INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

01/07/2021

Ascoltare, creare, celebrare. Conclusa la terza edizione del progetto "Insieme possiamo cambiare il mondo"

È giunta al termine, in Campania, l’iniziativa promossa da Inail Campania e Scholas Occurrentes. Una serie di esperienze artistiche e sportive che hanno coinvolto gli assistiti, assumendo un particolare significato emotivo

conclusa la terza edizione del progetto
NAPOLI - A più di un anno di distanza dall’avvio della terza edizione in modalità webinar  si sono tenuti in presenza, presso la Direzione regionale Inail Campania, in ossequio alle norme anti Covid previste, gli ultimi due incontri nell’ambito del progetto di reinserimento sociale “Insieme possiamo cambiare il mondo”.

Una giornata all’insegna del talento. Un momento emozionante dopo tanti mesi di distanza “forzata” in cui comunque le attività non si sono mai fermate nemmeno nei momenti più bui con tantissime attività o anche solo per “un caffè virtuale”. La giornata di avvio del progetto -  nel corso della quale sono intervenuti, tra gli altri, la campionessa internazionale di tennis Mara Santangelo, in rappresentanza della Commissione Nazionale Atleti del Coni e Luca Rigoldi pugile vicentino, campione europeo dei Pesi Supergallo e ambassador della FPI - si è incentrata sul talento come riscoperta di sé passando per il racconto delle  esperienze personali degli assistiti.

Fotografia, un dialogo con il mondo. Il corso di fotografia, della durata di due mesi, è stato particolarmente apprezzato dagli assistiti perché ha consentito loro di guardare oggetti e persone da una diversa prospettiva. Questa è stata la fantastica esperienza: un percorso alla ricerca del valore e della funzione più profonda della fotografia, nell’esperienza e nell’espressione della vita di ognuno di noi. Una serie di incontri online con un gruppo di amici che, nonostante le difficoltà del momento, ha desiderato impiegare il proprio tempo alla scoperta di come fotografare la realtà con strumenti di uso quotidiano: smartphone, app e per alcuni la macchina fotografica. Strumenti che per molti non rappresentavano una occasione reale e responsabile di dialogo con il mondo e se stessi.
 
Un’esperienza ricca di significato. Hanno riscosso molto successo anche il corso di tango e calcio, tenuto per due mesi da una maestra argentina e il corso di disegno il cui intento era quello di approfondire lo studio del segno, del tratteggio e di tutti gli altri possibili utilizzi della matita. La partecipazione al corso di disegno è stata un’esperienza ricca di approfondimenti e di significati sotto molti punti di vista. Un’occasione per scoprire le proprie abilità manuali e scoprire il proprio corpo come strumento di espressione artistica. Durante le lezioni, analizzando il lavoro svolto, si è passati dall'analisi tecnica a una lettura più personale: il disegno come segno di una propria posizione di fronte alla realtà. Quadrati da riempire, cerchi da trasformare in sfere, ognuno con il proprio temperamento ha eseguito il proprio lavoro con gusto. Attivo e creativo è stato l'impegno di tutti. Il corso di disegno si è concluso con una lezione sulle matite colorate: una nuova sfida e un nuovo mondo da scoprire dentro di sé.
 

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

Finanziamento del PON Governance 2014-2020 per la qualificazione dell'Inail come Polo Strategico Nazionale (PSN)