INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

30/04/2018

"Sicurezza. Sulla strada giusta"

Il seminario si terrà a Bari, il prossimo 3 maggio, presso l’Aula magna del Centro polifunzionale della Polizia di Stato in Via Nicola Cacudi

(.jpg - 134 kb)
Gli incidenti stradali rappresentano una delle maggiori cause di morte in Italia. Solo in Puglia nel 2016, secondo l’Istat, si sono verificati 9.854 sinistri stradali con lesioni gravi e molti tra questi, oltre il 35%, vedono protagonisti i lavoratori. Nel corso del 2017 si sono registrati 2.118 infortuni in itinere (nel percorso casa/lavoro) e 931 infortuni su mezzi di trasporto, ossia occorsi a lavoratori che utilizzano professionalmente mezzi di trasporto.
Il dato, già di per sé allarmante, diviene intollerabile se si considerano le rilevazioni relative agli infortuni mortali sul lavoro: in Puglia, nel 2016, su 81 denunce di infortunio con esito mortale ben 42 eventi (il 51,85%) si sono verificati a bordo di un mezzo di trasporto (itinere e mezzi di trasporto professionali), mentre nel 2017, a fronte delle 67 denunce con esito mortale, ben 30 (44,78%) sono conseguite all’utilizzo di un mezzo di trasporto. Si tratta di numeri che impressionano e che impongono interventi più incisivi a tutela della salute di tutti.
“Sicurezza. Sulla strada giusta” è un progetto, nato dalla sinergia tra l’Inail, Direzione regionale Puglia, e la Polizia di Stato, compartimento Polizia Stradale per la Puglia, che si pone come obiettivo proprio quello di ridurre il fenomeno degli incidenti stradali connessi con il lavoro, mediante una capillare attività formativa/informativa.
Il percorso formativo inizierà il prossimo 3 maggio, con un seminario che si svolgerà a Bari, presso l’Aula magna del Centro polifunzionale della Polizia di Stato in Via Nicola Cacudi. Nel corso della iniziativa verranno illustrati tanto gli aspetti medico legali della guida in sicurezza, quanto quelli tecnico-pratici relativi alla valutazione del rischio stradale e agli strumenti di prevenzione utilizzabili. Seguiranno una serie di incontri in tutte le province della regione al fine di assicurare la capillare formazione dei numerosi utenti della strada.
Il progetto prevede la distribuzione, presso porti e caselli autostradali, di 10mila volantini multilingue (italiano, inglese, tedesco e francese) contenenti le buone pratiche e le check list dedicate a datori di lavori e conducenti di mezzi pesanti.
Come ha dichiarato il direttore regionale Inail Puglia Fabiola Ficola: “gli infortuni in itinere, che coinvolgono potenzialmente la generalità dei lavoratori che devono raggiungere il posto di lavoro con un mezzo di trasporto, rappresentano uno degli aspetti di maggiore attenzione da parte dell’Ente. Nonostante il numero di eventi denunciati sia progressivamente in diminuzione, permane, infatti, la necessità di incidere sensibilmente su quei fattori evitabili di rischio che hanno, troppo spesso, conseguenze mortali. Per farlo, da un canto occorrono iniziative volte a modificare comportamenti umani quali campagne informative contro l’abuso di alcool e droghe alla guida, dall’altro strategie mirate all’attuazione della complessa normativa posta a presidio della sicurezza dei luoghi e dei mezzi deputati alla circolazione stradale; si pensi alla revisione degli autoveicoli e dei trattori e alla dotazione di presidi antiinfortunistici di nuova generazione.”
A queste parole si uniscono quelle del Dirigente del Compartimento Polizia Stradale Puglia, Luca Speranza, che afferma: “la Polizia Stradale svolge ordinaria attività di prevenzione e repressione delle condotte illecite poste in essere dagli utenti della strada, con l’impiego delle proprie pattuglie di specialità, organizzate in servizi continuativi nell’arco delle 24 ore sulla rete viaria principale delle strade statali della regione e sull’intera tratta autostradale, ed utilizzando le più recenti tecnologie di cui la specialità si è dotata nel corso degli anni come il tru-cam, il telelaser, l’autovelox, il conosciutissimo etilometro, i precursori per la verifica del tasso alcolemico, il drogometro ecc. Inoltre, cura una serie di progetti finalizzati alla prevenzione e crescita  della cultura della legalità e del rispetto delle norme che regolano la vita sulle strade sancite nel Codice della Strada, attraverso la partecipazione a seminari con vari Enti tra cui Poste Italiane, realizzando il progetto Chirone, indirizzato alle vittime della strada; il progetto Icaro, svolto principalmente all’interno delle scuole e giunto alla sua 18° edizione; il progetto Biciscuola; segue ancora la realizzazione del protocollo con Formedil, e, non ultimo, quello odierno, che scaturisce dagli accordi di progetto con la Direzione Regionale Inail Puglia”.

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004