INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Delibera INAIL CIV n. 4 del 3 maggio 2012

Pianificazione Pluriennale 2012 - 2014.

Organo: Inail - CONSIGLIO DI INDIRIZZO E VIGILANZA
Documento: Delibera n. 4 del 3 maggio 2012
Oggetto: Pianificazione Pluriennale 2012 - 2014.
IL CONSIGLIO DI INDIRIZZO E VIGILANZA
nella seduta del 3 maggio 2012

visto il decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 479;
vista la legge 15 maggio 1997, n. 127;
visto il D.P.R. 24 settembre 1997, n. 367;
viste le "Norme sull'Ordinamento amministrativo - contabile in attuazione dell'art. 43 del Regolamento di Organizzazione" approvate con delibera n. 31 del 27 febbraio 2009 del Presidente - Commissario Straordinario;
visto il decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni nella legge 30 luglio 2010, n. 122 "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica;
vista la propria delibera del 4 agosto 2010, n. 11 "Acquisizione delle funzioni ex - IPSEMA ed ex - ISPESL: linee di indirizzo per gli aspetti ordinamentali, contabili e di bilancio";
vista la propria delibera dell'8 giugno 2011, n. 9 "Relazione Programmatica 2012 - 2014";
vista la propria delibera del 28 giugno 2011, n. 11 "Linee guida e criteri generali delle politiche patrimoniali dell' Ente";
vista la propria delibera del 3 agosto 2011, n.14 "Linee guida e criteri generali per le politiche sanitarie";
vista la propria delibera del 3 agosto 2011, n.15 "Linee guida per la concessione di incentivi economici alle imprese che investono in sicurezza - Bandi 2011";
vista la propria delibera del 29 dicembre 2011, n. 23 con la quale è stato approvato il bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2012;
vista la determina del 9 febbraio 2012, n. 57 con la quale il Commissario Straordinario ha predisposto il Piano Pluriennale 2012-2014;
vista la propria delibera del 7 marzo 2012, n. 3 "Piano della perfomance 2012";
visti e condivisi i pareri espressi in merito dalle Commissioni Consiliari Politiche Istituzionali di Tutela e Prevenzione in data 20 marzo 2012, Bilancio e Patrimonio e Politiche

Ordinamentali Legislative ed Organizzative in data 11 aprile 2012 e Politiche Tariffarie e Rapporti Assicurativi in data 11 aprile 2012;
considerato che il Piano, sotto il profilo metodologico, risulta pienamente aderente agli indirizzi del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza e riporta per ogni obiettivo le linee guida e gli indirizzi strategici di riferimento favorendo, in tal modo, il riscontro della congruità dell'azione gestionale;
ritenuto che permangono le criticità di seguito evidenziate:

  • la individuazione dei target non è adeguatamente correlata agli obiettivi finanziari indicati nella Relazione programmatica e negli altri atti di indirizzo del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza, risultando carenti la indicazione della base economica di riferimento e la quantificazione economica dei risultati da conseguire;
  • la declinazione delle azioni non è puntualmente collegata agli obiettivi finanziari da perseguire;
  • le proposte di ridimensionamento degli obiettivi fissati dal Consiglio di Indirizzo e Vigilanza devono essere adeguatamente motivate rispetto alle condizioni di fattibilità e sostenibilità finanziaria;
  • alcuni obiettivi risultano declinati in maniera eccessivamente generica non essendo indicate le macrofasi individuate per la realizzazione delle attività, con particolare riferimento ai seguenti ambiti: attività prevenzionali, attività sanitarie e riabilitative, elaborazione degli studi di fattibilità e dei conseguenti progetti esecutivi, processo di integrazione dell'ex Ispesl e dell'ex Ipsema in generale e, più specificamente, processo di omogeneizzazione tra la gestione assicurativa Inail e quella ex Ipsema;
  • sempre con riferimento agli ambiti sopra richiamati, la genericità di alcune descrizioni rende incomprensibili le scansioni temporali indicate per la realizzazione delle attività che, a fronte degli obiettivi individuati, appaiono eccessivamente dilazionate nel tempo,
D E L I B E R A
di approvare il Piano Triennale 2012-2014, di cui alla determina del Commissario Straordinario n. 57 del 9 febbraio 2012;
di impegnare, nel contempo, gli Organi di gestione a:
elaborare e sottoporre al Consiglio di Indirizzo e Vigilanza, entro il mese di ottobre 2012, un adeguamento del Piano triennale 2012 - 2014 al fine di:
  • omogeneizzare la descrizione degli obiettivi operativi e dei target al fine di indicare congruamente per ogni obiettivo le macrofasi di attività, la base economica di riferimento, la quantificazione dei risultati da conseguire e la relativa scansione temporale degli interventi;
  • evidenziare con adeguata motivazione le proposte di ridimensionamento degli obiettivi fissati dal CIV, fornendo i necessari elementi rispetto alle condizioni di fattibilità e di sostenibilità finanziaria;
  • attualizzare la programmazione sulla base delle risultanze del Bilancio consuntivo 2011, delle variazioni in corso di predisposizione al Bilancio preventivo 2012 e degli esiti delle verifiche gestionali intermedie.

IL SEGRETARIO SUPPLENTE
f.to Teresa CITRARO IL PRESIDENTE
f.to Francesco LOTITO

Ultimo aggiornamento: 04/09/2013


© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004