INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Utilizzo della classificazione ICF nela valutazione di un sistema di mobilità avanzata autobilanciante

Ambito: Ausili e Domotica
Rivista: Tesi di Laurea - Corso di Laurea in Tecniche Ortopediche
Anno di pubblicazione: 2014
 

Il settore degli ausili della mobilità è un settore sempre troppo poco esplorato, nonostante la sua importanza dal punto di vista sociale e riabilitativo, oltre che economico. Una grossa fetta del mercato dei dispositivi ortopedici è riservata al settore degli ausili della mobilità ed infatti sono infinite le tipologie di carrozzine disponibili ad oggi per le più svariate necessità. Questo è indice dell’importanza di questo tipo di dispositivi nella vita delle tante persone che hanno difficoltà, lievi o complete, della deambulazione.

Una limitazione della deambulazione è un problema di tipo medico se si osserva un individuo dal punto di vista della sola funzione corporea; diventa un problema di tipo sociale se si valuta la limitazione di un individuo nello svolgere le attività di vita quotidiana che implicano lo spostamento. Nel settore della mobilità, dunque, trovano soluzione due discipline differenti, la medicina e le scienze sociali. Mediante l’adozione di un dispositivo per la mobilità adeguato al caso, si risolvono due problemi differenti che hanno una causa in comune. La scelta di un dispositivo adeguato risulta dunque determinante per la salute di una persona disabile, in quanto nella definizione di "salute" rientrano i fattori fisici, psichici e sociali di un individuo.

In questo lavoro è stata eseguita un’analisi tecnologica e riabilitativa dei metodi all’avanguardia per le soluzioni ai problemi legati alla disabilità. Dal punto di vista ingegneristico sono state analizzate le soluzioni tecnologiche più adatte alla realizzazione di un sistema innovativo e potenzialmente rivoluzionario nel settore della mobilità; dal punto di vista del tecnico ortopedico è stato analizzato uno dei dispositivi in commercio con le caratteristiche innovative di cui sopra, valutandone le potenzialità e riportando le caratteristiche riguardanti le politiche Inail, Asl e riconducibilità ai codici del Nomenclatore Tariffario. Infine, dal punto di vista della medicina riabilitativa, è stato analizzato uno strumento ancora poco conosciuto, denominato ICF (international Classification of Functions, health and disability), per ottenere uno strumento di valutazione specifica di un sistema di mobilità innovativo.

In sintesi sono stati presentati quelli che, per la prima volta in questo lavoro, sono stati denominati Sistemi di Mobilità Avanzata Autobilancianti. Si è valutato uno di questi sistemi già presente in commercio, chiamato Genny 2.0 e prodotto dalla Genny Mobility, sfruttando la classificazione ICF. È stata fatta una sintesi di questa classificazione, con lo scopo di creare uno strumento di valutazione di un sistema di mobilità, che poi è stato applicato all’esperienza di un assistito Inail, possessore e utilizzatore di Genny. La valutazione ha permesso di analizzare come e quanto il dispositivo in questione e la tecnologia che ne sta alla base, influiscono sulla vita di una persona con limitazione nella deambulazione.

Ultimo aggiornamento: 01/01/2014


© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004