INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Progetto “Sperimentazione di un modello di formazione per addetti al montaggio delle linee vita, al lavoro in quota e alle demolizioni ”

Progetto rivolto agli addetti al montaggio delle linee vita e alle lavorazioni in quota con DPI anti-caduta e ai lavoratori che si occupano delle demolizioni di edifici.

Umbria_mappa_progetti

Obiettivi

  • Costruire, sperimentare e validare un modello di formazione teorico-pratica degli
    addetti al montaggio delle linee vita e alle lavorazioni in quota con DPI anti-caduta;
  • Costruire, sperimentare e validare un modello di formazione teorico-pratica degli
    addetti alle demolizioni.
Durata: biennale

Azioni e attività
Sono previste le seguenti azioni e attività:

Costituzione di un Comitato paritetico di coordinamento:
Composto dai referenti indicati da Inail Umbria, Regione Umbria, CESF di Perugia,
Tesef di Terni, come riportato nell'Accordo, che eseguiranno i seguenti compiti:
  • predisporre i piani semestrali e annuali delle attività delineando gli indirizzi tecnici ed organizzativi;  
  • programmare le procedure di monitoraggio dello stato di realizzazione delle attività - anche con la costituzione di specifici gruppi di lavoro - e del livello di raggiungimento degli obiettivi stabiliti;
  • modificare ed integrare il presente atto, a seguito dell’evoluzione del complessivo quadro delle norme e degli indirizzi nazionali in materia, nonché di nuove esigenze di collaborazione che dovessero manifestarsi durante la vigenza dell’Accordo;
  • elaborare il rendiconto annuale, relativo alle attività svolte e agli obiettivi perseguiti da sottoporre ai rispettivi organi competenti.
Progettazione dei percorsi formativi, caratterizzati da parte normativa-teorica e da una parte di addestramento pratico:
  • Individuazione dei contenuti minimi e delle modalità del percorso formativo per gli addetti al montaggio delle linee vita e alle lavorazioni in quota con DPI anti-caduta e per gli addetti alle demolizioni.
  • Definizione dei contenuti con analisi delle caratteristiche di specifici rischi connessi alle attività oggetto di formazione.
Sperimentazione dei percorsi formativi definiti
I percorsi formativi costruiti devono essere sperimentati, anche attraverso un approccio interattivo con la riproduzione in cantieri-scuola delle situazioni di lavoro più rischiose, coinvolgendo un numero di lavoratori pari almeno a 30.

Valutazione dei percorsi formativi
La valutazione prevede sia una analisi strutturata con i lavoratori (es. analisi Swot) sia una valutazione in campo dei tecnici del CESF di Perugia e del TESEF di Terni, durante lo svolgimento delle lavorazioni degli addetti al montaggio delle linee vita e delle lavorazioni in quota e alle demolizioni con registrazione di eventuali comportamenti errati; i risultati della valutazione potranno andare a modificare il formato dei percorsi formativi, concentrando l’attenzione sulle criticità emerse dalla valutazione.

Approvazione del modello formativo
Predisposizione di materiali di supporto da sottoporre al Comitato di Coordinamento Regionale  ex art. 7 TU 81/08.


Presentazione dei modelli di formazione
I due modelli formativi verranno presentati in un momento seminariale aperto ai
lavoratori, ai datori lavoro e RLS
 

ALLEGATI

Ultimo aggiornamento: 14/03/2019


© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004