INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

29/10/2020

Il presidente dell’Inail a Radio Anmil: “Il reinserimento lavorativo tra le nostre priorità”

In un’intervista rilasciata al network dell’Associazione, Franco Bettoni si è soffermato sui contenuti della nuova campagna di comunicazione finalizzata a informare datori di lavoro, lavoratori e parti sociali sulle iniziative predisposte dall’Istituto per garantire ai propri assistiti la continuità lavorativa o l’inserimento in una nuova occupazione

Radio Anmil - Franco Bettoni
ROMA - Il presidente dell’Inail, Franco Bettoni, è intervenuto ai microfoni di Radio Anmil, la web radio/tv dell’Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro, per parlare della nuova campagna informativa Inail dedicata al reinserimento professionale delle persone con disabilità da lavoro. Intervistato sull’iniziativa, on air in questi giorni su stampa quotidiana, radio, tv e web, Bettoni si è intrattenuto sulla centralità del tema del reinserimento lavorativo nelle politiche dell’Inail per la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori: “Negli ultimi anni l’Inail ha sempre potenziato i progetti personalizzati di reinserimento delle persone con disabilità da lavoro per consentire agli infortunati di conservare il posto di lavoro o di inserirsi nella nuova occupazione, obiettivi che confermano come l’Istituto ponga al centro dei suoi interventi la persona, per garantire la tutela globale dei propri assistiti in tutte le attività.”

Bettoni: “Opportunità di un’azione sinergica tra soggetti istituzionali e attori sociali”. Nell’intervista il presidente dell’Inail si è soffermato sull’opportunità di un’azione integrata tra i vari soggetti delle istituzioni e gli attori sociali: “Questa campagna nasce dall’idea che ci siano ancora ampi margini di azione, anche attraverso il rafforzamento della strategia di rete per la promozione di attività sinergiche con altre istituzioni, i centri per l’impiego e tutti gli altri attori sociali coinvolti su questi temi. Quest’azione integrata può far sì che siano conosciuti sempre di più gli strumenti a sostegno del reinserimento lavorativo, anche favorendo la nuova occupazione dei disabili da lavoro attraverso il miglioramento dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro.” “Insieme alle misure di contenimento del virus a cui come Inail stiamo dando un forte contributo con la presenza di un nostro rappresentante all’interno del Comitato tecnico scientifico - ha continuato il presidente dell’Istituto - è importante portare avanti anche queste iniziative per garantire a tutti il diritto al lavoro”.

Sul sito dell’Inail due opuscoli informativi dedicati ai lavoratori e ai datori di lavoro. Tra i prodotti informativi realizzati dall’Istituto in occasione del lancio della campagna anche due brochure che in forma sintetica illustrano le principali novità normative sul tema del reinserimento lavorativo: “Nell’ambito dell’azione di comunicazione, sul sito dell’Inail - ha affermato Bettoni - è possibile trovare due opuscoli informativi molto importanti dedicati ai lavoratori e ai datori di lavoro che illustrano gli interventi previsti dall’Istituto e forniscono una serie di informazioni utili per avviare i progetti di reinserimento”.

Finanziamenti a fondo perduto fino a 150mila euro. Durante il suo intervento il presidente dell’Inail ha illustrato l’impegno dell’Istituto nel potenziare gli interventi di reinserimento lavorativo personalizzati con finanziamenti a fondo perduto fino a 150mila euro, di cui fino a 135mila euro per i progetti di superamento e di abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi di lavoro e di adeguamento e adattamento delle postazioni lavorative, fino a 15mila per gli interventi di formazione.

Rimborso del 60 per cento della retribuzione per i casi di conservazione del posto. Bettoni infine si è soffermato sulle innovazioni introdotte dalla Legge di bilancio 2019 che consente all’Inail di rimborsare al datore di lavoro il 60% della retribuzione erogata alla persona con disabilità da lavoro, destinataria di un progetto di reinserimento lavorativo finalizzato alla conservazione del posto. Le retribuzioni rimborsabili sono quelle corrisposte dal giorno in cui il datore di lavoro e il lavoratore abbiano manifestato la volontà di dare vita al progetto e fino al suo completamento, per un periodo comunque non superiore a un anno.

