INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Regolamento Reach

Questa sezione intende fornire elementi per la conoscenza del Regolamento Europeo n.1907 del 2006, comunemente denominato Reach (Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of CHemical substances).
Tale regolamento ha apportato numerosi cambiamenti nella legislazione comunitaria inerente la produzione, commercializzazione e utilizzo degli agenti chimici in Europa e interessa i produttori, i distributori e tutti gli utilizzatori di sostanze chimiche.

Obiettivo prioritario del Reach è raggiungere un alto livello di protezione della salute umana e dell'ambiente, attraverso una migliore e più rapida identificazione delle proprietà delle sostanze chimiche; allo stesso tempo esso mira ad aumentare la competitività dell'industria chimica europea.

L'Inail, nell’ambito della tutela globale di ogni lavoratore contro i rischi e i danni connessi all'attività lavorativa, guarda con particolare attenzione ed interesse all'attuazione del Reach: si prevede che, in futuro, i principi contenuti nel regolamento porteranno a un incremento delle conoscenze nel campo dell'igiene industriale, a un miglioramento della qualità e completezza delle informazioni sulle sostanze chimiche e quindi a una sensibile diminuzione delle patologie professionali.

A breve scadenza, inoltre, c'è da ritenere che la circolazione delle informazioni porterà a valutazioni più accurate degli scenari di esposizione relativi all'uso in sicurezza delle sostanze chimiche e a una maggiore responsabilizzazione delle figure coinvolte nella salvaguardia della salute dei lavoratori.

Sostituzione di sostanze pericolose

Il principio di sostituzione degli agenti chimici pericolosi per la salute dei lavoratori con altri che non lo sono o lo sono meno come misura prevenzionale è stato rafforzato dall’entrata in vigore del regolamento Reach, che presenta uno degli aspetti più innovativi nella cosiddetta procedura di autorizzazione: le sostanze definite “estremamente preoccupanti” (Svhc) e incluse nell’allegato XIV non potranno più essere immesse sul mercato né utilizzate dopo la data indicata nello stesso allegato, senza una specifica autorizzazione all’uso.
In base all’articolo 57 del regolamento Reach le Svhc includono:
  1. sostanze che rispondono ai criteri di classificazione nelle classi di pericolo cancerogenicità, mutagenicità, tossicità per la riproduzione di categoria 1A o 1B (allegato I del regolamento Clp)
  2. sostanze persistenti, bioaccumulabili e tossiche (Pbt) o molto persistenti e molto bioaccumulabili (vPvB), secondo i criteri di cui all’allegato XIII del regolamento Reach
  3. sostanze aventi proprietà che perturbano il sistema endocrino o che danno adito a un livello di preoccupazione equivalente a quella suscitata dalle altre sostanze indicate ai punti precedenti.

Allegati

Ultimo aggiornamento: 16/03/2018