INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Agricoltura, allevamento e pesca

Nei settori dell'agricoltura, dell’allevamento e della pesca, l’esposizione ad agenti biologici può essere significativa sia per il contatto con materiale potenzialmente contaminato (suolo, fieno contaminato, deiezioni animali, ecc.), che per l’alto indice infortunistico (alcuni agenti biologici possono essere trasmessi attraverso ferite e abrasioni).
In particolare il rischio biologico può derivare da:

  • animali da allevamento, animali domestici e selvatici (inclusi ratti e volatili)
  • insetti potenziali veicoli di contagio (es. zecche, mosche e zanzare)
  • suolo e fieno
  • acqua.
In tali settori, gli agenti biologici possono provocare diverse patologie:
  • infezioni provocate da virus, batteri, parassiti
  • allergie causate dall'esposizione a muffe, polveri di natura organica come polveri di farina, polveri di origine animale, enzimi e acari
  • avvelenamento o effetti tossicogenici.

Ultimo aggiornamento: 12/12/2017