Impostazioni cookie

Ti trovi in:

Rimborso spese di viaggio e soggiorno cure idrofangotermali e soggiorni climatici

Rimborso delle spese per viaggio e soggiorno per cure termali (anche per l'eventuale accompagnatore) nonché il pagamento dell'indennità per inabilità temporanea assoluta o dell'integrazione della rendita diretta (in caso di indifferibilità trattamento termale).

Destinatari

Previa autorizzazione del medico Inail, possono beneficiare della prestazione:

  • i lavoratori infortunati o affetti da malattia professionale, durante il periodo di inabilità temporanea assoluta;
  • i titolari di indennizzo (in rendita o in capitale) per i quali non sia scaduto l’ultimo termine di revisione (ne godono senza limiti di tempo, invece, i silicotici o gli asbestotici).

Caratteristiche

L’Inail rimborsa all’invalido e all’eventuale accompagnatore, le spese di viaggio di andata e ritorno per l’effettuazione delle cure e del soggiorno in albergo convenzionato.

Per le cure idrofangotermali i titolari di indennizzo devono essere affetti da una delle patologie indicate dal decreto del Ministero della salute.

La durata del ciclo di cure per il trattamento termale è di 15 giorni (12 di cure più 3 di viaggio) ed è a carico del Servizio sanitario nazionale; quella per il soggiorno climatico di 20 giorni.

È inoltre previsto il pagamento dell’indennità per inabilità temporanea assoluta o dell’integrazione della rendita diretta per l’invalido, entrambe soggette a tassazione Irpef.

Modalità di richiesta

L’interessato presenta/inoltra la domanda, su richiesta del medico curante, alla sede competente in base al domicilio del lavoratore, tramite:

  • sportello della sede competente;
  • posta ordinaria;
  • Pec (posta elettronica certificata);
  • patronato (con delega).

Modalità di ricezione comunicazioni

  • Posta ordinaria;
  • Pec (posta elettronica certificata).

Modalità di erogazione del servizio

  • Accredito su conto corrente bancario o postale;
  • Accredito su libretto di deposito nominativo bancario o postale;
  • Accredito su carta prepagata dotata di codice Iban;
  • Vaglia postale non trasferibile intestato all’assistito o con pagamento in contanti localizzato presso sportello bancario o postale, solo per importi inferiori a 1.000,00 euro.

 

TI POTREBBE INTERESSARE

TI POTREBBE INTERESSARE