INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

17/04/2024

Inail Umbria riconosciuto “Luogo di lavoro che promuove salute”

A Palazzo Donini la consegna dei riconoscimenti da parte della Regione agli enti che hanno aderito al programma di prevenzione regionale

Immagine premiazione
PERUGIA - Mercoledì 17 aprile, presso la sala Fiume di Palazzo Donini, la Regione e le Usl Umbria 1 e 2 hanno consegnato i riconoscimenti agli enti che hanno aderito a “Luoghi di lavoro che promuovono salute”, il programma di prevenzione regionale dedicato alle aziende del territorio che aderiscono alla Rete regionale Whp (Workplace health promotion). L’incontro è stato anche un’occasione per raccontare le esperienze maturate dai soggetti attuatori nel primo dei tre anni previsti dal programma, per rappresentare le attività realizzate e tracciare lo sviluppo delle prossime azioni mirate.
 
Circa 10mila le persone coinvolte nel progetto. Durante la cerimonia di consegna dei riconoscimenti sono stati premiati l’Inail Umbria, con le sedi di Perugia, Terni, Foligno, Città di Castello e Orvieto, la Cna e la Cesf di Perugia e la Scuola umbra di amministrazione pubblica. Fino a oggi hanno aderito al progetto una ventina tra aziende e istituzioni, con il coinvolgimento di circa 10mila persone.
 
Il “Whp - Luoghi di lavoro che promuovono salute”. La Regione Umbria ha sviluppato il “Whp - Luoghi di lavoro che promuovono salute” nell’ambito del Programma predefinito 3 (Pp03) del Piano regionale della prevenzione 2020-2025, volto al miglioramento della salute e del benessere delle persone nell’ambito dei contesti lavorativi pubblici e privati. Il Pp03 punta in concreto a sviluppare strategie di contrasto all’insorgenza di malattie croniche non trasmissibili, oltre che incidere sulla componente di gestione dei rischi lavorativi negli ambienti di lavoro. Il programma promuove, inoltre, la messa a punto all’interno delle aziende di programmi per favorire le migliori condizioni di vita possibile, attivando processi e interventi per rendere il luogo di lavoro un ambiente “favorevole alla salute”.
 
Il contributo dell’Istituto. La Direzione regionale Inail Umbria ha contribuito sia allo sviluppo delle iniziative del Pp03 con la Regione Umbria e con il Comitato di coordinamento regionale, sia alla promozione sinergica delle attività, anche attraverso accordi con rappresentati delle parti sociali e associazioni di categoria, come quello siglato il 30 marzo 2023 con la Regione e Confindustria, volto a facilitare l’adozione di tali metodiche da parte delle aziende umbre.
 
Ligi: “La Direzione regionale Inail ha aderito anche in qualità di soggetto datoriale”. In coerenza con la mission dell’Istituto e con il Piano triennale per la Prevenzione 2022/24, che valorizza i programmi di promozione della salute negli ambienti di lavoro, “La Direzione regionale Inail Umbria ha aderito anche in qualità di soggetto datoriale – ha spiegato il direttore, Alessandra Ligi – impegnandosi, in termini di prevenzione interna, a costruire un ambiente di lavoro che favorisca l’adozione di comportamenti e scelte positive per la salute e la sicurezza dei lavoratori e delle persone che frequentano le strutture dell’Istituto. Considerato infatti il ruolo che l'Inail esercita nell’ambito del sistema generale di prevenzione – ha sottolineato – si è inteso, con l’adozione all’interno di tale programma, contribuire anche a sensibilizzare gli stakeholder e tutti coloro che visitano a vario titolo le sedi Inail dell’Umbria sull’importanza e sul valore della salute e sull’inscindibile binomio salute-sicurezza”.
 
Il percorso triennale. Operativamente, il percorso triennale incrementale è fondato su un processo partecipato di prevenzione interna che coinvolge i componenti dei Servizi di prevenzione e di protezione quali Rspp, medico competente, Rls, le rappresentanze sindacali e tutti i lavoratori e prevede l’adozione di azioni efficaci e sostenibili in tema di comportamenti salutari. Ridurre il rischio di sviluppare tecnopatie, infatti, è un traguardo raggiungibile se le misure di prevenzione ordinarie sono accompagnate da abitudini e stili di vita sani.


© 2024 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

PNRR 2021-2026 - Next Generation EU (DL 77/2021) - Progetto "Digitalizzazione dell'INAIL"


POC Legalità 2014-2020 - Progetto "Antifrode e Internal Audit"


PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 - Progetto "Qualificazione dell'INAIL come Polo Strategico Nazionale (PSN)"

Impostazioni cookie