INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Faq

Vige l'obbligo di reperibilità e di rispetto delle fasce orarie in caso di infortunio sul lavoro o malattia professionale?

in:

Prestazioni a tutela del lavoratore > Informazioni e normativa > Infortunio sul lavoro

L'Inail non effettua controlli domiciliari e, quindi, non esistono fasce orarie di reperibilità che devono essere rispettate nei confronti dell’Istituto. 
Ai sensi dell’art. 12 L. 67/1988, le competenze in materia di accertamento, certificazione ed ogni altre prestazione medico legale sui lavoratori tecnopatici ed infortunati spettano all’Inail secondo le modalità vigenti.
In tal senso si è recentemente espressa la Presidenza del Consiglio dei Ministri in risposta ad una richiesta di chiarimenti in merito alla permanenza o meno dell’obbligo di reperibilità del personale dipendente (sia pubblico che privato) assente a seguito di infortunio sul lavoro, precisando che tale circostanza non è direttamente riscontrabile dall’Inps, rientrando piuttosto tra le competenze dell’Inail.
 
L'Inail può, però, chiamare a visita il lavoratore infortunato inviando apposite cartoline di convocazione presso le proprie Sedi territoriali. L'assicurato, a fronte di tale convocazione, ha l'obbligo di sottoporsi alle visite di controllo che l'Istituto intende eseguire (art. 87 del DPR n. 1124/1965: "l'infortunato non può, senza giustificato motivo, rifiutare di sottoporsi alle cure mediche e chirurgiche che l'Istituto assicuratore ritenga necessarie.").
 
Tuttavia – come stabilito dalla sentenza 15773 del 9 novembre 2002 - i CCNL possono prevedere l'obbligo di reperibilità nelle fasce orarie anche per le assenze dei lavoratori dovute a infortunio o a malattia professionale. Il mancato rispetto di tale obbligo, se accertato dai medici ASL o INPS, autorizza il datore di lavoro ad applicare la sanzione disciplinare, eventualmente prevista dal CCNL, ma non comporta la perdita delle indennità INAIL da parte del lavoratore. 
 

INAIL sede centrale: P.le Pastore 6, 00144 Roma (RM) - P. IVA 00968951004