INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Ricerca e sperimentazione

Ricerca e sperimentazione
Nell’ambito del proprio mandato istituzionale, il Centro Protesi Inail svolge una significativa attività di ricerca scientifica, di sviluppo tecnologico e di sperimentazione clinica nel campo della protesica e della riabilitazione. Per l’esame dei programmi di ricerca è istituita, per legge (D.P.R. 782/1984), un’apposita Commissione Tecnico-Scientifica che per il biennio 2019-2021 è così composta (DETPRES 11 luglio 2019 n.219):

Presidente 
dott. Giuseppe Mazzetti, Direttore generale vicario, delegato dal Direttore generale

Membri esterni

  • ing. Mauro Grigioni, Dirigente di ricerca Centro Nazionale Tecnologie Innovative in Sanità Pubblica
  • dott. Stefano Squarzoni, I Ricercatore Istituto di Genetica Molecolare IGM-CNR di Bologna
  • prof. Cesare Faldini, Professore ordinario Dipartimento di scienze biomediche e neuromotorie Direttore scuola di specializzazione di ortopedia e traumatologia Università di Bologna
  • prof. Marco Viceconti, Professore ordinario Dipartimento di ingegneria industriale Università di Bologna
  • prof.ssa Silvana Grandi, Professore ordinario Dipartimento di psicologia Università di Bologna

Membri interni

  • dott. Patrizio Rossi, Sovrintendente sanitario centrale
  • dott. Angelo Andretta, Direttore amministrativo del Centro Protesi di Vigorso di Budrio
  • ing. Emanuele Gruppioni, Direttore tecnico Area ricerca del Centro Protesi di Vigorso di Budrio
  • dott.ssa Antonella Miccio, Direttore sanitario Centro Protesi di Vigorso di Budrio

Segretario
dott.ssa Loretta Sermenghi, Funzionario area C, vicario del Direttore del Centro Protesi di Vigorso di Budrio
 
I progetti del programma 2019-2022 sono riconducibili a cinque linee tematiche su cui verrà sviluppata l’intera attività di ricerca, in ambito tecnico, sanitario, riabilitativo e d’integrazione sociale:
  • riabilitazione robotica;
  • protesica di arto inferiore e superiore;
  • chirurgia e riabilitazione;
  • dispositivi tecnici
  • sistemi di valutazione.
I progetti sono svolti in collaborazione con istituti di ricerca e università di alto profilo scientifico e tecnologico, con i quali sono state firmate apposite convenzioni:
  • IIT Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia, Genova
  • Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento Sant’Anna, Pisa
  • Università Campus Bio-Medico, Roma
  • CNR-ICMATE Istituto di Chimica della Materia Condensata e di Tecnologie per l'Energia, Lecco
  • CNR-STIIMA Istituto di Sistemi e Tecnologie Industriali e Intelligenti, Lecco
  • CNR-IPCB Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali, Lecco
  • Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna
  • Politecnico di Milano
  • Università di Padova

Progetti in collaborazione con IIT – Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia logo IIT
La Convenzione siglata con la Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia, leader nel settore della robotica, prevede lo sviluppo di soluzioni ortesiche (esoscheletro) e protesiche nel breve-medio periodo, con finalità di transfer tecnologico verso aziende che realizzeranno concretamente la componentistica e la formula della compartecipazione.

PR19-RR-P1 “TwinMED” Ampliamento delle funzionalità dell'esoscheletro Twin nel contesto clinico/riabilitativo
Il progetto si propone di realizzare un esoscheletro innovativo e multifunzionale, sviluppando il prototipo denominato TWIN. L’obiettivo principale è ottenere un dispositivo per uso clinico che, tramite l’utilizzo di nuove strategie di controllo e di sensoristica specifica, possa fornire dati utili (frequenza cardiaca, frequenza respiratoria, attività elettromiografica, etc.) per monitorare l’attività del paziente e personalizzare il percorso riabilitativo, i cui progressi potranno basarsi sull’analisi di dati clinicamente indicativi e rilevanti.
 
PR19-PAS-P1 “iHannes” Tecniche e tecnologie innovative per il controllo di sistemi protesici avanzati di arto superiore
Il progetto parte dai risultati raggiunti da Inail e IIT con la mano protesica Hannes, con l’obiettivo di realizzare sistemi affidabili di controllo e di feedback sensoriale, che consentano ai pazienti un utilizzo della protesi più naturale e meno impegnativo.
 
PR19-PAI-P1 “HyperLEG” Tecniche e tecnologie innovative per il controllo di sistemi protesici avanzati di arto inferiore
Il progetto si propone di sviluppare una protesi di arto inferiore che, grazie ad innovativi sistemi di controllo e sensorizzazione, alleggerisca il carico cognitivo del paziente e consenta un utilizzo più fisiologico del dispositivo. Tra gli obiettivi dello studio la realizzazione di componentistica protesica made in Italy, nell’ottica del transfer tecnologico.


