INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

04/10/2018

VII Premio giornalistico “Pietro di Donato”, scade il 5 novembre il termine per partecipare

Presentato oggi in Senato, il concorso, promosso dal comune di Taranta Peligna e realizzato in collaborazione con numerosi partner, tra cui Inail Abruzzo, premia articoli e inchieste sul tema della sicurezza sul lavoro

(.jpg - 117 kb)
L’AQUILA – È fissata al 5 novembre la scadenza per partecipare al Premio giornalistico “Pietro di Donato”, promosso dal Comune di Taranta Peligna, in provincia di Chieti, e realizzato in collaborazione con Inail Abruzzo, Anmil, Anci, Ordine dei giornalisti, Fnsi (Federazione nazionale stampa italiana), Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) ed Enel spa. Il premio, che ha ricevuto l’adesione della Presidenza della Repubblica e il patrocinio della Regione Abruzzo, è stato presentato oggi in Senato alla presenza del senatore Luciano D’Alfonso, di Fausto Bertinotti, già presidente della Camera, Giovanni Legnini, già vicepresidente del Csm, Franco Bettoni, presidente dell’Anmil, Marcello Di Martino, sindaco del Comune di Taranta Peligna e Nicola Negri, direttore regionale Inail Abruzzo.

Come e dove inviare le domande. Per essere ammesse al concorso le produzioni giornalistiche dovranno essere state realizzate dal 10 dicembre 2017 al 4 novembre 2018 e andranno inviate entro il 5 novembre 2018, esclusivamente per posta elettronica, all’indirizzo mail info@premiodidonato.it. Verranno attribuite altre menzioni e, tra queste, il Premio speciale per il settore agricolo, a cura della Cia. Sei i premi da assegnare al primo e al secondo classificato per ognuna delle tre sezioni dedicate a carta stampata, radio-televisione e web a quanti si saranno distinti nella realizzazione di un articolo o un’inchiesta sul tema della sicurezza nell’ambiente di lavoro.

La premiazione l’11 novembre a Taranta Peligna. I lavori inviati saranno esaminati da una giuria composta da Fausto Bertinotti, Tiziano Treu, presidente del Cnel, Giuseppe Giulietti, presidente della Fnsi, Franco Bettoni, presidente dell’Anmil e Nicola Negri, direttore regionale Inail Abruzzo. Al primo classificato per ogni sezione sarà conferito il “VII Premio Giornalistico Pietro Di Donato” ed una somma 2mila euro, mentre i secondi classificati avranno il premio speciale del Comune di Taranta Peligna e 500 euro. La cerimonia di premiazione è in programma l’11 novembre a Taranta Peligna.

Un evento che avvicina l’informazione d’inchiesta al tema della sicurezza sul lavoro. “L’importante appuntamento annuale del Premio Di Donato costituisce per la Regione Abruzzo un evento di risonanza nazionale - ha commentato il direttore regionale Inail Abruzzo, Nicola Negri - denso di significato anche per lo spessore dei componenti della Giuria, in cui il tema della diffusione della cultura della sicurezza e della prevenzione degli infortuni sul lavoro si coniuga con l’aspetto letterario della narrativa e dell’informazione di inchiesta. A tale scopo - ha aggiunto - mi auguro un’ampia partecipazione dei giornalisti di ogni città d’Italia affinché il tema della sicurezza negli ambienti di lavoro diventi sempre più un impegno concreto e condiviso da tutti”.

La vita di Pietro di Donato. La notorietà dello scrittore nato a Taranta Peligna e costretto, dopo la morte del padre, a lavorare come muratore per mantenere la madre e i suoi otto fratelli, esplose nel 1939 con la pubblicazione del suo primo romanzo “Cristo tra i muratori”. Definito dalla critica contemporanea “uno dei più grandi romanzi proletari di tutti i tempi”, il testo racconta la tragica storia del padre Geremia, operaio edile deceduto in cantiere il venerdì Santo del 1923 e ha ispirato l’omonimo film diretto da Edward Dmytryk ed interpretato da Sam Wanamaker e Lea Padovani, vincitore del Premio Pasinetti alla Mostra del cinema di Venezia del 1950.

INAIL sede centrale: P.le Pastore 6, 00144 Roma (RM) - P. IVA 00968951004