Impostazioni cookie

Ti trovi in:

Cosa è l'assicurazione

L’Inail tutela il lavoratore contro i danni fisici ed economici derivanti da infortuni causati dall’attività lavorativa e malattie professionali.

Sono tutelati dall’Inail tutti coloro che, addetti ad attività rischiose, svolgono un lavoro comunque retribuito alle dipendenze di un datore di lavoro, compresi i sovrintendenti ai lavori, i soci di società e cooperative, i medici esposti a Rx, gli apprendisti, i dipendenti che lavorano a computer e registratori di cassa e anche i soggetti appartenenti all'area dirigenziale e gli sportivi professionisti dipendenti.

Sono inoltre tutelati gli artigiani e i lavoratori autonomi dell’agricoltura e i lavoratori parasubordinati che svolgono attività di collaborazione coordinata e continuativa.

Per quanto riguarda la navigazione e la pesca, sono compresi nell'assicurazione i componenti dell'equipaggio, comunque retribuiti, delle navi o galleggianti anche se esercitati a scopo di diporto.

Caratteristica peculiare dell’assicurazione INAIL è l’automaticità delle prestazioni in virtù della quale il lavoratore ha diritto alle prestazioni anche se il suo datore di lavoro non lo ha assicurato o se non è in regola con il pagamento dei contributi Inail. 

Il principio di automaticità delle prestazioni non si applica, tuttavia, per i lavoratori autonomi, per i quali il diritto alle prestazioni economiche si riconosce nel momento in cui viene regolarizzata la situazione contributiva, fermo restando l’accesso alle prestazioni sanitarie e riabilitative comunque garantite anche se non ha provveduto al versamento del premio.

Il rapporto assicurativo che dà luogo al riconoscimento delle prestazioni in caso di infortunio e malattia professionale si costituisce automaticamente al verificarsi dei presupposti soggettivi e oggettivi stabiliti dalla legge. 

La gestione del rapporto assicurativo ha inizio con la presentazione all’Inail della denuncia dell’attività esercitata; tuttavia, anche in assenza della denuncia iniziale, il lavoratore è comunque garantito sin dall’inizio dell’attività assicurata in base al principio dell’automaticità delle prestazioni. 

Nel momento in cui inizia un’attività lavorativa rischiosa, il datore di lavoro e l’artigiano senza dipendenti devono presentare tramite i servizi online all’Inail la denuncia dei lavori (cd. denuncia di esercizio o di iscrizione) per la valutazione dei rischi ed il calcolo del premio di assicurazione. Deve essere denunciata all’Inail, sempre tramite i servizi telematici, ogni variazione successiva alla presentazione della denuncia di iscrizione o di esercizio (modificazioni di estensione e di natura del rischio già coperto dall’assicurazione e la cessazione delle lavorazioni, variazione della ragione sociale o del legale rappresentante, ecc.).

Il premio assicurativo è a carico del datore di lavoro, dell'artigiano senza dipendenti o del lavoratore autonomo dell'agricoltura. Ogni anno, alle scadenze di legge, il datore di lavoro deve comunicare per via telematica i dati retributivi per il calcolo del premio e provvedere al suo versamento. 

In caso di evento lesivo (infortunio sul lavoro o malattia professionale) occorso al lavoratore, il datore di lavoro ha l'obbligo di inoltrare la relativa denuncia entro i termini di legge, indipendentemente da ogni valutazione sulla ricorrenza degli estremi di legge per l’indennizzabilità.

TI POTREBBE INTERESSARE

TI POTREBBE INTERESSARE