INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

07/05/2021

Bettoni alla Stampa: ogni vita persa sul lavoro è inaccettabile

Intervistato dal quotidiano torinese, il presidente dell’Inail ritorna sull’attualità degli infortuni lavorativi, sottolineata in questi giorni dalle tragiche notizie di cronaca. “Servono coinvolgimento degli attori del sistema di prevenzione e maggiore sensibilizzazione. Questa piaga si combatte in un solo modo: con più formazione e più informazione”

Franco Bettoni
ROMA – Sugli infortuni sul lavoro, “dobbiamo lavorare in sinergia: è necessario un coinvolgimento più attivo di istituzioni, parti sociali, enti e organismi del settore per un rafforzamento concreto e reale degli strumenti di prevenzione e controllo. L’approccio dell’Inail punta sulla sensibilizzazione, con l’applicazione di politiche di aiuto e di sostegno anche economico”. Al termine di un’altra settimana drammatica sul fronte degli infortuni sul lavoro, evidenziata a più riprese dai media con le morti di Luana D’Orazio, di Christian Martinelli e di Maurizio Gritti, il presidente dell’Inail, Franco Bettoni, riprende in un’intervista alla Stampa del 7 maggio alcuni temi centrali nel dibattito sulla sicurezza degli ambienti lavorativi e sul contrasto agli incidenti, mettendo l’accento sull’impegno dell’Istituto.  

Morti sul lavoro inaccettabili, necessario parlare di sicurezza ogni giorno. “Se guardiamo al bilancio del fenomeno infortunistico – ha affermato ancora il presidente - va detto che è purtroppo ancora molto preoccupante e ci fa comprendere che non si fa ancora abbastanza. Ogni giorno muoiono almeno 2 persone sul lavoro: ogni vita persa è inaccettabile. Bisogna indignarsi e continuare a parlare di sicurezza sui luoghi di lavoro tutti, tutti i giorni”.

Dall’Inail risorse per prevenzione e formazione. Nel ricordare che la competenza sui controlli, da rafforzare, non è demandata all’Inail, che ha un ruolo, invece di promozione della cultura della salute e sicurezza sul lavoro, Bettoni ha precisato che dal 2010 a oggi Inail ha destinato 2,9 miliardi di euro alla realizzazione di progetti utili a incrementare gli standard di prevenzione nelle piccole e medie imprese. ”Solo nel 2020 – ha sottolineato il Presidente dell’Inail - abbiamo previsto oltre 200 milioni di incentivi Isi, più 65 destinati all’agricoltura. Abbiamo stanziato 4 milioni per una campagna nazionale di informazione tra gli attori del sistema di prevenzione e a breve ne metteremo a disposizione altri 14 per interventi di formazione rivolti ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, ai responsabili dei servizi di prevenzione e protezione, ma anche ai lavoratori. La piaga degli infortuni si combatte in un solo modo: con più formazione e più informazione”.    
 

© 2018 INAIL - ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO - P. IVA 00968951004

Finanziamento del PON Governance 2014-2020 per la qualificazione dell'Inail come Polo Strategico Nazionale (PSN)