INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Bando di concorso scadenza 17 giugno 2013

Avviso pubblico per l’assegnazione di n. 1 contratto per responsabile di laboratorio (biorepositorio), per titoli e colloquio, in possesso della laurea in scienze biologiche, per lo svolgimento di attivita’ di raccolta e bancaggio di materiali biologici ottenuti da persone esposte a xenobiotici, nell’ambito del progetto di ricerca dal titolo istituzione di un biorepositorio ambientale ed occupazionale, dedicato in prima istanza alle patologie asbesto correlate 2013-2015

AVVISO PUBBLICO PER L'ASSEGNAZIONE DI N. 1 (UN) CONTRATTO PER RESPONSABILE DI LABORATORIO (BIOREPOSITORIO), PER TITOLI E COLLOQUIO, IN POSSESSO DELLA LAUREA IN SCIENZE BIOLOGICHE, PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' DI RACCOLTA E BANCAGGIO DI MATERIALI BIOLOGICI OTTENUTI DA PERSONE ESPOSTE A XENOBIOTICI, NELL'AMBITO DEL PROGETTO DI RICERCA DAL TITOLO "ISTITUZIONE DI UN BIOREPOSITORIO AMBIENTALE ED OCCUPAZIONALE, DEDICATO IN PRIMA ISTANZA ALLE PATOLOGIE ASBESTO CORRELATE 2013 - 2015" - CO-FINANZIATO DA INAIL, AGENZIA REGIONALE SANITARIA ABRUZZO E FONDAZIONE UNIVERSITA' "G. D'ANNUNZIO" - PRESSO IL CENTRO STUDI DELL'INVECCHIAMENTO (Ce.S.I.) DELLA FONDAZIONE UNIVERSITA' "G. D'ANNUNZIO"

SCADENZA DEL BANDO: 17 giugno 2013
Pubblicato sull'albo del Ce.S.I. e sul sito della Fondazione (www.fondazioneunich.it) alla sezione "Bandi" e dell'INAIL (www.inail.it).

E' indetto n. 1 (un) Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, diretto all'assegnazione di n. 1 (un) contratto di ricerca ad 1 (un) laureato in Scienze Biologiche, nell'ambito del progetto di ricerca "ISTITUZIONE DI UN BIOREPOSITORIO AMBIENTALE ED OCCUPAZIONALE, DEDICATO IN PRIMA ISTANZA ALLE PATOLOGIE ASBESTO CORRELATE 2013 - 2015" con fondi messi a disposizione dall'INAIL.
Le attività di ricerca, oggetto del contratto da assegnare a n. 1 (una) Unità di Personale di Responsabile di Laboratorio (Biorespiratorio) sono finalizzate all'allestimento, al potenziamento e al miglioramento dell'efficienza delle procedure di bancaggio, e del coordinamento e supervisione del personale coinvolto.
Il predetto contratto avrà una durata semestrale, con possibilità di rinnovo per altri quattro anni condizionatamente alla disponibilità dei fondi stanziati per il progetto in discorso. L'importo totale lordo del contratto è di € 40.300,00 (quarantamilatrecento//00).
La sede di svolgimento delle attività di ricerca di cui trattasi è l'Unità Operativa di Immunotossicologia e Allergologia diretta dal Prof. Mario Di Gioacchino presso il Ce.S.I. della Fondazione sito a Chieti Scalo, in via Luigi Polacchi, n. 11

ART. 1 - REQUISITI SPECIFICI
All'avviso pubblico possono partecipare tutti coloro che siano in possesso, alla scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande, del seguente requisito:
Laurea specialistica o magistrale in Scienze Biologiche, con esperienza lavorativa pluriennale specifica nella ricerca biomedica dedicata allo studio dell'interazione ed effetti biologici di xenobiotici. Il suddetto requisito è richiesto a pena di esclusione e, più precisamente, deve essere posseduto alla data di scadenza del bando. Non è consentito fare integrazioni e/o modificazioni alla domanda in data successiva a quella di scadenza prevista dal presente bando.
Costituiranno titolo preferenziale:

