INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

11/06/2020

Fase 2 - Centro di riabilitazione motoria di Volterra: ripresa del regime residenziale e semiresidenziale

Dal 22 giugno 2020 il C.r.m. di Volterra riprende ad accogliere in regime residenziale e semiresidenziale.

Dal 22 giugno 2020 il Centro di riabilitazione motoria di Volterra riprende ad accogliere in regime residenziale infortunati/tecnopatici residenti in regioni diverse dalla regione Toscana.
Dalla stessa data del 22 giugno, solo per gli utenti residenti nella regione Toscana, tornano attivi anche il regime semiresidenziale, l’ambulatorio fisiatrico e l’ambulatorio per la cura delle ferite difficili.

Sono disponibili, al momento, 7 posti letto residenziali (tutti in stanza singola con bagno dedicato) e ulteriori 3 posti semiresidenziali e sono garantiti percorsi separati dedicati all’accoglienza e triage dei nuovi ingressi e all’isolamento dei pazienti sintomatici e/o sospetti. La palestra e gli spazi comuni sono stati riorganizzati al fine di garantire il distanziamento tra i pazienti; il percorso ambulatoriale è stato predisposto per assicurare la sicurezza degli utenti.

La palestra è attiva tutti i giorni feriali dal lunedì al venerdì, con sessioni di terapia mattutine e pomeridiane, ed è garantito agli assistiti il supporto dell’assistente sociale e dello psicologo.
Sia per gli operatori che per i pazienti sono disponibili idonei dpi.

La lista di attesa continua ad essere gestita dando priorità ai casi post-acuti. Tuttavia, l’ammissione degli assistiti in entrambi i regimi, residenziale e semiresidenziale, è condizionata dalla preliminare esecuzione del test molecolare per la ricerca del SARS-Cov-2 su tampone rino-orofaringeo. I medici del C.r.m. prendono contatti con il medico di famiglia dell’assistito in lista di attesa, prima della convocazione a ricovero, al fine di attivare il Dipartimento di prevenzione della locale ASL. Il curante deve altresì certificare l’assenza di misure restrittive in corso (quarantena, isolamento fiduciario).
Gli operatori del C.r.m. mantengono stretti contatti con l’assistito che, non appena ricevuto il risultato del tampone – se negativo e in assenza di sintomi in atto – è tempestivamente convocato per iniziare le cure.

Lo staff del C.r.m. è raggiungibile ai consueti recapiti telefonici e di posta elettronica.  

Ultimo aggiornamento: 11/06/2020


© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

Finanziamento del PON Governance 2014-2020 per la qualificazione dell'Inail come Polo Strategico Nazionale (PSN)