INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

26/10/2017

Iniziative immobiliari di elevata utilità sociale, stipulato il primo contratto: l'Inail acquista la nuova scuola dell'infanzia di Carignano

Nell'ambito del programma avviato con la legge di stabilità 2015, l’Istituto ha rilevato dal Comune della provincia di Torino la proprietà della struttura, concedendola poi in locazione per 18 anni alla stessa amministrazione. Nel triennio 2016-2018 l'impegno finanziario complessivo previsto per l’edilizia scolastica è di 967 milioni

#italiasicura - Scuola
ROMA - L’Inail ha rilevato dal Comune di Carignano, in provincia di Torino, la proprietà della nuova scuola dell’infanzia di via Pier Luigi Vigada. È il primo contratto di acquisto sottoscritto dall’Istituto nell’ambito del programma di iniziative immobiliari di elevata utilità sociale, avviato sulla base delle disposizioni previste dalla legge di stabilità 2015, che comprende anche la realizzazione di nuove costruzioni o la riqualificazione di immobili già esistenti destinati a strutture scolastiche, da concedere poi in locazione alle amministrazioni pubbliche.
 
Il canone annuo fissato al 2,5% del costo dell'investimento. La stipula del contratto per l’acquisto della scuola di Carignano è avvenuta in seguito all’esito positivo dell’istruttoria per la verifica della compatibilità tecnica, economica e finanziaria dell’investimento proposto dall’amministrazione comunale il 9 settembre 2015, in risposta all’avviso pubblico diretto a individuare le iniziative da sottoporre alla valutazione dell’Inail. Dopo la conclusione dell’atto di compravendita, l’Istituto e il Comune hanno sottoscritto un contratto di locazione della durata di 18 anni, rinnovabile per altri 18, con un canone annuo fissato al 2,5% del costo complessivo dell’investimento.

Le 12 aule possono ospitare fino a 300 alunni. L’edificio della nuova scuola dell’infanzia di Carignano, realizzato prevalentemente con materiali naturali eco-compatibili provenienti da riciclo e riciclabili, si sviluppa su un solo livello su una superficie di circa 2.400 metri quadrati e ha permesso di riunire in un unico plesso le nove sezioni distribuite precedentemente in due sedi diverse, prevedendo anche un ampliamento di tre nuove sezioni per fare fronte all’incremento demografico. Oltre alle 12 aule, in grado di ospitare fino a un massimo di 300 alunni, la struttura comprende anche i locali insegnanti, il refettorio e i locali di servizio. All’esterno sono disponibili circa 2.600 metri quadrati per il verde attrezzato, 1.200 metri quadrati di aree e percorsi pedonali e 500 metri quadrati destinati alla viabilità e al parcheggio.  

In istruttoria altre 64 iniziative. L’impegno finanziario dell’Istituto per l’edilizia scolastica previsto dal piano triennale degli investimenti 2016-2018 ammonta complessivamente a 967 milioni di euro. Nell’ambito dell’asset di investimento nelle opere di elevata utilità sociale – che comprende residenze universitarie, strutture sanitarie e assistenziali, uffici pubblici e altri immobili destinati a utilizzo con finalità sociali – alle scuole sono destinati 367 milioni di euro per cui sono in istruttoria, oltre a quella di Carignano, altre 64 iniziative.

Con l'operazione #scuoleinnovative 51 progetti all'avanguardia. Altri 350 milioni sono legati all’operazione #scuoleinnovative, promossa nel 2016 dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso un concorso internazionale che ha visto la commissione giudicatrice valutare 1.238 progetti. Le #scuoleinnovative saranno 51 esempi di avanguardia architettonica, civic center aperti al territorio, prototipi di innovazione dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica. L’operazione è destinata poi a proseguire a livello regionale, grazie ai 100 milioni Inail previsti dalla legge di bilancio 2017. Altri 150 milioni, inoltre, saranno distribuiti alle Regioni per la realizzazione di nuovi poli per l’infanzia a gestione pubblica.
 
Gasperini: “Grazie a questi investimenti ricadute positive per tutti”. Per il direttore centrale Patrimonio dell’Inail, Carlo Gasperini, “queste iniziative sono destinate ad avere ricadute positive per tutti. Innanzitutto per gli studenti, che potranno frequentare scuole moderne e sicure, ma anche per le amministrazioni locali coinvolte e per il nostro Istituto, che attraverso gli investimenti in edilizia si assicura un rendimento in linea con il saggio di attualizzazione delle riserve tecniche dell’Ente, contribuendo, allo stesso tempo, alla ripresa dell’economia del Paese”.
 
Galimberti: “Fondamentale la sinergia tra istituzioni e amministrazioni”. “L’Inail si è contraddistinto per voler investire in un settore strategico come quello dell’edilizia scolastica, puntando su strutture all’avanguardia, attraverso la realizzazione di nuovi edifici – sottolinea Laura Galimberti, coordinatrice della Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei ministri per la riqualificazione dell’edilizia scolastica, che ha sempre sostenuto l’impegno dell’Inail per le scuole – La sinergia tra istituzioni e amministrazioni diverse è fondamentale per investire nel futuro dei nostri ragazzi, quindi dell’Italia”.

INAIL sede centrale: P.le Pastore 6, 00144 Roma (RM) - P. IVA 00968951004