INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

22/05/2020

Giuseppe Conte: “Grazie all’Inail per la professionalità e l’impegno”

Il presidente del Consiglio, nel suo intervento in Parlamento, ha espresso apprezzamento per il contributo determinante offerto dall’Istituto in questo periodo di grave emergenza sanitaria

Giuseppe Conte: “Grazie all’Inail per la professionalità e l’impegno”
ROMA - “Desidero ringraziare l’Inail per la professionalità e l’impegno fin qui dimostrati”. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è intervenuto ieri in Parlamento per informare le Camere sulle misure adottate dal Governo, nella fase 2 e sull’andamento degli interventi messi in campo per contrastare l’emergenza Covid 19 .

“Desidero ringraziare l’Inail per il contributo offerto”. Giuseppe Conte, nella sua analisi si è soffermato sui vari provvedimenti posti in essere dall’esecutivo in questo periodo, tra cui il dpcm del 17 maggio predisposto grazie a una costante interlocuzione con le Regioni e gli enti locali e al prezioso contributo del Comitato tecnico scientifico e dell’Inail: “Il decreto - ha spiegato il presidente del Consiglio in aula -  contiene disposizioni specifiche per la riapertura in sicurezza delle attività economiche e sociali, nonché dettagliati protocolli di settore definiti con il supporto del Comitato tecnico-scientifico e con il contributo dell’Inail, che desidero ringraziare per la professionalità e l’impegno fin qui dimostrati”. L’Inail partecipa ai lavori del Comitato tecnico-scientifico presso la Protezione civile, rappresentato dal direttore del Dimeila (Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro ed ambientale).

Decreto Rilancio e sorveglianza sanitaria, il ruolo dell’Inail. Nel suo intervento, Giuseppe Conte ha illustrato anche i punti principali del decreto Rilancio. Nel provvedimento sono previste alcune misure che coinvolgono, in maniera diretta, anche l’Inail. In virtù dell’art. 83 “Sorveglianza sanitaria”, fino al termine dell’emergenza, i datori di lavoro pubblici e privati dovranno assicurare la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio contagio. Per i datori di lavoro che non sono tenuti alla nomina del medico competente, fermo restando la possibilità di nominarne uno per il periodo emergenziale, la sorveglianza sanitaria eccezionale potrà anche essere richiesta all’Inail, che per queste finalità è anche autorizzato all'assunzione con contratti di lavoro a tempo determinato, di  figure sanitarie, tecnico-specialistiche e di supporto, previa convenzione con Anpal.

Finanziamenti per 403 milioni alle imprese che investono in sanificazione e dpi. Nell’articolo 95 del decreto n. 34, “Misure di sostegno alle imprese per la riduzione del rischio da contagio nei luoghi di lavoro”, viene attribuita all’Inail la funzione di promuovere interventi straordinari destinati alle imprese, per la sanificazione degli ambienti e l’acquisto di apparecchiature, dispositivi e strumentazioni anti Covid-19. Le risorse, in precedenza stanziate per il Bando Isi 2019 e previste nel bilancio 2020 per la stessa finalità di promozione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ammontano ad oltre 400 milioni di euro saranno trasferite a Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo), che  erogherà i contributi alle imprese sulla  base degli specifici indirizzi di Inail.

I documenti tecnici dell’Inail sulle misure di contenimento al contagio. Dall’inizio dell’epidemia l’Inail ha posto in essere una serie di azioni a sostegno di lavoratori e imprese. In qualità di organo tecnico scientifico del Servizio sanitario nazionale, l’Istituto ha predisposto il Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da Sars CoV 2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione che, approvato dal Comitato tecnico scientifico della Protezione civile ha fornito indicazioni per affrontare la ripresa in sicurezza delle attività produttive e garantire adeguati livelli di tutela della salute per la popolazione. Inoltre, insieme all’Istituto superiore di sanità e con l’approvazione del Cts, l’Inail ha realizzato documenti tecnici con raccomandazioni per il contenimento del contagio in vari ambiti lavorativi come: il trasporto pubblico, la ristorazione, la balneazione, i servizi alla persona.

Validazione straordinaria dei dpi e reclutamento medici e infermieri. Il decreto Cura Italia ha attribuito in via straordinaria, all’Inail, in qualità di soggetto attuatore degli interventi di protezione civile, la funzione di validazione dei dispositivi di protezione individuale prodotti, importati o messi in commercio fino al termine dell’emergenza. Nell’ambito delle misure poste in essere per il contenimento dell’epidemia, l’Istituto ha bandito il 2 aprile scorso una procedura straordinaria per il reclutamento di 200 medici e 100 infermieri, di cui l’8 maggio, sul portale dell’Istituto sono stati pubblicati gli elenchi degli ammessi e dei posti attribuiti divisi per regione.

Trasferimento di 50 milioni di euro a Invitalia per il bando Impresa SIcura. In attuazione dell’articolo 43 del decreto Cura Italia, l’Inail ha trasferito a Invitalia 50 milioni di euro con cui l’agenzia ha lanciato il bando Impresa SIcura. L’iniziativa, che prevede rimborsi fino al 100 per cento delle spese ammissibili fino ad esaurimento della dotazione finanziaria disponibile, è rivolta alle imprese che abbiamo sostenuto spese per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale. Gli importi massimi rimborsabili sono di 500 euro per ogni lavoratore destinatario dei dpi e 150 mila euro per l’azienda. Il 18 maggio scorso si è conclusa la prima fase del bando con la validazione di 208.826 richieste di rimborso.

Videotutorial per gli operatori sanitari. Per supportare gli operatori sanitari esposti a livelli crescenti di stress lavoro-correlato durante il loro impegno quotidiano nella gestione dell’emergenza Covid-19, l’Inail, in collaborazione con l’Ordine nazionale degli psicologi, ha avviato un’iniziativa per attivare servizi di supporto psicologico a loro dedicati. L’Istituto ha realizzato anche un videotutorial sulla gestione dello stress e sulla prevenzione del burnout (una sindrome derivante da stress cronico sul posto di lavoro non adeguatamente gestito) degli operatori sanitari, nel quale sono analizzati i fattori legati all’aumento dello stress psico-fisico. Agli operatori sanitari l’Istituto ha dedicato una scheda informativa, disponibile sul portale istituzionale, elaborata dal Dimeila.

Prodotti multimediali per informare l’utenza e contrastare il covid-19. L’Inail, inoltre, in questi mesi di emergenza sanitaria, ha realizzato numerosi prodotti multimediali: podcast, videonews, videotutorial, fruibili attraverso il portale istituzionale. Particolarmente ricchi e articolati quelli dedicati all’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale: corretto uso dei guanti e delle mascherine, illustrazione delle diverse tipologie di mascherine. Da alcuni giorni è in fase di pubblicazione un prodotto multimediale, suddiviso in 14 video, che illustra, in modo sintetico e per argomenti, il Protocollo di regolamentazione delle misure per il contenimento della diffusione del virus negli ambienti di lavoro, sottoscritto il 14 marzo tra il Governo e le parti sociali e integrato il 24 aprile grazie anche al contributo tecnico dell’Istituto, contenente indicazioni di carattere generale per la prevenzione negli ambienti di lavoro. Tra i filmati: igiene personale, pulizia in azienda, organizzazione aziendale, ingresso in azienda, accesso fornitori esterni.

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

Finanziamento del PON Governance 2014-2020 per la qualificazione dell'Inail come Polo Strategico Nazionale (PSN)