  1. Il voto di laurea;
  2. Il titolo di Dottore di Ricerca in Medicina Sperimentale;
  3. L'abilitazione all'esercizio della Professione di Biologo, sezione A;
  4. L'esperienza, documentata da pubblicazioni, degli eventi cellulari indotti da xenobiotici ambientali e professionali su cellule umane e animali;
  5. L'esperienza in tecnologie molecolari e cellulari;
  6. L'esperienza lavorativa all'estero;
  7. La ottima conoscenza della lingua inglese (letta, scritta, parlata).

In particolare, il colloquio verterà su argomenti pertinenti la crioconservazione e gli effetti biologici degli xenobiotici.

ART. 2 - DOMANDA DI PARTECIPAZIONE
La domanda di partecipazione all'avviso, redatta in carta libera e debitamente firmata dal candidato, dovrà essere indirizzata al Responsabile dell'Unità Operativa di Immunotossicologia e Allergologia, Prof. Mario Di Gioacchino, Fondazione Università "G. d'Annunzio" - Ce.S.I., Via Luigi Polacchi, n. 11 - 66100 Chieti Scalo (CH) ed altresì spedita a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento, entro e non oltre quindici giorni dalla pubblicazione del presente bando. Se la scadenza del bando andrà a coincidere con un giorno festivo, il termine di presentazione della predetta domanda sarà prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Nella domanda ciascun candidato dovrà indicare:

  1. il luogo e la data di nascita nonché la residenza;
  2. la cittadinanza;
  3. il Comune di iscrizione nelle liste elettorali (ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime);
  4. di avere o non avere riportato condanne penali (se si indicare quali);
  5. il possesso della Laurea Specialistica o Magistrale in Scienze Biologiche;
  6. di autorizzare la Fondazione al trattamento dei propri dati personali ai sensi del D.Lgs.vo n. 196/2003 finalizzato agli adempimenti connessi con l'espletamento della procedura selettiva;
  7. il recapito del domicilio e l'indirizzo e-mail eletto per le comunicazioni relative al presente avviso.

Nella domanda dovrà essere incluso:

  1. curriculum formativo e professionale datato e firmato ed autocertificato ai sensi della DPR 445/2000;
  2. ogni altro documento che il candidato ritenga opportuno produrre ai fini della propria valutazione.

ART. 3 - COMMISSIONE E SELEZIONE DEI CANDIDATI
La valutazione delle domande presentate dai candidati per la partecipazione al presente avviso verrà
effettuata da un'apposita Commissione di Valutazione rappresentata dai seguenti componenti:

  • Il Responsabile della Unità Operativa di Immunotossicologia e Allergologia del Ce.S.I. Prof. Mario Di Gioacchino (quale responsabile del progetto);
  • Il Prof Renato Mariani-Costantini (quale esperto della materia);
  • Il Direttore dell'INAIL.

La selezione dei candidati avrà luogo a seguito del punteggio complessivo assegnato in base alla valutazione dei titoli di merito sopra meglio descritti. In particolare, i criteri saranno stabiliti dalla Commissione previa riunione preliminare. La data dei colloqui, invece, sarà comunicata mediante pubblicazione sul sito web della Fondazione sopraindicato almeno 7 (sette) giorni prima della data di svolgimento dei medesimi.

ART. 4 - VALUTAZIONE DEI TITOLI, COLLOQUIO E GRADUATORIA FINALE
L'avviso è per titoli e colloquio. La valutazione dei titoli precede il colloquio. I colloqui si svolgeranno presso il Laboratorio di Immunotossicologia e Allergologia del Ce.S.I. e saranno diretti all'accertamento, per ciascun profilo sopra delineato, delle conoscenze scientifiche e metodologiche relative al tema oggetto del presente bando.
Per la valutazione, la Commissione ha a disposizione un totale di 20 punti, più precisamente, 10 per i titoli e 10 per il colloquio. Il colloquio successivo potrà essere sostenuto dai soli candidati che avranno ottenuto almeno 6 punti nella valutazione dei titoli. Per sostenere il colloquio, i candidati dovranno esibire, a pena esclusione, un documento di riconoscimento in corso di validità.

