INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Regolamento Clp

Il regolamento CE) n. 1272/2008 del 16 dicembre 2008, denominato regolamento CLP (Classification, Labelling and Packaging – Classificazione, Etichettatura, Imballaggio), entrato in vigore nell’Unione europea il 20 gennaio 2009, ha introdotto un nuovo sistema di classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele che ha abrogato le direttive 67/548/CEE (DSP: Direttiva sulle sostanze pericolose) e 1999/45/CE (DPP: Direttiva sui preparati pericolosi).

Scopo del regolamento CLP è armonizzare i criteri per la classificazione delle sostanze e delle miscele e le norme relative alla loro etichettatura e imballaggio e assicurare un elevato livello di protezione della salute umana e dell’ambiente, nonché la libera circolazione delle sostanze e delle loro miscele, rafforzando anche la competitività e l'innovazione.

Il regolamento CLP si propone inoltre di garantire la protezione degli animali, limitando la sperimentazione sugli stessi solo ai casi in cui non esistano dati di letteratura e prove alternative che producano risultati di adeguata affidabilità e qualità.

In generale l’applicazione del regolamento CLP consente di determinare quali proprietà di una sostanza o di una miscela permettano di classificarla come pericolosa, affinché i pericoli che essa comporta possano essere adeguatamente identificati e resi noti.

Tali proprietà comprendono i pericoli di natura fisica per la sicurezza, i pericoli per la salute dell'uomo e i pericoli per l'ambiente, compresi quelli per lo strato di ozono.

Allegati

Etichettatura

Le etichette poste sulle confezioni dei prodotti chimici costituiscono una fonte di informazione sulla loro pericolosità e hanno lo scopo di evidenziare gli eventuali rischi a cui si è esposti durante l’uso e le opportune precauzioni da prendere per il corretto utilizzo, conservazione e smaltimento.
La forma dell’etichetta, le sue dimensioni, la presenza di simboli e frasi specifiche sono oggetto di specifiche normative. In questa sezione sono approfonditi i nuovi dettami sull’etichettatura. Infatti l’entrata in vigore del Regolamento CE n. 1272/2008, noto come CLP (Classification, Labelling and Packaging – Classificazione, Etichettatura, Imballaggio), ha sancito un progressivo mutamento dell’etichettatura e dell’imballaggio fino al 2017, anno in cui saranno totalmente abrogate le precedenti regole.
Ai sensi del regolamento CLP l’imballaggio contenente sostanze o miscele deve essere etichettato quando:

  • la sostanza è classificata come pericolosa;
  • la miscela contiene una o più sostanze classificate come pericolose al di sopra di determinate soglie.

L'etichetta va apposta saldamente sull'imballaggio e deve poter essere letta orizzontalmente quando l'imballaggio è posto in condizioni normali. Il colore e la presentazione dell'etichetta devono essere tali da renderne chiaramente visibili i pittogrammi; le informazioni contenute nell'etichetta devono essere facilmente leggibili ed indelebili.
Secondo la nuova normativa l’etichetta apposta sulla confezione deve contenere le seguenti informazioni:

 

  1. nome, indirizzo e numero di telefono del fornitore o dei fornitori;
  2. quantità nominale della sostanza o miscela contenuta nel collo messo a disposizione;
  3. identificatori di prodotto (nome e numeri);
  4. eventuali pittogrammi di pericolo;
  5. avvertenze, se ve ne sono;
  6. indicazioni di pericolo, se ve ne sono;
  7. eventuali consigli di prudenza;
  8. informazioni supplementari, se necessarie.

Allegati

Ultimo aggiornamento: 10/09/2018