INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

29/09/2023

“Build your safety”, costruiamo insieme la nostra sicurezza

Al via il progetto per la crescita della cultura della prevenzione sul lavoro destinato agli studenti delle scuole medie di primo grado

Immagine locandina
PERUGIA - La recente collaborazione regionale siglata tra Inail Umbria e Cesf e Tesef, enti bilaterali dell’edilizia di Perugia e di Terni, e la sinergia attivata con l’Ufficio scolastico regionale hanno consentito di realizzare il primo incontro con i cinque dirigenti scolastici degli istituti aderenti al progetto “Build your safety”, che punta a informare e formare gli studenti delle scuole medie di primo grado in materia di prevenzione e a diffondere la cultura del rischio e della  sicurezza.
 
Modalità didattiche coerenti con i linguaggi dei giovani. Le attività sono state pianificate e sperimentate grazie anche al contributo di alcuni studenti degli istituti tecnici superiori “Capitini” e “Volta” di Perugia, in occasione dello svolgimento del tirocinio Pcto presso la Direzione regionale Inail Umbria. Il progetto utilizza modalità didattiche ed espressive coerenti con i linguaggi dei giovani, in un’ottica di “peer education” ossia di formazione alla pari tra studenti. In collaborazione con gli studenti in Pcto, infatti, è stato realizzato il video “Build your safety”, visionabile al link indicato in basso, che sarà utilizzato per ingaggiare i ragazzi delle scuole medie a partecipare attivamente alle iniziative previste.
 
Circa 2mila gli studenti coinvolti. In questa prima fase “Build your safety” coinvolge circa 2mila studenti umbri delle scuole secondarie di I grado “Margherita Hack” di San Martino in Campo (Pg) e “Carducci-Purgotti” di Perugia. Partecipano anche gli alunni dell’istituto omnicomprensivo “De Gasperi-Battaglia” di Norcia e degli istituti comprensivi “G. Oberdan” e “B. Brin” di Terni. Trenta i percorsi formativi previsti per offrire agli studenti alcune attività extracurriculari laboratoriali, culturali, creative e ricreative incentrate sui temi della salute, sicurezza e prevenzione nel lavoro e per arricchire l’insieme di strumenti comunemente utilizzati nei processi formativi scolastici con prodotti innovativi (serious game, concorsi sul tema della sicurezza nei luoghi di studio e di vita, tik-tok, video social, ecc.), con attività teorico-pratiche sul primo soccorso e sulla gestione del rischio da movimentazione manuale dei carichi.
 
Ligi: “Un percorso graduale teso a favorire l’adozione di comportamenti consapevoli”. “La progettualità, in coerenza con il ruolo attribuito all’Istituto dal d.lgs. 81 del 2008 e con il Piano della prevenzione Inail 2022-2024 – ha spiegato il direttore regionale Inail Umbria, Alessandra Ligi – si propone di promuovere l’attenzione sui temi di salute e sicurezza nel lavoro rivolgendosi al target di giovani studenti delle scuole medie, attraverso un percorso graduale e progressivo teso a favorire l’adozione di comportamenti attenti e consapevoli. La cultura del rischio e della sicurezza – ha sottolineato – sono infatti fattori centrali nel contrasto ai fenomeni infortunistici, oggi in fase di generale ripresa, che coinvolgono anche tantissimi giovani”.
 
Repetto: “Di grande valore l’investimento nella formazione dei giovani”. “In un momento in cui il percorso di minimizzazione dei rischi di decesso, infortunio e malattie professionali, pur caratterizzato da grandi progressi, risulta ancora in divenire e in cui attualissimi sono i richiami delle più alte cariche dello Stato in materia – ha aggiunto il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Sergio Repetto – appare di grande valore l’investimento in formazione rivolta a giovani studenti. In tal modo si diffonderanno sempre più i valori di salute e sicurezza presso le nuove generazioni, favorendo la prevenzione e il rispetto delle norme di sicurezza”.
 
Bartolucci: “È necessario avvicinare i giovani al settore delle costruzioni”. Il direttore Cesf Perugia, Cristiana Bartolucci, ha sottolineato la necessità di avvicinare i giovani ad un settore come quello delle costruzioni che ha bisogno di nuova forza lavoro, sia per la forte ripresa degli ultimi anni, sia per il ricambio generazionale che a breve sarà necessario in molte imprese edili del territorio. “Anche per questa ragione – ha spiegato – la sezione Giovani di Ance Umbria ha aderito ad un progetto nazionale che impegna i giovani imprenditori, in collaborazione con le Scuole edili, ad andare nelle scuole medie per promuovere il settore. Ovviamente nelle prossime settimane si lavorerà all’integrazione dei due progetti”.
 
Donati: “Linguaggi e strumenti di formazione alternativi”. Paola Donati, direttore Tesef Terni, ha concluso, infine, ribadendo l’importanza della scelta dei linguaggi utilizzati. “Per promuovere la sicurezza sul lavoro e stimolare la curiosità e la riflessione da parte dei giovani su un tema complesso come quello della salute e sicurezza, abbiamo pensato di utilizzare un linguaggio e uno strumento alternativo di formazione”.


© 2024 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

PNRR 2021-2026 - Next Generation EU (DL 77/2021) - Progetto "Digitalizzazione dell'INAIL"


POC Legalità 2014-2020 - Progetto "Antifrode e Internal Audit"


PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 - Progetto "Qualificazione dell'INAIL come Polo Strategico Nazionale (PSN)"

Impostazioni cookie