Loretana Puglisi: “Grazie all’Inail per l’incoraggiamento e il sostegno”. Al focus dedicato al reinserimento lavorativo, sulle frequenze di Radio Anmil, insieme a Franco Bettoni, a Tiziana Busi, responsabile dei processi di formazione Irfa (Istituto di riabilitazione e formazione dell’Anmil) e a Massimo Lacci, presidente della cooperativa sociale “Il Melograno”, ha partecipato anche Loretana Puglisi, imprenditrice siciliana, assistita Inail e testimonial della campagna di comunicazione: “Mi ha spinto a fare da testimonial a questa iniziativa - ha spiegato Loretana Puglisi - l’idea di riuscire ad essere da esempio alle persone che non riescono a reagire alle vicissitudini della vita”. “Sono molto grata alla sede Inail di Siracusa - ha continuato Loretana - che mi ha sempre spronata e incoraggiata”. Cinque anni fa, in un incidente avvenuto nel suo pastificio a Palazzolo Acreide vicino a Siracusa, Loretana ha perso la mano sinistra. Grazie alle protesi mioelettriche messe a disposizione dal Centro Protesi Inail di Vigorso di Budrio e a un nuovo macchinario adattato alle sue esigenze, fornito dall’Istituto tramite un progetto personalizzato, l’imprenditrice ha potuto riprendere a fare quello che ama, il suo mestiere.

Testimonial della campagna anche Claudio Narduzzi. Imprenditore agricolo di Caporiacco in provincia di Udine, il 9 dicembre 2015, Claudio sta tagliando alcuni alberi, uno gli frana addosso. L’infortunio gli provoca l’amputazione della gamba sinistra. Dopo due mesi in coma farmacologico e un lungo periodo di riabilitazione, grazie alla vicinanza e all’incoraggiamento della famiglia riesce a trovare dentro di sé la forza e la determinazione per ricominciare a lavorare. L’obiettivo è stato centrato con un progetto personalizzato elaborato dall’equipe multidisciplinare dell’Istituto, che ha permesso di eseguire gli interventi di adeguamento dei trattori che Claudio utilizza nella sua azienda.

Semplificazione degli adempimenti e maggiore flessibilità nell’utilizzo dei fondi. Con la nuova campagna di comunicazione l’Istituto promuove gli interventi adottati per fornire nuovo impulso ai progetti di reinserimento delle persone con disabilità da lavoro nella stessa mansione svolta prima dell’infortunio e nella nuova occupazione. La Legge di bilancio 2019 e la determinazione presidenziale Inail n. 527 del 19 dicembre 2018 hanno introdotto innovazioni che hanno rafforzato le azioni di sostegno agli infortunati e facilitato l’accesso ai finanziamenti per i datori di lavoro: semplificazione degli adempimenti, maggiore flessibilità nell’utilizzo dei fondi, rimborso del 60 per cento della retribuzione per i casi di conservazione del posto, ampliamento delle modalità di accesso ai contributi, valorizzazione del ruolo propositivo del datore di lavoro.

L’iniziativa on air, per un mese, su tv, radio, stampa e web. Lanciata il 26 ottobre scorso la campagna di comunicazione della durata di circa un mese è presente con spazi informativi sulla stampa quotidiana, sul web, televisione e radio nazionali/locali attraverso uno spot di 30 secondi, per la diffusione del messaggio istituzionale su tutto il territorio, nella videocomunicazione e sui social media istituzionali. Headline della campagna le frasi: “Claudio è di nuovo al lavoro con Inail”, “Loretana è di nuovo al lavoro con Inail”. Contestualizzate in un contenitore grafico che, utilizzando lo schermo di uno smartphone come sfondo, riproduce lo stile delle storie di Instagram, le parole pronunciate dai protagonisti evidenziano la capillarità degli interventi di reinserimento posti in essere dall’Istituto, in grado di entrare, in modo concreto, nella vita delle persone rendendola migliore.

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

Finanziamento del PON Governance 2014-2020 per la qualificazione dell'Inail come Polo Strategico Nazionale (PSN)