Impostazioni cookie

Ti trovi in:

Attrezzature, mezzi e impianti per il trasporto

Un settore oggetto dell’attività di ricerca dell’area ‘Sicurezza delle Attrezzature’ caratterizzato da forte specificità è quello dei sistemi per la movimentazione e il trasporto di persone e materiali. La probabilità e/o la gravità degli eventi infortunistici ad essi associate è infatti elevata e generalmente si rendono necessari margini di sicurezza maggiori che vanno a interessare, ad esempio, le caratteristiche e l’affidabilità dei dispositivi di sicurezza e di altri componenti. Molti di questi sistemi di movimentazione e trasporto rientrano nel campo di applicazione della direttiva macchine, ma alcuni sono oggetto di direttive/regolamenti più specifici oppure non hanno alcuna direttiva di riferimento. Un caso particolare è costituito, ad esempio, dagli ascensori che, se installati permanentemente negli edifici o nelle costruzioni, ricadono nel campo di applicazione della direttiva macchine o della direttiva ascensori a seconda che la velocità sia o meno contenuta entro gli 0,15 m/s; mentre, per gli ascensori da cantiere, l’attuale riferimento è sempre costituito dalla direttiva macchine. 

Altro tema rilevante è quello del trasporto (che generalmente esula dal campo di applicazione della direttiva macchine), e in particolare dei sistemi di trasporto in servizio pubblico, dove gli aspetti di protezione dei lavoratori (personale di servizio e manutenzione) devono armonizzarsi con la necessità di garantire la sicurezza degli utenti trasportati ovvero dell’incolumità pubblica. Per questi, la competenza è in capo al Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile e, fra i sistemi di trasporto coinvolti, sono compresi anche gli impianti a fune e gli ascensori in servizio pubblico.

Altri sistemi per la “movimentazione/trasporto” di persone che non ricadono nel campo di applicazione della direttiva macchine e che presentano delle specificità di settore molto rilevanti, sono le attrezzature per i parchi divertimenti. Esse, infatti, in relazione all’obiettivo di trasmettere sollecitazioni fisiche e di provocare stimoli neurologici ed emotivi intensi, presentano generalmente dei parametri di funzionamento “estremi/anomali” rispetto a quelli generalmente considerati per le macchine. Questo comporta un esercizio di analisi e valutazione dei rischi che può discostarsi parzialmente dalle prassi e metodologie consolidate per le macchine, richiedendo delle misure di sicurezza appropriate alle particolari situazioni.

Fra le attività in corso per i sistemi di movimentazione e trasporto si segnala un progetto, nell’ambito di un accordo di collaborazione con la Prefettura di Roma, per migliorare l’efficacia dell’esame di abilitazione alla professione di manutentore di ascensori e montacarichi installati in maniera permanente negli edifici o nelle costruzioni e della sua formazione professionale. Si stanno inoltre conducendo degli studi per il settore funiviario, finalizzati a seguire il processo normativo per la sicurezza del personale di servizio e manutenzione e per individuare soluzioni tecnologiche innovative per ridurre la loro esposizione ai pericoli. È inoltre in corso uno studio dedicato alle attrezzature per parchi divertimento e finalizzato all’analisi dei rischi nell’utilizzo di giostre per parchi divertimento a tema.