INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Modalità di rendicontazione ed erogazione del finanziamento a saldo

Rif. Artt. 16 e 17 del Bando “Modalità di rendicontazione ed erogazione del finanziamento a saldo” “Revoche”

Domanda
Qualora nel corso dell’attuazione del progetto si verificassero condizioni determinanti la riduzione degli importi necessari alla sua realizzazione al di sotto della quota minima, il contributo verrebbe semplicemente riproporzionato sulla percentuale realizzata o sarebbe perduto?
Risposta
Considerato che i progetti possono essere oggetto di finanziamento purché di importo compreso tra un minimo pari ad Euro 200.000,00 (comprensivo dell’eventuale IVA) ed un massimo pari ed Euro 800.000,00, la rendicontazione di un importo inferiore al minimo predetto non consentirebbe l’erogazione del finanziamento a saldo, salva l’ipotesi di revoca solo parziale del finanziamento per cause non imputabili al soggetto attuatore.

Domanda
Quali sono i criteri di ripartizione del contributo tra imprese destinatarie dei progetti formativi ai fini della verifica del plafond triennali di aiuti de minimis dell’impresa beneficiaria?
Risposta
Le quote pro parte del progetto riferibili a ciascuna impresa, che Il Soggetto attuatore dovrà trasmettere con apposito prospetto riassuntivo all’Inail successivamente alla comunicazione di ammissione al finanziamento (unitamente alle dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà per aiuti “de minimis” rese da ciascuna impresa delegante) entro il termine previsto dall’art. 13 del bando, dovranno essere in coerenza con l’importo totale dell’offerta economica, dove sono individuati numero complessivo di discenti e di ore formazione.

Scarica tutte le FAQ relative al bando

Ultimo aggiornamento: 18/02/2016