INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Modalità di pagamento delle rendite all'estero

Termini e modalità di pagamento. I pagamenti sono effettuati con cadenza mensile, il primo giorno bancabile utile del mese, ed eseguiti in Euro, salvo diverse disposizioni politico-valutarie del Paese estero interessato.
Le modalità di pagamento sono scelte dal beneficiario tra quelle di seguito elencate:

  • accredito in conto corrente
  • pagamento in contanti allo sportello
  • bonifico bancario domiciliato a nome del beneficiario presso un Istituto di credito
  • carta ricaricabile (nei paesi in cui la modalità è disponibile)
Nel caso in cui venga scelta la modalità dell'accredito, il conto corrente stesso può essere cointestato ad una o più persone diverse dal beneficiario. In questo caso, l'Istituto di credito (Citibank N.A) dovrà acquisire apposita dichiarazione di responsabilità del cointestatario o dei cointestatari che prevede l'obbligo alla restituzione delle eventuali somme affluite sul conto dopo il decesso del beneficiario.
Il pagamento allo sportello può essere effettuato anche a persone diverse dal beneficiario, quali delegati o tutori. In questo caso, il delegato o tutore sarà tenuto a rendere sulla quietanza apposita dichiarazione dell'esistenza in vita del titolare della prestazione.
Qualora le condizioni locali non consentano alcuna delle suddette modalità di pagamento, l'Inps può autorizzare l'Istituto di credito all'emissione e spedizione di assegno circolare non trasferibile o altro titolo garantito dalla Banca.
In caso di irreperibilità del destinatario, le disposizioni di pagamento non eseguite restano disponibili presso l'Istituto di credito per il periodo di validità di 90 giorni. Qualora entro il predetto termine lo stesso Istituto accerti una variazione di indirizzo del beneficiario, il pagamento è riemesso al nuovo domicilio. Nel caso, invece, di ritorno di un secondo pagamento, l'Istituto riaccredita all'Inps entrambi i pagamenti e sospende il pagamento delle prestazioni.

Sospensione dei pagamenti. È prevista la sospensione del pagamento delle prestazioni nei casi sotto indicati:
  • decesso del beneficiario
  • trasferimento del beneficiario in Italia
  • irreperibilità del beneficiario, in caso di due disposizioni successive tornate all'Istituto di credito
  • mancata riscossione di un titolo nel periodo di validità (90 giorni) e mancato incasso di due titoli emessi successivamente
L'Istituto di credito può ripristinare di propria iniziativa il pagamento delle prestazioni sospese per irreperibilità del beneficiario e per mancata riscossione prima della rendicontazione all'Inps. Nel caso, invece, di rate sospese su disposizione dell'INPS per trasferimento del beneficiario in Italia o per decesso del titolare, l'Istituto di credito non può riattivare il pagamento se non previa presentazione di certificazione di esistenza in vita.

Accertamento dell'esistenza in vita. Ai fini del pagamento, riveste particolare importanza l'accertamento dell'esistenza in vita del beneficiario.
Prima di procedere al pagamento delle prestazioni, infatti, l'Istituto di credito è tenuto a verificare l'esistenza in vita, l'indirizzo e la residenza del beneficiario.
Relativamente all'accertamento dell'esistenza in vita, lo specifico Modulo di certificazione, inviato ai beneficiari da Citibank N.A. nella fase di avvio del servizio (novembre 2011), dovrà essere restituito dal beneficiario debitamente compilato, firmato e corredato della documentazione richiesta entro il 2 aprile 2012.
La mancata ricezione da parte di Citibank N.A. della predetta modulistica con le modalità e nel termine sopra indicati può comportare la sospensione del pagamento delle prestazioni a partire dal 1° maggio 2012.
I successivi accertamenti dell'esistenza in vita sono effettuati dallo stesso istituto di credito con cadenza almeno annuale.
Nello specifico, si ritiene opportuno evidenziare che l'attestazione di esistenza in vita deve essere avallata da testimoni "attendibili" o "accettabili", cioè Autorità legittimate, quali i funzionari di Rappresentanze Diplomatiche italiane e di Autorità locali, individuate preventivamente da Citibank N.A. ed indicate nell'Opuscolo domande frequenti, al quale si fa rinvio.
L'Inps ha precisato, che sono da includere tra i "testimoni", oltre a quelle già indicate nel suddetto Opuscolo, le seguenti figure:
  • Notary Public in ciascuno degli Stati Uniti d'America
  • General Practitioner del National Service nel Regno Unito
Inoltre, l'Inps ha indicato procedure alternative di attestazione dell'esistenza in vita da seguire in particolari situazioni, nel caso di beneficiari che si trovino in grave stato di infermità o disabili che risiedono in istituti di riposo o sanitari o reclusi in istituti di detenzione.
Per la gestione di tali casistiche è necessario contattare il servizio di assistenza Citibank N.A., che renderà disponibile il modulo alternativo di certificazione di esistenza in vita, da restituire allo stesso Istituto di credito debitamente compilato e sottoscritto dal "soggetto attestante" e accompagnato dalla "documentazione supplementare".
Al predetto servizio di assistenza, attivo dal 1° febbraio 2012, potranno rivolgersi oltre che i titolari delle prestazioni, anche i delegati, procuratori, Consolati e Patronati per la risoluzione di specifici quesiti nonché per informazioni relative ai pagamenti eseguiti dal 1° febbraio 2012.
Il servizio può essere contattato:
  • visitando la pagina web www.inps.citi.com
  • inviando un'e-mail all'indirizzo inps.pensionati@citi.com
  • telefonando ad uno dei numeri verdi, diversificati per area geografica di appartenenza
Si precisa, infine, che per avere informazioni sui pagamenti effettuati fino al gennaio 2012, occorrerà invece contattare l'Istituto Centrale Banche Popolari Italiane che ha curato i pagamenti delle prestazioni sino alla predetta data.

* * *
Si rappresenta, tuttavia, che il beneficiario continuerà a ricevere dall'Inail la consueta richiesta di verifica annuale dell'esistenza in vita dei reddituari residenti all'estero secondo le modalità sopra esposte.

Allegati

Ultimo aggiornamento: 18/02/2015