INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

04/04/2019

Impianti a pressione, una visione internazionale sulle soluzioni più efficaci per i controlli

L’introduzione di nuove tecnologie a supporto delle attività di verifica e l’analisi di studi e progetti di ricerca, i temi cardine della conferenza “Pressure Equipment Innovation and Safety”. In programma dall’1 al 3 aprile presso l’Auditorium della Direzione Generale Inail, l’evento ha messo a confronto gli esperti delle principali realtà istituzionali e industriali del settore, provenienti da diverse aree geografiche

Immagine news Impianti a pressione EPEREC
ROMA – Offrire una visione internazionale sulle soluzioni più innovative per migliorare l’efficacia dei controlli su impianti e attrezzature a pressione. Questo l’obiettivo di “Pressure Equipment Innovation and Safety”, la conferenza in programma dall’1 al 3 aprile a Roma presso l’Auditorium della Direzione Generale Inail, promossa dal Consiglio di ricerca europeo sulle apparecchiature a pressione (EPERC) con il supporto organizzativo del Dipartimento Innovazioni Tecnologiche dell’Istituto. All’evento hanno partecipato i rappresentanti delle principali realtà del settore provenienti da Europa, Africa, Medio Oriente, Asia, America, Oceania.

EPERC, il Consiglio di ricerca europeo. EPERC è una rete europea di industrie, laboratori di ricerca, organismi ispettivi e istituzioni governative, a cui l’Inail è associato, istituita per promuovere la ricerca cooperativa e trasferire i suoi risultati all’industria comunitaria delle apparecchiature a pressione. La collaborazione si inserisce nel piano di attività di ricerca istituzionale dell’Inail.

Dal 2005 testati oltre 220mila serbatoi con la procedura di emissione acustica. Nella sessione dedicata alla procedura di emissione acustica (EA), si è spiegato che con questa metodologia dell’Ispesl/Inail, dal 2005 ad oggi sono stati testati oltre 220 mila serbatoi gpl interrati nell’ambito di attività di riqualificazione periodica. Stando ai dati forniti dal Comitato italiano gas, è stato sottolineato che sin dall’avvio della pratica non sono stati rilevati incidenti dovuti a cedimenti strutturali per tali serbatoi. I relatori delle Università di Tor Vergata e di Bologna, del CEN e dell’Inail hanno confermato la potenzialità e i fondamenti scientifici alla base della riqualificazione periodica di serbatoi interrati per GPL, comparando gli esiti delle applicazioni delle procedure in uso in Francia e Austria. La metodologia può essere praticata in via esclusiva dagli organismi autorizzati dai ministeri competenti (Lavoro, Sviluppo economico e Salute), come stabilito dal DM 17 gennaio 2005.

Sessioni tecniche dedicate all’illustrazione di normative e sperimentazioni. Inoltre, nel corso della conferenza sono state illustrate le più recenti normative internazionali e quelle in via di evoluzione per il settore delle attrezzature a pressione e comparati i codici di progettazione europea con quelli americani.  Sessioni tecniche “ad hoc” hanno riguardato l’armonizzazione dei codici e delle normative di riferimento ai fini della progettazione e verifica dei contenitori di stoccaggio delle scorie nucleari e l’analisi degli approcci diagnostici ai fenomeni di degrado dei materiali impiegati per attrezzature a pressione, tra i quali la corrosione, la fatica e l’invecchiamento. Infine, tra i contributi da segnalare, quelli relativi alla fabbricazione di attrezzature a pressione destinate a condizioni estreme di alta pressione e a temperature polari e a condizioni di alta temperatura, come quelle impiegate nel settore della produzione di energia (centrali termoelettriche e impianti nucleari).

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004