Progetti in collaborazione con l’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento Sant’Annalogo Istituto  Robotica
La convenzione si articola in quattro progetti di ricerca, che riguardano differenti campi di studio.

PR19-RR-P3 “BioArm” Esoscheletro portatile per l’assistenza del paziente con lesione al plesso brachiale nelle attività della vita quotidiana
Il progetto nasce con l’intento di sviluppare un’ortesi attiva per l’arto superiore, che possa aiutare i pazienti con lesione del plesso brachiale nello svolgimento delle attività di vita quotidiana. Lo sviluppo dell’ortesi BioARM costituisce una piattaforma di studio per investigare nuove strategie di controllo mediante stimolazione elettrica funzionale, nuove metodologie di riabilitazione per il recupero moto-sensoriale e nuovi paradigmi per valutare il livello di recupero funzionale.
 
PR19-PAI-P2 “MOTU++” Protesi robotica di arto inferiore con smart socket ed interfaccia bidirezionale per amputati di arto inferiore: personalizzazione mediante “human-in-the-loop optimization”
Progetto finalizzato allo sviluppo di una protesi di arto inferiore in grado di adattarsi al meglio alle specifiche esigenze motorie di ogni amputato. Grazie a un processo di ingegnerizzazione, sperimentazione e integrazione delle principali tecnologie sviluppate nell’ambito dell’attività di ricerca già avviata tra Inail e SSSA, MOTU++ intende realizzare una protesi di arto inferiore in grado di interpretare l’intenzione motoria dell’utente e di minimizzare il rischio di caduta.
 
PR19-CR-P1 “MioPRO” Muscoli ingegnerizzati paziente-specifici per il ripristino di canali MIOelettrici e il controllo di PROtesi
MioPRO ha l’obiettivo di arricchire e portare evoluzioni significative nel campo delle interfacce uomo-macchina destinate al controllo delle protesi. Lo studio esplora la possibilità di creare in vitro un tessuto muscolare, a partire da cellule staminali del paziente, in grado di migliorare il segnale elettromiografico necessario al controllo della protesi.
Il progetto vuole contribuire allo sviluppo e all’integrazione di nuovi paradigmi per esercitare un controllo intuitivo e diretto su molteplici gradi di libertà delle protesi.
 
PR19-CR-P2 “BioSUP” Soluzioni bioniche per il trattamento di soggetti con disfunzione escretoria dell’apparato urinario
Il progetto BioSUP si propone di fornire una soluzione personalizzata alle diverse condizioni patologiche, che portano all’incontinenza urinaria. Lo scopo dello studio è di sviluppare dispositivi modulari, che possano interagire con gli organi del paziente per ripristinare la corretta funzionalità del sistema urinario.

logo campus biomedico
Progetti in collaborazione con l’Università Campus BioMedico di Roma 
La convenzione prevede tre progetti dedicati al distretto dell’arto superiore.

PR19-PAS-P2 “WiFi-MyoHand” Sistema impiantabile ottimizzato per l’interfacciamento con il sistema nervoso periferico e il controllo della protesi di arto superiore
Il progetto si propone di individuare, a partire dal segnale muscolare, l’attività dei nervi che genera i comandi motori, allo scopo di migliorare il controllo della protesi e gestire in modo più naturale un elevato numero di gradi di libertà. L’obiettivo è quello di realizzare un sistema protesico completamente impiantabile per uso continuativo, capace di fornire un ritorno sensoriale efficace a pazienti con amputazione di arto superiore.
 
PR19-PAS-P3 “3Daid” Protesi di mano e ausili robotici esoscheletrici a basso costo
Il progetto studia soluzioni protesiche e ortesiche da utilizzare durante lo svolgimento delle attività della vita quotidiana. Grazie alla diffusione delle tecnologie di digital manufacturing (stampa e scansione 3D), che rendono la robotica personalizzata economicamente sostenibile, sarà possibile creare dispositivi di costo contenuto, che replicano fedelmente le caratteristiche anatomiche del paziente, permettono il monitoraggio delle proprietà meccaniche dei singoli particolari e consentono di migliorare l’indossabilità del dispositivo.
 
PR19-CR-P3 “ReGiveMeFive” Esplorazione di nuove frontiere in chirurgia protesica
Le soluzioni protesiche per arto superiore più avanzate richiedono un moncone preparato con tecniche chirurgiche mirate. Per questa ragione, il progetto ReGiveMeFive si prefigge l’obiettivo di esplorare e migliorare le metodiche di preparazione del moncone all’utilizzo di protesi in grado di restituire il feedback sensoriale e propriocettivo.

logo campus biomedico
Progetti in collaborazione con CNR Consiglio Nazionale per le Ricerche
 
