INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

08/11/2019

“Il mio ingrediente per la felicità”: Nicola racconta la sua rinascita

Online un nuovo episodio de “Le belle storie”, in cui il protagonista parla della sua vita dopo un infortunio, del ritorno al lavoro e di una grande passione. Nata grazie a un progetto di reinserimento sociale realizzato dalla sede Inail di Scalea.

Immagine campagna Belle Storie
SCALEA (CS) – Amore per la famiglia, per il lavoro e per le piccole cose quotidiane che, se vissute intensamente, danno un senso alla vita. Per Nicola Battaglia sono questi gli “ingredienti” della rinascita dopo l’infortunio sul lavoro subito nove anni fa. Nicola è il protagonista di un nuovo episodio de “Le belle storie”, la campagna di comunicazione in cui alcuni assistiti Inail, vittime di un infortunio sul lavoro, raccontano la propria esperienza. Oggi, questo energico 42enne è un uomo sereno: ha ripreso il lavoro alla guida di un camion e ha scoperto una nuova passione per i fornelli, grazie a un progetto di reinserimento sociale della sede Inail di Cosenza.
 
Ricominciare dopo l’infortunio. “L’infortunio –  racconta Nicola – è avvenuto il 7 ottobre del 2010, mentre lavoravo per un'azienda nel settore della raccolta di rifiuti solidi urbani. Quella mattina ero uscito presto per fare il solito giro della raccolta”. Nicola perde la mano destra ma, grazie alla sua famiglia, trova il coraggio di andare avanti. “A darmi la forza sono state mia moglie e la mia piccola Elisa, che all’epoca aveva due anni e mezzo: la voglia di farcela era rivolta esclusivamente loro”. Nel 2017 nasce la sua seconda figlia, Gaia: un’altra grande spinta per ricominciare.
 
“Grazie alle protesi posso prendere la mano di mia figlia e riesco a guidare”. La rinascita di Nicola è stata possibile anche grazie alle protesi mioelettriche fornite dall’Inail: la mano VariPlus, fondamentale per alcuni gesti quotidiani e la mano Michelangelo. “Con la VariPlus posso prendere oltre agli oggetti, la mano di mia figlia, - spiega Nicola - mentre la Michelangelo mi ha permesso di riprendere la patente del camion. Oggi, infatti, lavoro di nuovo come autista: trasporto bibite nella mia città e sono fiero di quello che sono riuscito ad ottenere grazie agli ausili e alla mia forza volontà”.
 
“Insieme in cucina”, il progetto Inail di reinserimento sociale. Nicola oggi ha anche una nuova passione, scoperta grazie al progetto di reinserimento sociale “Insieme in cucina”, realizzato dalla sede Inail di Cosenza in collaborazione con l’Istituto “Mancini-Tommasi”. Le attività rientrano tra gli interventi di sostegno per il reinserimento nella vita di relazione, finalizzati a potenziare l’autonomia delle persone con disabilità da lavoro, anche attraverso laboratori occupazionali e di socializzazione. Nel 2018, hanno partecipato al corso di cucina cinque assistiti coordinati dallo chef Laise, docente dell’Istituto alberghiero. “La cucina – racconta Nicola – mi offre la possibilità di scaricare la tensione dopo una giornata di lavoro: mi metto ai fornelli e preparo qualcosa per i miei familiari”. E se ogni chef ha un ingrediente segreto, Nicola ha deciso di svelarci il suo. “Il mio ingrediente per la felicità è la famiglia… fateci caso quando siete felici”.

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004