INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Linee guida

Sulla base degli artt. 15, 17 e 28 del d.lgs. 81/08, il datore di lavoro ha l’obbligo di valutare tutti i rischi per i lavoratori. In un grande numero di attività lavorative l’effettuazione di movimenti ripetuti degli arti superiori costituisce un rischio per i lavoratori. Il decreto in questione non tratta espressamente tale fattispecie, pur citando, nell’allegato XXXIII, la norma ISO 11228-3, riferita alla movimentazione di carichi leggeri ad alta frequenza.
In base all’articolo 168, i criteri di riferimento per la valutazione dei rischi sono le norme tecniche, le buone prassi e le linee guida. È quindi evidente che il rischio in questione può essere analizzato seguendo i dettami della norma UNI ISO 11228-3 oppure le linee guida emanate dagli enti competenti. A titolo di esempio, le Linee guida delle regioni Veneto e Lombardia offrono una serie di spunti per la valutazione dei rischi connessi all’effettuazione di movimenti ripetuti degli arti superiori. In particolare esse propongono, quale protocollo di indagine, la check list OCRA, metodo decisamente più speditivo, seppur meno approfondito dell’OCRA Index, richiamato quale principale strumento di valutazione dalla norma tecnica UNI ISO 11228-3. Con la pubblicazione del ISO/TR 12295: 2014, la check list OCRA è comunque entrata a pieno titolo nella normativa tecnica internazionale e risponde pertanto ai dettami dell’articolo 168 del d.lgs. 81/2008.

Ultimo aggiornamento: 21/03/2018