INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

25/02/2022

Strumenti per la prevenzione del rischio stress da lavoro correlato nel mondo delle cooperative

Presentato il manuale tecnico-operativo per la valutazione e gestione dello stress lavoro correlato durante la pandemia con i risultati dell’indagine che ha coinvolto oltre 300 lavoratori

Immagine copertina manuale
VENEZIA – Si è concluso il progetto, partito a gennaio 2021, realizzato dalla Direzione regionale Veneto e dalla Legacoop, che ha previsto una ricerca focalizzata sullo stress durante la pandemia. L’indagine ha coinvolto più di 300 lavoratori delle cooperative che hanno operato in modalità smart working e in presenza. I risultati dello studio, volto a individuare eventuali fattori di affaticamento e di tensione legati alla pandemia, sono stati riportati in un manuale che, oltre a mettere in evidenza le cause emergenti dello stress da lavoro correlato, fornisce degli strumenti operativi per la gestione di questo fenomeno.

I rischi “poco visibili” emersi con lo smart working. La rapida e massiva introduzione dello smart working ha cambiato l’organizzazione del lavoro, i ritmi personali e gli ambienti lavorativi e ha fatto emergere nuovi rischi “poco visibili” oggetto dell’indagine. Pari importanza è stata data ai rischi del lavoro in presenza, essenziali in alcuni settori, in un contesto in cui la probabilità di contrarre il Covid era molto elevata.

Attivato un Centralino competente a supporto degli operatori. Sono stati particolarmente apprezzati dai lavoratori lo strumento di rilevazione, denominato “termometro emozionale”, finalizzato a misurare i livelli di stress e l’avvio di un Centralino competente con il compito di supportare gli operatori sulle tematiche che lo stesso progetto ha fatto emergere, cercando di suggerire, con la collaborazione di una psicologa psicoterapeuta, strategie di risoluzione adeguate. Per la Direzione regionale Veneto, hanno collaborato al progetto Alessia Comacchio, dirigente medico referente della Prevenzione, Luciana Comin, responsabile del processo Formazione ed Elena Pisoni, responsabile del processo Prevenzione.

© 2024 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

PNRR 2021-2026 - Next Generation EU (DL 77/2021) - Progetto "Digitalizzazione dell'INAIL"


POC Legalità 2014-2020 - Progetto "Antifrode e Internal Audit"


PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 - Progetto "Qualificazione dell'INAIL come Polo Strategico Nazionale (PSN)"

Impostazioni cookie