INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

06/12/2023

Stella al Merito del Lavoro, all’Inail una cerimonia per il centenario

Nel piazzale antistante la Direzione generale di Roma il vicepresidente del Senato, Gian Marco Centinaio, accompagnato dal ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Marina Calderone, e il presidente della Federazione nazionale maestri del lavoro, Elio Giovati, alla presenza del commissario straordinario dell’Istituto, Fabrizio D’Ascenzo, hanno deposto una corona davanti al monumento che rende omaggio ai caduti sul lavoro. In mattinata l’evento al Quirinale con il Capo dello Stato

Stella al Merito del Lavoro, all’Inail una cerimonia per il centenario
ROMA - In occasione delle celebrazioni per il centenario della Stella al merito del lavoro, l’onorificenza istituita nel dicembre del 1923 per premiare perizia, laboriosità e buona condotta morale dei lavoratori dipendenti da imprese pubbliche o private, ieri pomeriggio a Roma, nel piazzale antistante la Direzione generale dell’Inail, il vicepresidente del Senato, Gian Marco Centinaio, accompagnato dal ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Marina Calderone, e il presidente della Federazione nazionale maestri del lavoro, Elio Giovati, alla presenza del commissario straordinario dell’Istituto, Fabrizio D’Ascenzo, hanno deposto una corona di alloro davanti al monumento che dal primo maggio 2008 rende omaggio ai caduti sul lavoro, copia in bronzo dell’opera realizzata da Vincenzo Vela nel 1882 per ricordare i minatori che persero la vita durante la realizzazione del traforo del San Gottardo.

D’Ascenzo: “Con ricerca e prevenzione vogliamo dare un impulso per la riduzione dei rischi”. Dopo l’esecuzione dell’inno di Mameli da parte della fanfara dei carabinieri e la deposizione della corona, accompagnata dalle note del silenzio fuori ordinanza, la cerimonia, alla quale hanno presenziato anche il direttore generale dell’Istituto, Andrea Tardiola, e il presidente del Consiglio di indirizzo e vigilanza, Guglielmo Loy, si è conclusa con l’apposizione della medaglia dei 100 anni sul labaro della Federazione. Per il commissario straordinario dell’Inail, Fabrizio D’Ascenzo, è stata “un’occasione importante per ricordare tutte le vittime che si sono purtroppo succedute nel mondo del lavoro. Il nostro impegno è quello di far sì che questi numeri possano essere abbattuti il più possibile. Lavorando tanto sulla prevenzione e sulla ricerca, siamo convinti di poter dare un impulso positivo per la riduzione dei rischi”.

Calderone: “La cultura della sicurezza deve diventare elemento comune a tutti i contesti”. “L’assegnazione di questa onorificenza a chi ha fatto la differenza nel mondo del lavoro, cercando di trasmettere quotidianamente i buoni principi e le buone norme dello stare insieme, è il modo migliore per dare ai nostri giovani un esempio di quanto sia importante valorizzare la propria dimensione personale nel lavoro – ha detto il ministro Calderone – Con la deposizione della corona davanti al monumento dedicato alle vittime del lavoro, vogliamo richiamare l’attenzione sul tema della salute e della sicurezza e sul fatto che la cultura della prevenzione deve diventare elemento comune a tutti i contesti, compreso quello scolastico e familiare”.

Mattarella: “La cura della vita prevale su ogni altro interesse”. La cerimonia all’Inail è stata preceduta in mattinata dall’incontro al Quirinale con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha consegnato quattro Stelle al merito del lavoro alla memoria di altrettanti lavoratori vittime di infortuni mortali: Mariano Bruno Guidorizzi, Matteo Zenatello, Paolo Franco e Pasquale D’Ettorre. “Di fronte alle morti sul lavoro o a causa del lavoro – ha detto Mattarella – le istituzioni della Repubblica, a ogni livello, sono chiamate al dovere di accrescere sempre più i livelli di sicurezza e di porre in essere tutte le azioni possibili al fine di ridurre i rischi e promuovere la cultura della prevenzione. La dignità del lavoro e la cura della vita devono prevalere su ogni altro interesse”.

In un libro il riassunto di un secolo di storia. Nel corso dell’evento, ospitato nel Salone dei Corazzieri, il presidente della Federazione ha consegnato al Capo dello Stato la medaglia ufficiale dei 100 anni e una copia speciale del libro dedicato al secolo di storia della Stella e dei maestri in Italia. Il volume di 160 pagine racconta la decorazione a partire dalla sua istituzione sotto la monarchia, riportando tutti i decreti e le leggi dal 1923 a oggi e descrivendo alcune delle onorificenze consegnate ai lavoratori, per comprendere meglio il periodo tra la prima e la seconda guerra mondiale. Nel libro sono riportati anche alcuni estratti dei discorsi pronunciati dai presidenti della Repubblica in occasione della Festa del primo maggio e degli interventi rivolti alla Federazione nazionale maestri del lavoro da alcuni pontefici.

Anche un francobollo per celebrare la ricorrenza. Durante la cerimonia al Colle, che si è svolta alla presenza di un gruppo di ragazzi e ragazze in rappresentanza dei quasi 80mila studenti che nell’ultimo anno hanno partecipato alla testimonianza formativa dei maestri del lavoro nelle scuole, è stato anche apposto il primo annullo sul francobollo celebrativo emesso dalle Poste per i 100 anni dell’istituzione della Stella al merito del lavoro, realizzato dall’Istituto poligrafico e dalla Zecca dello Stato. Il ministro Calderone, inoltre, ha consegnato le decorazioni della Stella a una rappresentanza regionale dei nuovi maestri del lavoro.

© 2024 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

PNRR 2021-2026 - Next Generation EU (DL 77/2021) - Progetto "Digitalizzazione dell'INAIL"


POC Legalità 2014-2020 - Progetto "Antifrode e Internal Audit"


PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 - Progetto "Qualificazione dell'INAIL come Polo Strategico Nazionale (PSN)"

Impostazioni cookie