INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

20/04/2018

Presentato a Milano il bando Isi 2017

Inail Direzione regionale Lombardia ha illustrato le misure previste dall'Istituto che mette a disposizione 249.406.358 euro, a titolo di contributo a fondo perduto, per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

(.jpg - 69 kb)
Si è svolto a Milano il primo appuntamento lombardo dedicato ad approfondire le novità del bando Isi 2017 e le sue caratteristiche tecniche.

I fondi per la Lombardia. Lo stanziamento destinato alla Lombardia è pari a 36.822.477 euro, suddivisi nei 5 assi:
  • asse 1 per i progetti di investimento e per i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale: 17.424.913 euro;
  • asse 2 per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC): 4.916.942 euro;
  • asse 3 per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto 10.454.948 euro;
  • asse 4 per i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività: 912.885 euro;
  • asse 5 per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli: 3.112.789 euro a loro volta così suddivisi:
  • asse 5.1 per la generalità delle imprese agricole: 2.729.295 euro;
  • asse 5.2: riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria: 383.494 euro.
L’incontro, ospitato quest’anno da Assimpredil Ance, è un’occasione importante di informazione e di confronto e ha coinvolto associazioni datoriali, ordine dei consulenti del lavoro di Milano e imprenditori.

Rotoli, direttore centrale Prevenzione Inail. “Con il bando Isi 2017 vogliamo favorire investimenti che vadano oltre gli obblighi di legge, in una logica di miglioramento continuo e con un approccio olistico alla prevenzione. La volontà è di favorire lo sviluppo di una cultura della sostenibilità, orientando modelli di produzione e consumo, stimolando ricerca e innovazione per tenere insieme - in una sorta di gioco di equilibrio società, economia e ambiente - in coerenza con gli obiettivi dell’Agenda ONU 2020 – 2030”.

Antonio Traficante, direttore regionale Inail Lombardia. “Il bando Isi è ormai un programma strutturale di Inail che, dal 2010 a oggi, ha visto uno stanziamento di circa 1,8 miliardi di euro. Con l’edizione 2017 del bando Isi Inail stanzia circa 250 milioni di euro, suddivisi in 5 assi di finanziamento, favorendo in modo particolare le micro, piccole e medie imprese che rappresentano il 90% del tessuto produttivo del nostro paese. Il programma di prevenzione dell’Istituto mira, di anno in anno, a favorire la conoscenza, a sviluppare la cultura della sicurezza e a garantire l’assistenza di prossimità all’impresa. È una sfida culturale per tenere assieme sviluppo tecnologico e centralità della persona”.

Fabrizio Benedetti, coordinatore Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione centrale Inail. “La tutela della salute e sicurezza sul lavoro può essere un elemento di competitività del sistema produttivo e della singola impresa se viene attuata integrandola nella gestione aziendale complessiva. È questa la prospettiva di cambiamento che si può sostenere, la cultura della sicurezza che, se adottata, può portare a ridurre infortuni e malattie correlate al lavoro. Migliorando le performance di prevenzione si può incrementare l’efficienza e, quindi, la redditività dei processi produttivi. Non sono ipotesi, i fatti ormai confermano che questa può essere una strada virtuosa da seguire, comprendendo che è necessario investire in salute e sicurezza sul lavoro e farlo conviene, in ogni senso".
 
Marco Dettori, presidente Assimpredil Ance. “Per realizzare tutte le misure e le azioni di prevenzione che possono ridurre i rischi presenti nell’esecuzione delle varie attività produttive, è necessario l’apporto fattivo di tutti gli attori coinvolti. In particolare, è fondamentale che le pubbliche istituzioni supportino, con contributi economici e buone pratiche, le azioni positive messe in atto dalle imprese per adeguare la propria organizzazione, i propri macchinari e le proprie attrezzature, alle prassi e alle tecnologie più avanzate in termini di sicurezza. Il bando Isi 2017, così come i precedenti bandi e tutti i contributi messi in campo dall’Inail a livello regionale e locale, costituiscono esempi concreti di aiuto al miglioramento della prevenzione dei rischi, molto apprezzati dalle aziende".

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004