INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

11/10/2016

Rete, sinergia, condivisione: si conclude il seminario Inail di Genova

Con l’intervento del direttore generale, Giuseppe Lucibello, è terminata la tre giorni di studio dei professionisti Contarp e dei medici legali dell’Istituto: “Competenze diversificate ma in grado di operare insieme a garanzia di un elevato valore aggiunto”. Il presidente del Civ Francesco Rampi: “Porre sempre al centro l’attenzione alla persona”

Il direttore generale dell'Inail, Giuseppe Lucibello, durante il suo intervento al seminario di Genova
GENOVA - Rete. Sinergia. Condivisione. Appropriatezza degli apporti professionali. Sono state queste le parole chiave evocate dal direttore generale dell’Inail, Giuseppe Lucibello, nel suo intervento di venerdì scorso, a Genova, a conclusione del IX seminario dei professionisti Contarp e dell’XI convegno nazionale di Medicina legale previdenziale. Alla tre giorni di studio hanno partecipato tutti i vertici dell’Istituto – dal commissario straordinario, Massimo De Felice, al presidente del Civ, Francesco Rampi – e una nutrita rappresentanza del management.

“Un Istituto che riunisce un ventaglio di competenze specialistiche ma integrate”. “La condivisione delle esperienze e dei saperi che agiscono all’interno dell’Inail è garanzia di efficacia e di appropriatezza degli apporti delle sue professionalità – ha affermato Lucibello – Questo è un grande Istituto che riunisce un ventaglio articolato di competenze diversificate, eppure integrate, e la cui sinergia è sinonimo di importante valore aggiunto. Tutto ciò, è doveroso sottolinearlo, in un momento storico nel quale è stato anche chiesto alla pubblica amministrazione italiana di procedere disponendo di sempre minori risorse e certezze”.

“Il pieno reinserimento come nuova sfida da vincere”. Lucibello ha ricordato, così, come grazie anche all’apporto dei tecnici della Contarp e dei medici dell’Inail la presa in carico globale e integrata del lavoratore infortunato e tecnopatico sia oggi un risultato acquisito. “Proprio per questo non possiamo mai abbandonare il richiamo al confronto e alla sinergia costante delle nostre professionalità come garanzia e vera strada percorribile in grado di apportare risultati operativi sempre più concreti”. Un contesto d’azione – ha sottolineato, dunque, il direttore generale – nel quale il raggiungimento di un pieno reinserimento post infortunio si qualifica oggi come “la nuova sfida da vincere e in vista della quale è essenziale dispiegare il massimo sforzo”.

Rampi: “Innovazione negli approcci sanitari e nelle strategie di prevenzione”. Questo quadro d’insieme è stato al centro anche delle valutazioni del presidente del Civ. “Porre al centro la persona richiama in gioco tanto il ruolo del professionista sanitario quanto del tecnico della Contarp che assumono, in Inail, particolare rilievo non solo ai fini della valutazione delle conseguenze dell’infortunio, ma anche a quelli della redazione del piano riabilitativo individuale e del progetto di reinserimento individualizzato. Questa attenzione alla persona permea, dunque, il concetto di rete nell’Istituto, diventando garanzia di appropriatezza delle prestazioni sanitarie e di innovazione negli approcci sanitari e, in generale, di prevenzione”.

“Attenzione all’innovazione e alle esigenze di cambiamento”. Segnalando come il “nuovo” Inail abbia messo in atto una serie di trasformazioni significative alla luce dei mutati paradigmi del mondo del lavoro, Rampi ha rimarcato come “elemento di sintesi di questi nuovi processi sia proprio la persona e come il nuovo concetto di rischio trova ormai i suoi elementi costitutivi nella complessità organizzativa e nella flessibilità”. Ecco allora che “emerge tutto il valore del fare rete – ha concluso Rampi – intesa come parola chiave declinabile con un approccio multidisciplinare in grado di andare oltre l’adozione di standard operativi astratti e dove la presa in carico globale è sinonimo non solo di efficacia delle cure ma anche di attenzione all’innovazione e alle esigenze di cambiamento in chiave di salute e sicurezza”.

INAIL sede centrale: P.le Pastore 6, 00144 Roma (RM) - P. IVA 00968951004