INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

25/03/2024

“In Lombardia la sicurezza stradale è al primo posto”: al via il progetto dell’Inail con la Regione e l’Automobile club d’Italia

L’iniziativa prevede campagne di informazione sui temi della prevenzione e della guida corretta e coinvolge circa 3mila lavoratori di aziende, enti e istituzioni. La prima tappa all’ospedale di Rho (Mi), lunedì 25 marzo. Le successive in programma tra aprile e ottobre.

immagine locandina
MILANO – Con la prima tappa in programma all’ospedale di Rho (Mi), lunedì 25 marzo alle ore 14.30, parte il progetto “In Lombardia la sicurezza stradale è al primo posto” promosso dalla Direzione regionale dell’Inail, la Regione Lombardia e la Direzione compartimentale Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto e Friuli-Venezia Giulia dell’Automobile club d’Italia (Aci). Il progetto prevede la realizzazione di campagne di informazione e sensibilizzazione sui temi della prevenzione e della guida corretta e sicura per i lavoratori delle aziende pubbliche e private della Lombardia che per motivi di lavoro utilizzano auto, moto, biciclette e monopattini.

Le tappe successive della roadmap. L’iniziativa si rivolge direttamente a oltre 3mila lavoratori di aziende, enti e istituzioni. Dopo Rho, gli incontri successivi sono in programma il 3 aprile all’ospedale di Garbagnate (Mi) e a Palazzo Lombardia, il 14 e il 28 maggio, il 27 giugno e l’8 ottobre. Diverse le aziende coinvolte, tra cui la Valmet, l’8 aprile a Sesto San Giovanni (Mi), la St Microelectronics con un incontro in Regione il 23 aprile, la Alfa Lavel Italy il 29 aprile a Monza e la Sick il 15 luglio a Vimodrone. Grazie al materiale prodotto (video, podcast, schede informative) il progetto è destinato a raggiungere una platea ancora più vasta di lavoratori e cittadini.

I dati degli incidenti stradali in Lombardia. Secondo i dati contenuti nell’ultimo Rapporto di monitoraggio dell’incidentalità realizzato da PoliS-Lombardia, nel 2022 sono stati 28.786 gli incidenti stradali con lesioni alle persone nella regione, che hanno causato 402 morti e 37.912 feriti. Rispetto al 2021, sono aumentanti sia gli incidenti (+11,4%), sia i feriti (+12,6%). Aumentano i morti tra gli utenti vulnerabili per età, bambini, giovani e anziani, e aumenta il tasso di mortalità tra i 15 e i 29 anni (5,9 ogni 100mila abitanti), non solo come passeggeri ma anche come conducenti. Nella Città metropolitana di Milano si concentra il 43,8% degli incidenti, il 42,5% dei feriti e il 24,9% dei morti rilevati nell’intera Lombardia. Nel dettaglio, gli incidenti hanno interessato le strade urbane (77% incidenti, 73% feriti, 46% morti), le strade extraurbane (17% incidenti, 20% feriti, 44% morti) e le autostrade e raccordi (6% incidenti, 7% feriti, 10% morti).

La Russa: “La sicurezza stradale è un impegno di tutti”. “La sicurezza dei lavoratori è una priorità per la Regione Lombardia”, ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza Romano La Russa. “Con questo progetto vogliamo dare un contributo concreto alla riduzione degli incidenti stradali e rendere le nostre strade più sicure anche per chi le percorre per raggiungere il luogo di lavoro. In collaborazione con Inail e Aci, stiamo realizzando campagne di informazione e sensibilizzazione sui temi della prevenzione e della guida corretta e sicura. La sicurezza stradale è un impegno di tutti. Chiediamo la collaborazione di cittadini, imprese e istituzioni per creare una cultura della sicurezza sulle nostre strade”.

Lanza: “Tutelare la salute e la popolazione”. “Con questo progetto – ha aggiunto il direttore regionale dell’Inail, Alessandra Lanza – frutto dell’accordo siglato il 14 aprile 2023 insieme a Regione Lombardia e Aci, la Direzione regionale Inail continua nel solco dell’impegno per la diffusione della cultura della sicurezza stradale nei luoghi di lavoro, già promosso con ottimi risultati nel biennio 2021/2022 con il progetto “Guidare chi guida”. Con “In Lombardia la sicurezza stradale è al primo posto” – sottolinea – nel biennio 2023/2024 si affianca alla componente formativa del progetto un importante investimento comunicativo mediante una campagna che non si serve solo di strumenti innovativi al fine di raggiungere il più ampio numero di utenti della strada, ma si concentra anche sui nuovi rischi connessi all’utilizzo di ulteriori mezzi di trasporto, come monopattini e altre forme di micromobilità, con rinnovata attenzione alle patologie da cui derivano, tra cui la sindrome delle apnee ostruttive del sonno e l’abuso di sostanze e farmaci, con il preciso intento di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori di oggi e di domani”.

Turci: “In prima fila nella prevenzione incidentalità stradale”. “Da sempre l’Aci è in prima fila nella prevenzione dell’incidentalità stradale”, ha concluso il direttore del coordinamento degli Automobile club della Lombardia, Fabrizio Turci. “Nel corso dei decenni sono stati raggiunti risultati significativi, ma non è abbastanza: i sinistri sono ancora troppi, basti pensare che in Italia si registrano quotidianamente ogni tre ore un morto e più di 70 feriti. È importante – ha sottolineato – che i lavoratori raggiunti dal nostro progetto diventino veri e propri ambasciatori di sicurezza stradale, trasmettendo a loro volta le raccomandazioni e i suggerimenti a congiunti e amici. Ogni spostamento, effettuato utilizzando qualsiasi mezzo oppure anche a piedi, richiede la massima attenzione e la conoscenza delle regole stradali. In una parola il più alto livello di consapevolezza”.

© 2024 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

PNRR 2021-2026 - Next Generation EU (DL 77/2021) - Progetto "Digitalizzazione dell'INAIL"


POC Legalità 2014-2020 - Progetto "Antifrode e Internal Audit"


PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 - Progetto "Qualificazione dell'INAIL come Polo Strategico Nazionale (PSN)"

Impostazioni cookie