal Audit"


PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 - Progetto "Qualificazione dell'INAIL come Polo Strategico Nazionale (PSN)"

Impostazioni cookie