INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

23/05/2024

Ricerche in collaborazione, con il bando BRiC dall’Inail 3,7 milioni di euro di finanziamento

Le proposte progettuali devono essere presentate entro il 1° luglio 2024 alle ore 14.00 e saranno oggetto di una procedura di valutazione tecnico-scientifica su diversi criteri, quali originalità, qualificazione del partenariato, anche con l’innovativa previsione premiante in caso di coinvolgimento di imprese in possesso della certificazione della parità di genere, e grado di trasferibilità, oltre alla coerenza con i programmi del piano di attività 2022-2024-Ricerca scientifica

Immagine ricerca
ROMA - Collaborazioni e sinergie per sviluppare e potenziare la ricerca scientifica. È questo lo spirito del bando BRiC 2024 appena pubblicato sul portale dell’Inail. L’avviso pubblico per l’affidamento di ricerche in collaborazione dirette al raggiungimento degli obiettivi programmati dall’Istituto e al consolidamento della rete scientifica, in attuazione del Piano di attività 2022-2024 - Ricerca scientifica, prevede un finanziamento, per il 2024, di 3,7 milioni di euro.

I destinatari del bando. I soggetti istituzionali a cui il bando si rivolge sono gli enti di ricerca pubblici e i relativi dipartimenti dotati di autonomia gestionale, gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, le università e i dipartimenti universitari. Nell’ambito delle proposte progettuali presentate possono anche figurare, in qualità di enti partner: Regioni, Province autonome e Pubbliche amministrazioni ad esse afferenti, strutture di ricerca delle associazioni di categoria e delle parti sociali e le fondazioni a carattere nazionale, iscritte all’Anagrafe nazionale delle ricerche con esperienza nell’ambito della salute e sicurezza sul lavoro e/o in studi sociali.

Coinvolgimento di imprese. All’interno dei parternariati costituiti dai destinatari istituzionali viene mantenuta, come nel precedente bando, la possibilità di un coinvolgimento, nel progetto, di imprese con stabile organizzazione in Italia e nessun impedimento a contrarre con la Pubblica Amministrazione. L’individuazione delle imprese da parte dei destinatari istituzionali dovrà avvenire mediante manifestazione pubblica di interesse preferibilmente prima della presentazione della domanda di partecipazione e, comunque, non oltre la sottoscrizione della convenzione. 

Certificazione della parità di genere. Centrale novità di questa edizione è la valorizzazione del coinvolgimento, da parte dei destinatari istituzionali, di imprese che adottino, al loro interno, policy connesse alla parità di genere: il punteggio premiale aggiuntivo correlato a tale coinvolgimento si massimizza per le imprese in possesso, alla data di presentazione della domanda, della certificazione della parità di genere di cui alla legge 5 novembre 2021, n.162, in conformità alla norma UNI/PdR 125:2022, rilasciata dagli organismi di certificazione accreditati ai sensi del regolamento CE 765/2008.

Progetti in coerenza con i programmi di ricerca del Piano triennale. Le collaborazioni devono riguardare proposte progettuali coerenti con i programmi di ricerca ricompresi nel Piano di attività dell’Inail 2022-2024 - Ricerca scientifica. I contenuti sono orientati verso lo sviluppo di soluzioni innovative e ad alto valore tecnologico per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, con particolare interesse al design cognitivo applicato alle macchine, ai sistemi robotizzati e alle macchine a guida autonoma per la sicurezza nei cantieri, ai rischi nei veicoli di piccole dimensioni per lavoratori e disabili, ai rischi emergenti dovuti a fenomeni meteorologici estremi connessi ai cambiamenti climatici, all’evoluzione del rischio correlata a nuove modalità organizzative, alla correlazione tra efficacia della formazione e sfera cognitiva ed emozionale del lavoratore e all’utilizzo di strumenti di intelligenza artificiale, realtà virtuale e machine learning.

Modalità di partecipazione. Altra importante novità del bando BRiC 2024, nell’ottica della progressiva informatizzazione del rapporto dell’Istituto con i suoi partner/utenti, è il completamento della digitalizzazione della procedura avviata nella precedente edizione. Le proposte progettuali saranno presentate, da parte dei destinatari istituzionali, tramite un apposito applicativo che sarà on line dalla giornata del 3 giugno 2024. Ciascun destinatario istituzionale potrà presentare al massimo tre proposte, da inviare attraverso la procedura informatica entro le ore 14.00 del 1° luglio 2024. Qualora uno stesso destinatario istituzionale presenti più di tre proposte, saranno prese in considerazione le prime tre ammissibili secondo l’ordine cronologico di arrivo.

Selezione delle proposte. La selezione delle proposte sarà curata da una Commissione, per entrambi i Dipartimenti di ricerca, composta da esperti dell’Istituto di particolare e comprovata qualificazione professionale nelle materie oggetto della collaborazione richiesta. Al termine della valutazione sarà predisposta una graduatoria dei progetti finanziabili, con l’indicazione del relativo importo di finanziamento riconoscibile. I destinatari istituzionali ammessi al finanziamento dovranno presentare, entro trenta giorni, il progetto esecutivo, redatto in collaborazione con una specifica unità operativa Inail, in relazione al quale l’Istituto stipulerà un’apposita convenzione.

Finanziamento. Come avvenuto nei precedenti bandi BRiC, potranno beneficiare dei finanziamenti previsti e concorrere, attraverso il cofinanziamento, alla realizzazione delle attività di ricerca, esclusivamente i soggetti individuati come destinatari istituzionali o quali enti partner, e non le imprese. Il finanziamento verrà erogato in due tranches per ciascuna delle due annualità previste; per la seconda annualità l’erogazione è subordinata alla disponibilità di bilancio per l’esercizio finanziario di competenza

Pubblicazioni e diritti di proprietà intellettuale. I documenti e i risultati del progetto potranno essere divulgati e pubblicati senza alcuna restrizione dall’Inail, con l’indicazione di quanti ne hanno curato la produzione. Potranno inoltre essere divulgati dal destinatario istituzionale, dietro espressa autorizzazione dell’Istituto, riportando l’indicazione: “Progetto realizzato con il supporto finanziario dell’Inail”. La proprietà delle metodologie, degli studi e dei prodotti sviluppati nell’ambito del progetto è regolamentata dalla normativa vigente in materia e sarà dettagliatamente disciplinata nella convenzione tra l’Istituto e il destinatario istituzionale.
 


© 2024 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

PNRR 2021-2026 - Next Generation EU (DL 77/2021) - Progetto "Digitalizzazione dell'INAIL"


POC Legalità 2014-2020 - Progetto "Antifrode e Internal Audit"


PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 - Progetto "Qualificazione dell'INAIL come Polo Strategico Nazionale (PSN)"

Impostazioni cookie