PR19-PAS-P4 “ADJOINT” Fabbricazione ADditiva mediante tecnologia binder Jetting di componenti metallici OsteoINTegrabili sinterizzati
Il Progetto, sviluppato in collaborazione con CNR-ICMATE Istituto di Chimica della Materia Condensata e di Tecnologie per l’Energia, vuole approfondire ed estendere le potenzialità dell’additive manufacturing nel campo biomedicale, concentrandosi sul settore della chirurgia della mano. L’obiettivo è quello di realizzare, tramite la stampa 3D di leghe metalliche, elementi impiantabili (fixture), soluzioni strutturali e funzionali per dispositivi protesici a elevata personalizzazione.
 
logo cnr STIIMAPR19-SV-P1 “Rip@rto” Simulatore di guida per assistere operatori nella valutazione delle capacità di guida dell’utente e nella scelta degli ausili di cui dotare l’automobile
Il progetto, svolto in collaborazione con CNR-STIIMA Istituto di Sistemi e Tecnologie Industriali e Intelligenti, si propone di realizzare un simulatore di guida innovativo per valutare le capacità dell’utente e gli ausili necessari per ripristinare il massimo livello di autonomia. Al paziente verrà proposta un’esperienza di guida realistica in un ambiente virtuale, che riproduce scenari stradali, elementi di distrazione e imprevisti. In questo contesto, sarà possibile valutare in modo più completo sia le capacità fisiche sia quelle psichiche e cognitive dell’utente, che richiede una patente speciale.

Logo CNR-IPCB PR19-PAI-P3 “proFIL” Filamenti multi-materiali per la realizzazione di protesi personalizzate ad alte prestazioni con focus su adaptive sport
Il progetto proFIL, in collaborazione con CNR-IPCB Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali, mira ad esplorare le potenzialità della stampa 3D nella produzione di componentistica protesica avanzata per l’arto inferiore. L’obiettivo è quello di realizzare protesi sportive con invasature completamente personalizzate ed esteticamente curate e dispositivi in grado di immagazzinare/restituire energia, di monitorare le proprietà meccaniche e lo stato di usura.

logo istituto ortopedico Rizzoli
Progetto in collaborazione con l’Istituto Ortopedico Rizzoli 

PR19-CR-P5 “OsteoCustom” Processi personalizzati di trattamento dell’amputazione mediante osteointegrazione
L’obiettivo di una protesi osteointegrata è quello di garantire una connessione diretta, strutturale e funzionale, tra l’osso e l’impianto su cui verrà fissata la protesi.
Il progetto OsteoCustom punta a migliorare l’affidabilità strutturale dell’impianto e a definire un processo interamente personalizzato, caratterizzato da un’alta sinergia tra le varie fasi del trattamento protesico con osteointegrazione: valutazione delle condizioni preoperatorie, realizzazione di impianti e protesi su misura, elaborazione di un percorso riabilitativo in relazione allo stato psicofisico del paziente, monitoraggio post riabilitativo.

logo politecnico milano
Progetto in collaborazione il Politecnico di Milano

PR19-RR-P5 “FESleg” Stimolazione elettrica funzionale nel trattamento di persone con lesioni midollari: dalla pedalata su trike al cammino con esoscheletro
La paralisi degli arti inferiori, in seguito a una lesione midollare, può determinare un insieme di complicanze, che possono essere trattate con la stimolazione elettrica funzionale (FES): una tecnica riabilitativa che, inducendo una contrazione muscolare coordinata dei muscoli sottolesionali, agisce positivamente su molti fattori critici e può avere efficacia anche nella riduzione del dolore nelle zone interessate dalla lesione.
L’obiettivo del progetto FESleg è quello di sviluppare paradigmi riabilitativi/sportivi che coinvolgano gli arti inferiori, associando la stimolazione elettrica funzionale a due gesti motori fondamentali: il cammino assistito da esoscheletri attivi (FES-gait) e la pedalata (FES-bike).

Logo università di padova
Progetto in collaborazione con l’Università di Padova

 
PR19-PAI-P4 “OLIMPIA” Nuove tecnologie al servizio dell’atleta paralimpico
Il progetto ha l’obiettivo di sviluppare soluzioni tecnologiche innovative per migliorare la performance dell’atleta paralimpico e la sua sicurezza durante la pratica sportiva.
La ricerca è focalizzata, in particolare, sulle protesi e le ortesi per la corsa ed il salto e sulle protesi e sui monosci per lo sci alpino. Parallelamente lo studio si dedicherà allo sviluppo di un nuovo processo digitale per semplificare e ottimizzare i processi produttivi utilizzati nella costruzione di protesi ed ortesi.

Certificazione UNI EN ISO 9001-2015 registrazione numero 2286-A logo centro protesi 2015

Accreditato da Regione Emilia Romagna per “Attività di Riabilitazione in regime di ricovero non ospedaliero per 90 posti letto e Funzioni ambulatoriali esercitate in autorizzazione
Det. Nr 3328/2013 Regione Emilia Romagna

Ultimo aggiornamento: 19/08/2020