INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

19/12/2022

Disabilità e trasporti, con la Carta Blu di Trenitalia gli accompagnatori degli assistiti Inail viaggiano gratis

La tessera, che consente l’acquisto di un biglietto valido per due persone al prezzo previsto per un solo passeggero, dal 20 dicembre può essere richiesta anche dai titolari di rendita con assegno per assistenza personale continuativa, riconosciuto dall’Istituto per inabilità o menomazioni derivanti da infortunio sul lavoro o malattia professionale

Disabilità e trasporti, con la Carta Blu di Trenitalia gli accompagnatori degli assistiti Inail viaggiano gratis
ROMA - A partire da martedì 20 dicembre anche i titolari di rendita Inail con assegno per assistenza personale continuativa, riconosciuto dall’Istituto per inabilità o menomazioni derivanti da infortunio sul lavoro o malattia professionale, possono richiedere la Carta Blu di Trenitalia, la tessera gratuita nominativa che riconosce ad alcune categorie di persone con disabilità il diritto di usufruire di condizioni agevolate per viaggiare sui treni in territorio nazionale.

La validità è di cinque anni ed è rinnovabile alla scadenza. Della durata di cinque anni, con possibilità di rinnovo a ogni scadenza per lo stesso periodo, la Carta Blu consente ai beneficiari di acquistare un unico biglietto per sé e per il proprio accompagnatore al prezzo intero previsto per i collegamenti regionali e per le Frecce, Intercity Notte e Intercity, in prima e seconda classe, nei livelli di servizio Business, Premium e Standard e nei servizi cuccetta o vagone letto.

A rilasciarla sono gli uffici assistenza o le biglietterie. Per il rilascio della tessera è necessario rivolgersi con un documento di identità agli uffici assistenza di Trenitalia o, se non presenti, alle biglietterie, consegnando il modulo per la richiesta della Carta Blu e l’attestato di titolarità di rendita Inail con relativo assegno di assistenza personale continuativa, rilasciato dall’Istituto non più di 30 giorni prima. La richiesta e il ritiro della Carta possono essere effettuati anche dal genitore/tutore di minore o da una persona munita di delega scritta, corredata dalla copia di un documento di identità del delegante e del delegato.  

L’attestato sarà inviato al domicilio degli aventi diritto. Per la fase di avvio del servizio l’Inail sta estraendo dai propri archivi i nominativi degli aventi diritto, ai quali sarà inviato direttamente a casa l’attestato di titolarità di assegno per assistenza personale continuativa. Per ottenere l’attestato, inoltre, è possibile rivolgersi alla sede dell’Istituto che gestisce rendita e assegno.

© 2024 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

PNRR 2021-2026 - Next Generation EU (DL 77/2021) - Progetto "Digitalizzazione dell'INAIL"


POC Legalità 2014-2020 - Progetto "Antifrode e Internal Audit"


PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 - Progetto "Qualificazione dell'INAIL come Polo Strategico Nazionale (PSN)"

Impostazioni cookie