INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

28/05/2020

Emergenza Covid-19 negli ambienti di lavoro, online i 14 video sul Protocollo tra le parti sociali

Con l’ultimo filmato sulla verifica dell’attuazione delle misure previste, si completa la pubblicazione del prodotto multimediale Inail che illustra in brevi capitoli i contenuti del testo sottoscritto il 14 marzo dalle organizzazioni datoriali e sindacali e integrato il 24 aprile. In un periodo in cui, ripartite le attività produttive, sarà fondamentale rispettare le regole indicate per la prevenzione del rischio contagio

Emergenza Covid-19 negli ambienti di lavoro
ROMA – Con l’ultimo video, dedicato alla verifica dell’attuazione delle misure, si conclude la pubblicazione sul portale web Inail del prodotto multimediale dedicato da Inail all’illustrazione del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure
per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.  Si tratta di quattordici brevi filmati di carattere informativo, uno per ciascun dei 13 articoli del documento sottoscritto tra le parti sociali il 14 marzo scorso e integrato il 24 aprile, oltre a un video introduttivo. Il Protocollo contiene previsioni di carattere generale dirette a tutelare salute e sicurezza dei lavoratori in relazione all’emergenza sanitaria determinata dalla diffusione dell’epidemia da Sars-Cov-2.
 
Il Protocollo in brevi filmati. I video sono stati ideati per illustrare in modo sintetico e facilmente fruibile grazie a grafica e audio, le misure contenute nel documento. Dall’informazione ai lavoratori alle modalità di accesso in azienda e di gestione degli spazi comuni come mense e spogliatoi, alle indicazioni su pulizia, igiene e sanificazione, a quelle sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. Filo conduttore dei temi trattati è la necessità che le imprese, una volta ripartite le attività produttive, rispettino i protocolli anti-contagio per contrastare la diffusione del virus. Anche attraverso una nuova organizzazione che utilizzi turni, smart working, rimodulazione dei livelli produttivi. Infine due temi cruciali: come gestire una persona sintomatica in azienda e la sorveglianza sanitaria. Quest’ultima assume un ruolo importante tra le misure di contenimento del contagio, tanto che il Decreto Rilancio ha previsto una sorveglianza sanitaria eccezionale estesa a tutte le aziende.
 
Aggiornamento e verifica in base alle specificità. L’ultimo filmato pubblicato illustra l’articolo 13 del Protocollo dedicato all’aggiornamento e alla verifica delle misure contenute nel testo. A questo scopo, in azienda si costituisce un Comitato con la partecipazione delle rappresentanze sindacali aziendali e del rappresentante dei lavoratori alla sicurezza. Nei casi in cui, per la particolare tipologia di impresa e per il sistema delle relazioni sindacali, non fosse possibile costituire comitati aziendali è prevista l’istituzione di un comitato territoriale composto dagli Organismi Paritetici per la salute e la sicurezza con il coinvolgimento dei rappresentanti dei lavoratori alla sicurezza territoriale e dei rappresentanti delle parti sociali. Inoltre, si potranno costituire a livello territoriale o settoriale, comitati per le finalità del Protocollo, anche coinvolgendo autorità sanitaria locali e soggetti istituzionali attivi in iniziative per il contrasto alla diffusione del virus.


© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

Finanziamento del PON Governance 2014-2020 per la qualificazione dell'Inail come Polo Strategico Nazionale (PSN)