Impostazioni cookie

Ti trovi in:

Interventi per il recupero dell'autonomia nell'ambito domestico e nella mobilità

Interventi finalizzati a consentire l’accessibilità e la fruibilità dell’abitazione nonché a restituire autonomia all’assistito consentendogli di far fronte alle limitazioni della mobilità, della comunicazione e della gestione dell’ambiente domestico. 

Destinatari

Lavoratori infortunati e/o affetti da malattia professionale nei confronti dei quali siano state riconosciute menomazioni fisiche e/o psichiche di qualsiasi grado o, durante il periodo di inabilità temporanea assoluta, qualora sia prevedibile che residui una menomazione dell’integrità psicofisica di qualsiasi grado.

Caratteristiche

Gli interventi per il recupero dell'autonomia nell’ambito domestico e nella mobilità erogabili dall’Inail consistono in:

  • opere murarie per l’abbattimento e/o il superamento delle barriere architettoniche;
  • fornitura e installazione di dispositivi per il superamento delle barriere architettoniche (montascale, elevatori, ascensori, rampe e scivoli);
  • adeguamenti funzionali e modifiche impiantistiche, comprensivi delle opere murarie volti a rendere idonei alla tipologia di disabilità (i sanitari, la rubinetteria, i comandi per impianti elettrici e speciali, ecc);
  • fornitura e installazione di impianti per il controllo del microclima;
  • fornitura e/o adeguamento di arredi;
  • fornitura e installazione di dispositivi domotici;
  • fornitura di comandi speciali e adattamento veicoli. 

Modalità di erogazione

A seguito della richiesta (corredata della documentazione indicata per ogni singolo intervento nella circolare n.7/2022) presentata dal lavoratore infortunato e/o affetto da malattia professionale, l’équipe multidisciplinare della sede Inail competente per domicilio del lavoratore stesso individua l’intervento rispondente alle sue esigenze. Sulla base del verbale di équipe e della positiva valutazione dell’appropriatezza degli interventi individuati, l’Inail eroga l’intervento.

In alcuni casi (per esempio opere murarie per l’abbattimento e/o il superamento delle barriere architettoniche) l’operatore/fornitore è liberamente scelto dal lavoratore infortunato e/o affetto da malattia professionale. In questi casi, sulla base del verbale di équipe e dell’avvenuto rilascio di tutti i nulla osta, autorizzazioni, concessioni, licenze richiesti dalla normativa vigente, l’Inail autorizza l’erogazione dell’intervento e rimborsa al lavoratore infortunato e/o affetto da malattia professionale il costo da questi sostenuto nei limiti dell’importo ritenuto congruo.

ALLEGATI

ALLEGATI