INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Reinserimento sociale

L’utente del Centro Protesi Inail viene seguito con un approccio globale bio-psico-sociale che, nell’ambito del progetto protesico-riabilitativo, intergra gli aspetti tecnici, sanitari, psicologici e sociali, al fine di facilitare il reinserimento sociale della persona.

Servizio psicosociale
Durante le fasi del percorso protesico-riabilitativo il Servizio psicosociale svolge attività di accoglienza, consulenza e sostegno psicologico e sociale al paziente.
In sintonia con il modello bio-psico-sociale, considera la persona nella sua globalità tenendo conto delle risorse personali, dell’ambiente sociale, familiare e lavorativo e segue il paziente a partire dalla fase della prima visita sino alla degenza, al fine di sostenere la persona nel suo percorso di riprogettazione e facilitarne il rientro nel contesto di vita.
Durante la degenza, cura il sostegno alla persona in materia di reinserimento lavorativo mediante attività di informazione e orientamento, un laboratorio di informatica assistita e il supporto alla ricerca attiva del lavoro.
Si occupa, inoltre, dell’elaborazione e gestione di progetti e servizi per il reinserimento nella vita di relazione diretti a favorire la socialità, le attività espressive, il tempo libero e lo sport.

Servizio di Informazione ed Orientamento all’attività sportiva: Progetto Sport
Il progetto Sport realizzato dal Centro Protesi Inail e Cip Emilia Romagna è collegato alla Convenzione Nazionale Inail – Cip (2018–2021) e si basa sulla consolidata esperienza del Centro Protesi, implementando i servizi per il reinserimento attraverso la pratica sportiva. Si pone come finalità generale quella di consolidare e qualificare il servizio offerto a sostegno dei pazienti che dopo l’evento traumatico intendono riprogettare il proprio percorso di vita avvicinandosi o riavvicinandosi all’attività sportiva. Obiettivi specifici sono:

  • Informare e avvicinare alla pratica sportiva gli utenti del Centro Protesi
  • Presentare lo sport come attività per il benessere psicofisico e sociale
  • Favorire il reinserimento sociale attraverso la pratica di attività sportive
  • Promuovere lo sport come reale strumento di integrazione e partecipazione
Il Progetto è multidisciplinare, è promosso dal Servizio Psicosociale e dall’Area Comunicazione Istituzionale ed è realizzato con la collaborazione professionale di tutta la struttura, prevedendo competenze sanitarie, tecniche, riabilitative, psicosociali, di comunicazione; si sviluppa secondo una programmazione mensile che vede:
  • Tre appuntamenti settimanali dello Sportello di informazione e orientamento allo sport, gestito da un tecnico Cip, laureato in scienze motorie;
  • Lo svolgimento internamente al Centro Protesi ed in orario pomeridiano/serale di tre lezioni settimanali di differenti discipline sportive, sotto la guida di istruttori federali specializzati Cip;
  • Un’uscita mensile per iniziative di sport nel fine settimana, presso impianti sportivi attrezzati e accessibili con trasporto su mezzi accessibili, a cura del Cip;
  • Uno stage di tre/quattro giorni di sport invernali, a cadenza annuale;
  • Servizio di medicina dello sport. A seguito delle variazioni normative intervenute in tema di certificazioni sportive, viene effettuato anche un accesso settimanale di un medico dello sport per la visita ed il rilascio della necessaria certificazione di idoneità sportiva. Infine è previsto un impegno comune Cip-Centro Protesi sull’informazione e promozione dell’attività sportiva per le persone con disabilità, anche attraverso iniziative che vedono coinvolto il Cip con la collaborazione del Centro Protesi.
Infine, è previsto un impegno comune Cip-Centro Protesi sull’informazione e promozione dell’attività sportiva per le persone con disabilità, anche attraverso iniziativa che vedono coinvolto il Cip con la collaborazione del Centro Protesi.
 
Servizio a sostegno dell’integrazione lavorativa
Il Servizio psicosociale cura il servizio a sostegno dell’integrazione lavorativa attraverso uno sportello informativo e di orientamento, un laboratorio di informatica assistita e il supporto alla ricerca attiva del lavoro. L’attività di informazione e orientamento offre agli utenti l’opportunità di progettare un proprio percorso di reinserimento lavorativo. Per consentire, quindi, una precisa definizione degli obiettivi formativi e  professionali, l’utente è aiutato ad approfondire gli aspetti motivazionali e le aspirazioni lavorative, a sviluppare consapevolezza circa le proprie attitudini, competenze, potenzialità, rinforzando un atteggiamento positivo e produttivo per la pianificazione del proprio iter professionale, a definire il proprio progetto personale e lavorativo, a orientarsi nei confronti di un’offerta formativa mirata sul territorio di residenza. Gli utenti in degenza che necessitano di uno specifico supporto per il rientro nel mondo del lavoro vengono aiutati ad adottare le strategie e gli strumenti più opportuni (ricerca informazioni, formulazione curriculum vitae, ecc.).

In casi particolari, gli utenti vengono sostenuti con azioni di accompagnamento al reinserimento lavorativo, in raccordo con i servizi territoriali. Vi è, inoltre, un laboratorio di informatica che offre opportunità e percorsi formativi anche personalizzati agli utenti che aspirano ad acquisire o verificare le proprie capacità e predisposizioni nell’ambito delle tecnologie informatiche e telematiche.
La formazione avviene alla presenza di un tutor in un’aula appositamente allestita e consente la certificazione delle competenze informatiche mediante la possibilità di sostenere gli esami per il conseguimento dell’Ecdl (European computer driving licence).


Certificazione UNI EN ISO 9001-2015 registrazione numero 2286-A logo centro protesi 2015

Accreditato da Regione Emilia Romagna per “Attività di Riabilitazione in regime di ricovero non ospedaliero per 90 posti letto e Funzioni ambulatoriali esercitate in autorizzazione
Det. Nr 3328/2013 Regione Emilia Romagna

Materiali informativi

Ultimo aggiornamento: 28/01/2019