INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Tecnologie diagnostiche per la sicurezza

Qualsiasi procedimento di valutazione d’integrità strutturale di attrezzature, macchine e impianti implica la conoscenza dei risultati diagnostici conseguiti da attività di controllo, verifica e ispezione secondo criteri strutturati da procedimenti normati. Tuttavia, considerata la vastità delle problematiche emergenti e, al contempo, di tecnologie diagnostiche basate su approcci innovativi anche di carattere strumentale, si pone la questione di corrispondere iniziative che possano coniugare questi due aspetti sulla base delle risultanze di specifiche attività di ricerca, sperimentazione e validazione, senza peraltro trascurare aspetti di opportunità economica necessari a garantire la massima efficacia e la concreta sostenibilità dell’esercizio e, quindi, la sicurezza sul territorio nazionale nei luoghi di vita e di lavoro.

In questo settore, l’attività del Dipartimento Innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici si svolge attraverso studi e ricerche per lo sviluppo e validazione di tecniche e procedure di verifica d'integrità di attrezzature, macchine e impianti basate su metodiche diagnostiche per l'esercizio in sicurezza; messa a punto di tecniche controllo non distruttivo (CND), a carattere discreto o continuo (monitoraggio), per la rilevazione di discontinuità o difettosità nei componenti generate dai processi di fusione (endogene) o dai procedimenti di lavorazione meccanica in fase di fabbricazione e/o assemblaggio (esogene), e dai meccanismi di danno noti e prevedibili dovuti all'esercizio (es. corrosione, erosione, fatica, creep); sviluppo di codici di modellazione predittiva della resistenza basate su criteri di meccanica della frattura e della failure analysis per componenti a matrice metallica, plastica o composita; analisi chimiche, prove meccaniche ed indagini sperimentali a carattere macro e micrografico sui materiali al fine di verificarne la compatibilità e la conformità in relazione alla destinazione d'uso; partecipazione all’elaborazione di proposte in sede normativa e di regolamentazione tecnica nazionale ed internazionale.

In particolare, l’attività di ricerca è orientata ai seguenti obiettivi:

  • Analisi tecnico-scientifica delle prove di riqualificazione periodica dei serbatoi interrati di GPL di capacità non superiore a 13m3 presenti nella Banca Dati EA dell’INAIL ed aggiornamento della relativa procedura di controllo basata sul metodo dell’Emissione Acustica (Procedura EA), che costituisce un potente strumento per la verifica d'integrità (verifica decennale) dei serbatoi interrati per GPL e la cui applicazione è richiesta dal Proprietario del serbatoio ai soli Organismi Competenti all'uopo abilitati con specifico decreto interministeriale, in conformità a quanto disposto dal D.M. 23.9.2004.
A valle di approfondimenti condotti a tutti i livelli la metodica potrà essere estesa anche ai serbatoi fuori terra di capacità non superiore a 13m3.
  • Elaborazione di una procedura per l’esecuzione in sicurezza delle prove di pressurizzazione condotte su attrezzature a pressione in esercizio.
Durante l’esecuzione della prova di pressione (per esempio nell’ambito dei controlli finalizzati alle verifiche di fabbricazione o all’accertamento dell’integrità strutturale) esiste sempre la possibilità di accadimento di un evento, che può essere anche catastrofico, innescato dalla possibile rottura di parti o componenti in pressione, basti pensare ai fluidi facilmente infiammabili, esplosivi, tossici o comburenti. In questo ambito la normativa nazionale non fornisce un quadro completo delle azioni da intraprendere e dei requisiti di sicurezza da rispettare durante l’esecuzione della prova di pressione.
  • Sviluppo di procedure sperimentali di verifica dell’integrità strutturale e dell’affidabilità di componenti o elementi di attrezzature a pressione e impianti di sollevamento, basate sulla failure analysis e sulla meccanica della frattura.
In vari settori dell’ingegneria si stanno studiando nuovi materiali ad alte prestazioni che consentano la riduzione del peso delle strutture e quindi dei costi di realizzazione dei manufatti ed al contempo abbiano un’elevata affidabilità in condizioni di esercizio sempre più spinte. In questo ambito la failure analysis e la Meccanica della Frattura rivestono un ruolo fondamentale per la comprensione dei fenomeni che determinano il danneggiamento e la conseguente rottura di un elemento strutturale e quindi per la proposta di azioni correttive in sede di progettazione, fabbricazione e manutenzione.


Contatti: dit.tecnologie@inail.it

Allegato

  • Procedura EA Rev. 2 - Edizione Dicembre 2008

    Procedura per il controllo di serbatoi interrati per GPL di capacità non superiore a 13 m3 con tecnica basata sul metodo di Emissione Acustica ai fini della verifica di integrità (.pdf - 1 mb)

Ultimo aggiornamento: 11/02/2016