INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

25/11/2021

A “Tutto il bello che c’è”, le storie di reinserimento di Loretana, Ivana e Mihaela

La rubrica del Tg2 ha raccontato le vicende di tre assistite Inail che grazie ai progetti realizzati dall’Istituto hanno ripreso a svolgere il proprio lavoro con passione ed entusiasmo

Reinserimento Inail con Mihaela Petean, Loretana Puglisi e Ivana Giancamilli
ROMA – “La bellezza ci salverà”. Il pomeriggio di Rai 2 ha ospitato, in un servizio a firma del giornalista Massimiliano Clarizio, nel corso della rubrica, “Tutto il bello che c’è”, le storie di Loretana Puglisi, Ivana Giancamilli e Mihaela Petean, tre assistite Inail, protagoniste della campagna di storytelling dell’Istituto: “Le Belle storie”. Grazie a questa iniziativa di comunicazione, attraverso video-narrazioni pubblicate sul portale istituzionale, le assistite e gli assistiti raccontano in prima persona la loro esperienza di reinserimento e rinascita dopo un infortunio o una malattia professionale.

Storia di Loretana che ha ricominciato dal suo pastificio dopo un grave infortunio. Alla ricerca di “Tutto il bello che c’è” in Loretana Puglisi, testimonial, lo scorso anno, della campagna di comunicazione dell’Inail sul reinserimento lavorativo delle persone con disabilità da lavoro. Titolare di un pastificio a Palazzolo Acreide vicino a Siracusa, Loretana, nel 2015, a causa di un grave infortunio sul lavoro ha perso l’arto superiore sinistro ma non si è arresa. Dopo essere stata seguita dall’equipe multidisciplinare Inail di Siracusa, grazie ad un progetto di reinserimento lavorativo, il suo laboratorio è stato dotato di un nuovo macchinario per la produzione della pasta adattato alle sue nuove esigenze: “Dopo l’infortunio - ha spiegato Loretana - non potevo più utilizzare il vecchio macchinario, mentre ora con quello fornito dall’Inail sono autonoma e posso svolgere le operazioni necessarie”.

La “bella storia” di Ivana che grazie a un progetto di reinserimento può lavorare su un nuovo trattore. Se Loretana ha comunicato attraverso la sua storia bellezza e speranza, altrettanto significativo è stato il percorso di Ivana Giancamilli, anche lei al centro dello spazio informativo della Rai. Imprenditrice agricola di Corinaldo in provincia di Ancona, Ivana è stata testimonial della campagna, “Con Inail, ricomincio dal mio lavoro”, sul reinserimento lavorativo delle persone con disabilità da lavoro. L’Inail ha riconosciuto ad Ivana la malattia professionale a causa di alcuni gravi problemi alla schiena. Grazie a un progetto di reinserimento lavorativo le è stato fornito un nuovo trattore adattato alle sue esigenze. “Ho avuto momenti di scoraggiamento - ha dichiarato Ivana - pensavo di non poter più tornare alla guida del mio trattore. Oggi sono felice perché continuo il mio lavoro nei campi e, grazie al nuovo macchinario, non ho l’impatto sulla schiena che avevo prima”.

La “bella storia” di Mihaela che attraverso lo sport ha ritrovato la fiducia nel futuro. Allenatrice di basket e fotomodella Mihaela Petean, già molto giovane, parte dal suo Paese di origine, la Romania, per lavorare come interprete in giro per l’Europa. Rientrando da un viaggio di lavoro, nel 2012, Mihaela subisce un infortunio che le causa l’amputazione della gamba sinistra. Dopo un periodo di riabilitazione presso il Centro Protesi Inail di Vigorso di Budrio riprende a fare sport e comincia a collaborare con l’associazione sportiva dilettantistica “Parco De Riseis” che dal 2002 realizza a Pescara un progetto dedicato a ragazzi e bambini con disabilità per coinvolgerli in attività motorie e in varie discipline sportive. “Non parlerò dell’ospedale e dell’incidente  - ha precisato Mihaela - ma solo di come la mia vita è cambiata grazie allo sport e all’Inail”. La fotomodella romena è anche tra le principali testimonial della campagna sociale “Models of diversity”.

La storia di Alessandra nel programma Rai “O anche no - Stravinco per la vita”. Dopo la puntata di “Tutto il bello che c’è”, l’Inail sarà protagonista, sempre su Rai 2, venerdì 26 novembre alle ore 00.45 con replica domenica alle 9.10 della trasmissione, “O anche no – Stravinco per la vita”, condotta dalla giornalista Paola Severini Melograni. Nel programma verrà raccontata la vicenda di un’altra assistita Inail, Alessandra Santandrea che dopo un grave incidente, grazie anche alla sua cagnolina Lulù, è riuscita a diventare istruttrice di pet-therapy e ad aiutare altre persone con disabilità in difficoltà.

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

Finanziamento del PON Governance 2014-2020 per la qualificazione dell'Inail come Polo Strategico Nazionale (PSN)