INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Assistenza domiciliare

L'assistenza domiciliare a persone malate può comportare, in alcuni casi, il rischio di esposizione ad agenti biologici pericolosi. Le modalità di esposizione agli agenti biologici potenzialmente pericolosi sono essenzialmente le stesse degli ambienti sanitari, nello specifico:

  • contatto diretto con il malato o indiretto con oggetti contaminati da microbi (servizi igienici, padelle, pappagalli, biancheria, stoviglie);
  • contatto accidentale delle mucose (occhi, naso e bocca) con fluidi biologici;
  • inalazione di aerosol contaminato;
  • inoculo di agenti patogeni attraverso punture accidentali, abrasioni ferite da oggetti taglienti o appuntiti contaminati (per esempio siringhe, rasoi, ecc.).

Gli effetti sulla salute, principalmente di natura infettiva, sono legati alle condizioni delle persone assistite. Tra le principali infezioni che potrebbero essere contratte, è bene segnalare quelle di cui spesso gli assistiti possono essere inconsapevoli "portatori sani" come per esempio le epatiti B e C.

Al fine di contenere il rischio di esposizione è sempre bene presumere la possibile presenza di agenti patogeni e adottare idonee misure di prevenzione e protezione, tra cui: procedure di lavoro sicure, con particolare riguardo al lavaggio delle mani e delle braccia, alla manipolazione dei rifiuti potenzialmente infetti (siringhe, pannoloni, altro materiale monouso usato per l'assistenza) e degli oggetti taglienti e appuntiti (aghi, forbici), sanificazione degli ambienti e della biancheria (per esempio uso di candeggina) e uso di dispositivi di protezione individuale (guanti monouso, guanti resistenti per le pulizie, se necessario, mascherine).

Allegati

Ultimo aggiornamento: 30/11/2012