INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

23/11/2023

Cooperare sicuri: il 28 novembre Inail e Coop Form presentano i risultati del progetto di prevenzione dei disturbi muscolo-scheletrici

Il bilancio delle attività svolte è illustrato durante un convegno in programma presso il Park Hotel di Ponte San Giovanni a Perugia

Immagine lavoratore con disturbi
PERUGIA - Inail Umbria e Coop Form Umbria, l’ente bilaterale formazione ambiente promosso da Legacoop, Agci, Confcooperative, Cgil, Cisl e Uil, hanno realizzato “Cooperare sicuri”, un progetto sperimentale innovativo per contrastare infortuni e malattie professionali. Il progetto aspira a diventare un modello applicabile alle varie mansioni e attività svolte dalle cooperative e ha lo scopo di migliorare i livelli di salute e sicurezza attraverso attività e programmi di formazione incentrati sui rischi legati ai disturbi muscolo-scheletrici.
 
Il convegno “Cooperare sicuri: la sicurezza e la prevenzione ci stanno a cuore”. Per illustrare i risultati del progetto i partner hanno organizzato il 28 novembre alle ore 10,00 presso il Park Hotel di Ponte San Giovanni a Perugia il convegno “Cooperare sicuri: la sicurezza e la prevenzione ci stanno a cuore”. Oltre ad Alessandra Ligi e ad Andrea Radicchi, rispettivamente direttore regionale Inail e presidente Coopform Umbria, intervengono Salvatore Macrì, dirigente del Servizio prevenzione, sanità veterinaria e sicurezza alimentare della Direzione regionale salute e welfare della Regione Umbria e un rappresentante del Comune di Perugia.
 
Tre le cooperative coinvolte nel progetto. La parola passa quindi ai tecnici e ai rappresentanti delle tre cooperative che hanno aderito al progetto (Servizi associati di Perugia, Cosp tecnoservice di Terni e Ducops service di Gualdo Tadino) per l’illustrazione delle attività realizzate e dei risultati raggiunti. In chiusura è prevista una sezione dedicata alle prospettive future e alle azioni da realizzare per aumentare la capacità di contrasto ai rischi e alle loro conseguenze per la salute e sicurezza, anche in relazione alle innovazioni collegate ai più recenti risultati della ricerca. Intervengono Gabriella Madeo della Regione Umbria, Lucia Isolani della Uoc Psal Ast di Macerata e Adriano Papale del Dimeila dell’Inail.
 
Ligi: “Realizzato un modello informativo e formativo esportabile in altri ambiti”. “Il progetto Cooperare sicuri – ha spiegato Alessandra Ligi, direttore regionale Inail Umbria – ha consentito di affrontare in stretta sinergia con il sistema delle cooperative umbro il tema incalzante delle malattie professionali di tipo muscolo scheletrico, oggetto di un numero crescente di denunce da parte dei lavoratori. È stato realizzato un modello informativo e formativo – ha aggiunto – rivolto ai numerosi lavoratori delle cooperative, impiegati in attività in cui l’utilizzo dell’apparato muscolo scheletrico comporta grande impegno fisico. Il modello, che ha attenzionato sia la fase teorica in aula, per la conoscenza delle fonti di rischio, sia quella addestrativa su posture e gesti lavorativi, è stato apprezzato dai destinatari ed è suscettibile di essere esportato anche ad altre categorie di lavoratori”.


© 2024 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

PNRR 2021-2026 - Next Generation EU (DL 77/2021) - Progetto "Digitalizzazione dell'INAIL"


POC Legalità 2014-2020 - Progetto "Antifrode e Internal Audit"


PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 - Progetto "Qualificazione dell'INAIL come Polo Strategico Nazionale (PSN)"

Impostazioni cookie