ART. 5 - ASSEGNAZIONE DEL CONTRATTO
Il contratto sarà assegnato al candidato che avrà ottenuto il punteggio totale maggiore.
Entro il termine perentorio indicato nella comunicazione di conferimento del contratto di ricerca, il candidato che risulta vincitore del presente bando é tenuto a presentare presso l'ufficio amministrativo della Fondazione la seguente documentazione:

  • lettera di accettazione del contratto di ricerca;
  • scheda anagrafica;
  • curriculum vitae.

ART. 6 - INCOMPATIBILITÀ
L'attività lavorativa di cui al presente bando è incompatibile con chiunque abbia rapporto giuridico con l'Università "Gabriele D'Annunzio" Chieti-Pescara, in particolare, chiunque abbia qualifica di dottorando, beneficiario di borsa di studio post-dottorato, assegnista di ricerca, specializzando o beneficiario di altre borse di studio.

ART. 7 - DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO
Il contratto di ricerca, oggetto del presente bando, è attuato secondo il disposto del D.L.vo del 10 settembre 2003, n. 276 di attuazione della legge 14 febbraio 2003, n. 30 e successive modifiche e/o integrazioni. Il vincitore del bando quale prestatore del presente rapporto di collaborazione si impegnerà ad eseguire la prestazione personalmente, senza alcun vincolo di subordinazione né obbligo di orario, in piena autonomia scientifica ed organizzativa, salvo le eventuali limitazioni derivanti dalle necessità di coordinamento con la struttura (Ce.S.I.) nell'ambito della quale la prestazione sarà svolta. Al solo fine di assicurare il predetto coordinamento il responsabile dell'attività di ricerca, Prof. Mario Di Gioacchino, conferirà direttive generali nell'ambito delle quali il Prestatore ha piena autonomia di organizzare la propria attività con le modalità che ritiene più opportune, in vista ed in funzione del raggiungimento del risultato che gli è stato commissionato. L'incarico di cui sopra dovrà essere eseguito a perfetta regola d'arte e nel rispetto di tutte le norme vigenti, anche in materia di sicurezza. Il Committente non eserciterà nei confronti del Prestatore alcun potere gerarchico e disciplinare tipico del rapporto di lavoro subordinato.

ART. 8 - RECESSO E RISOLUZIONE PER INADEMPIMENTO
Le parti possono recedere dal contratto per giusta causa, per incapacità professionale del Prestatore che renda impossibile l'attuazione del progetto e per cessazione dell'attività cui il progetto è inerente.In caso di recesso dal rapporto il compenso da liquidare sarà determinato proporzionalmente al lavoro effettivamente svolto dal Prestatore. Il Prestatore ha diritto al pagamento delle prestazioni eseguite, purché correttamente, secondo il corrispettivo e le condizioni contrattuali.
Qualora il Prestatore fosse impossibilitato ad effettuare l'esecuzione delle attività oggetto del presente contratto dovrà darne comunicazione tempestiva alla Fondazione. In caso di inadempimento del contraente, anche di uno solo degli obblighi assunti con il presente contratto, la Fondazione, fermo restando il diritto al risarcimento del danno, ha facoltà di dichiarare risolto di diritto il contratto. E' fatta salva la facoltà di interrompere l'incarico prima del termine, nel caso in cui si dovessero verificare inadempienze che, in ogni caso, saranno rappresentate preventivamente al Prestatore.

Chieti, 6 giugno 2013

  

Il Presidente della Fondazione
Prof Franco Cuccurullo

Emesso Da: D.R. Abruzzo

Info Concorso: r.napoleone\@inail.it

Data Inizio: 07/06/2013

Data Fine: 17/06/2013

Ultimo aggiornamento: 07/06/2013


© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004