INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

13/04/2017

Sicurezza elettrica negli ospedali, online uno studio su come realizzarla e verificarla

La pubblicazione offre un’utile panoramica sulla normativa, sul controllo degli impianti nei locali medici per prevenire i rischi dei pazienti e dei lavoratori

Immagine Sicurezza elettrica negli ospedali, online uno studio su come realizzarla e verificarla
ROMA – “Impianti elettrici nei locali medici: verifiche” è online una pubblicazione realizzata dai ricercatori Inail del Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici.
Lo studio esamina le disposizioni legislative e normative e offre indicazioni per la realizzazione degli impianti elettrici nei locali medici e per lo svolgimento delle verifiche. Una guida utile per garantire la tutela della salute e della sicurezza ai lavoratori ma anche ai pazienti degli ospedali, che – some spiegano gli autori della ricerca – sono soggetti a rischio elettrico anche per valori dei parametri inferiori ai valori di attenzione in condizioni normali.
 
L’importanza delle verifiche periodiche. Sono fondamentali, come sottolinea la pubblicazione, per accertare il permanere nel tempo delle condizioni di sicurezza e per mantenere il controllo del rischio.
 “La regolare effettuazione delle verifiche – rilevano gli autori – consente la scoperta di difetti e deterioramenti, permettendo di intervenire per ripristinare la sicurezza dell’impianto prima che si verifichi un infortunio o un guasto. Questo permette anche un sensibile miglioramento della disponibilità e qualità del servizio di una struttura sanitaria”.
 
Responsabilità del datore di lavoro. Il datore di lavoro deve adottare tutte le misure necessarie per salvaguardare i lavoratori dai rischi di natura elettrica, derivanti da materiali, apparecchiature e impianti elettrici.  “È inoltre necessario eseguire una valutazione dei rischi che tenga conto anche delle caratteristiche e delle condizioni di lavoro, dei rischi ambientali e delle condizioni di esercizio prevedibili (art. 80, commi 1-2, titolo III t.u.). Sulla base della valutazione dei rischi il datore sceglie le misure tecniche e organizzative utili a eliminare o ridurre al minimo i rischi presenti, individua i dispositivi di protezione collettivi e individuali necessari per poter eseguire il lavoro in sicurezza e predispone le procedure di uso e manutenzione atte a garantire la permanenza nel tempo del livello di sicurezza raggiunto”.

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004