Impostazioni cookie

Ti trovi in:

Cooperazione applicativa

La cooperazione applicativa consente alle amministrazioni di collaborare tra di loro scambiandosi dati ed integrando processi.
In tal senso ogni amministrazione concorre, ognuna per la propria parte di competenza, a comporre il procedimento che porta all'erogazione del servizio richiesto dall'utente finale.
Ciò consente agli utenti di avere una visione integrata delle funzionalità proposte dalle amministrazioni ma soprattutto ad ottenere, tutti i servizi da esse erogati, presso un unico punto di accesso, senza passaggi intermedi.

La molteplicità di soluzioni architetturali presenti a livello di Amministrazione ha reso necessario individuare una soluzione infrastrutturale unica, che preservi l'autonomia delle stesse e che garantisca il rispetto della normativa di riferimento del Sistema Pubblico di Connettività (Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri 1°aprile 2008, recanti le regole tecniche e di sicurezza per il funzionamento del SPC previste dall'art. 71 comma 1-bis del Codice dell'Amministrazione Digitale - Decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82).

Ogni amministrazione offre, così, i propri servizi applicativi attraverso un unico elemento del proprio sistema informativo, denominato Porta di dominio (Pdd), che colloquia con l'esterno nelle modalità descritte nelle regole tecniche pubblicate a ottobre 2005 e successivi aggiornamenti in aprile 2008 reperibili presso il sito ufficiale di Agid (ex DigitPA).
La Porta di Dominio Inail è riconosciuta come "Porta di dominio qualificata" in quanto ha superato il processo di qualificazione previsto da Agid (19 marzo 2009).


Il Sistema pubblico di connettività (Spc)
Il nuovo Codice dell`Amministrazione Digitale (Cad) all'articolo 52 pone in primo piano la responsabilità delle Pubbliche Amministrazioni nel rendere disponibili i propri dati in modalità digitale. Il Sistema pubblico di connettività è lo strumento che consente ai soggetti pubblici di dialogare, scambiare dati e documenti attraverso standard condivisi e canali sicuri. Viene definito come “L’insieme di infrastrutture tecnologiche e di regole tecniche, per lo sviluppo, la condivisione, l’integrazione e la diffusione del patrimonio informativo e dei dati della PA, necessarie per assicurare l’interoperabilità di base ed evoluta e la cooperazione applicativa dei sistemi informatici e dei flussi informativi, garantendo la sicurezza, la riservatezza delle informazioni, nonché la salvaguardia e l’autonomia del patrimonio informativo di ciascuna amministrazione”.

Il sistema pubblico di connettività (SPC) Il nuovo Codice dell`Amministrazione Digitale (CAD) all'Articolo 52 pone in primo piano la responsabilità delle Pubbliche Amministrazioni nel rendere disponibili i propri dati in modalità digitale. Il Sistema Pubblico di Connettività è lo strumento che consente ai soggetti pubblici di dialogare, scambiare dati e documenti attraverso standard condivisi e canali sicuri. Viene definito come “L’insieme di infrastrutture tecnologiche e di regole tecniche, per lo sviluppo, la condivisione, l’integrazione e la diffusione del patrimonio informativo e dei dati della PA, necessarie per assicurare l’interoperabilità di base ed evoluta e la cooperazione applicativa dei sistemi informatici e dei flussi informativi, garantendo la sicurezza, la riservatezza delle informazioni, nonché la salvaguardia e l’autonomia del patrimonio informativo di ciascuna amministrazione”.

TI POTREBBE INTERESSARE

TI POTREBBE INTERESSARE