Impostazioni cookie

Ti trovi in:

Il processo culturale e normativo degli ultimi decenni ha portato alla consapevolezza che la maggior parte di infortuni e malattie professionali ha una causa, o almeno una concausa, organizzativa. Fare prevenzione in azienda significa quindi dotarsi di una organizzazione che consenta una agevole ma efficace gestione degli aspetti di salute e sicurezza sul lavoro.

Nascono da questa necessità i “sistemi di gestione della salute e sicurezza (Sgsl)”. Si tratta di sistemi organizzativi che integrano obiettivi e politiche per la salute e sicurezza nella progettazione e gestione di sistemi di lavoro e produzione di beni o servizi.

I riferimenti disponibili per le aziende, che decidono di adottare volontariamente un Sgsl, sono:

  • le linee guida Uni-Inail del 28/9/2001
  • le Bs Ohsas 18001:0

Adottare efficacemente un Sgsl:

  • consente la riduzione di infortuni e malattie professionali recentemente confermata da un recente studio dell’Inail (cfr. tabella a fondo pagina) e quindi la riduzione dei costi dovuti alla mancata sicurezza;
  • consente di accedere alla richiesta di riduzione del tasso di premio da corrispondere all’Inail (vedi Assicurazione > Premio assicurativo > Oscillazione del tasso);
  • come previsto dall’articolo 30 del Decreto Legislativo numero 81/2008 ha efficacia esimente della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni di cui al Decreto Legislativo numero 231/01.

 

GG Tariffa Settori   If* (%)     Ig**(%)
0 Servizi - 21 - 15
1 Pesca,  Alimenti, Agricoltura       0       0     
2 Chimica, Plastica, Carta, Pelli - 26 -45
3 Edilizia
- 33 -42
4 Energia, Acqua, Gas - 32 -33
5 Legno - 34 -73
6 Metallurgia, Macchine - 6 - 18
7 Mineraria - 43 - 51
8 Industrie Tessili - 64 -40
9 Trasporti, Magazzino - 13 - 32
  Dati in complesso - 27 -35

TI POTREBBE INTERESSARE

TI POTREBBE INTERESSARE