INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

18/05/2022

Grande successo per “A muso duro”. La fiction sulla vita di Antonio Maglio vista da oltre quattro milioni di telespettatori

Il tv movie ispirato alla storia professionale e umana del grande medico dell’Inail è stato il programma più seguito nella serata di lunedì 16 maggio. Flavio Insinna: “Per me non è stato soltanto un film, ma la possibilità di raccontare un genio”

Grande successo per “A muso duro”. La fiction sulla vita di Antonio Maglio vista da oltre quattro milioni di telespettatori
ROMA - La fiction “A muso duro. Campioni di vita”, che racconta la vita e l’opera di Antonio Maglio, grande medico dell’Inail, inventore delle prime Paralimpiadi della storia, a Roma nel 1960, trasmessa su Rai Uno, è stata il programma più visto nella serata del 16 maggio, tenendo incollati allo schermo quattro milioni e 190mila spettatori telespettatori, con il 21,9% di share. Diretto da Marco Pontecorvo il film che annovera tra gli interpreti: Flavio Insinna nel ruolo di Maglio, Claudia Vismara in quello di Stella Maglio, Paola Minaccioni nei panni della caposala Tiziana, può essere rivisto su RaiPlay dove sono presenti anche vari contenuti extra con interviste ai protagonisti. Il 20 maggio l’intera fiction sarà ritrasmessa su Rai Premium in prima serata.

L’Inail impegnato da anni nella diffusione della figura di Maglio. La lavorazione del film ha coinvolto fin dalla fase progettuale l’Inail che da anni svolge un ruolo di primo piano nella divulgazione della figura e dell’opera di Antonio Maglio grazie anche alla pubblicazione del volume: “Senza barriere - Antonio Maglio e il sogno delle Paralimpiadi”. L’azione di comunicazione dell’Istituto, in questi anni, attraverso eventi e iniziative ha rafforzato il suo impegno nella diffusione dell’opera del grande medico. Tra le iniziative in memoria del luminare, il premio di laurea Antonio Maglio, promosso insieme al Comitato italiano paralimpico e dedicato a laureandi, laureati e specializzandi che abbiano depositato o discusso una tesi di laurea finalizzata a evidenziare gli effetti benefici e terapeutici dello sport quale strumento di integrazione - inclusione sociale e di benessere psico-fisico nelle persone con disabilità.

Insinna: “Senza barriere, come dovrebbe essere il mondo”. Intervistato dalla giornalista Paola Severini Melograni, durante il programma di Rai Due, “O anche no”, Flavio Insinna non ha nascosto la gioia e l’entusiasmo per questo ruolo: “È stato un regalo pazzesco della Rai e del regista Marco Pontecorvo. Per me non è stato soltanto un film, ma la possibilità di raccontare un genio. Antonio Maglio ha visto qualcosa che nessuno aveva immaginato prima ossia lo sport come grimaldello, farmaco, medicina. Antonio Maglio fa una cosa straordinaria, cambia il modo di guardare le cose”. “Maglio taglia fisicamente i gessi e comincia ad abbattere i muri. Il libro che racconta la sua storia, ‘Senza barriere’, riassume nel titolo come il mondo dovrebbe essere. Il dottor Maglio non soltanto ha curato ma si è preso cura dei suoi pazienti”.

I risultati prodotti dal suo lavoro. Antonio Maglio è stato insieme a Ludwig Guttmann uno dei padri della sport-terapia. La sua convinzione era che attraverso l’attività motoria i pazienti potessero trovare energie fisiche e morali per reagire e ricominciare a vivere con pienezza e fiducia. Senza il suo lavoro e il suo impegno che durò dal 1935, anno del conseguimento della laurea in medicina e chirurgia all’Università di Bari fino al giorno della sua morte avvenuta a Roma il 7 gennaio 1988, non ci sarebbe stato il sogno delle Paralimpiadi e probabilmente la vita di tante persone con disabilità sarebbe stata diversa. I risultati prodotti dal suo lavoro determinarono un abbassamento del tasso di mortalità tra i pazienti e una costante attenuazione degli stati depressivi di tutte quelle donne e quegli uomini che ebbero l’opportunità e la fortuna di averlo come proprio medico.

© 2022 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

Finanziamento del PON Governance 2014-2020 per la qualificazione dell'Inail come Polo Strategico Nazionale (PSN)
Impostazioni cookie